LA TRISTEZZA DELLA MUSE

22 febbraio 2012 ore 18:56 segnala

Stai li
seduta su uno scoglio
dallo sguardo mesto
fisso nel vuoto dell'immenso orizzonte
Dall'animo cupo strugge il tuo cuore
dell'amor proprio che non si vede
Aspettar il suo ritorno
che da anni non arriva
La gran luce del faro
rispecchia la tua figura
avvolta dalla tetra oscurità
poi attaversa il mare
guida per navi in approdo
ma nulla che cambi il giorno
La tristezza ti incupisce
noia e solitudine ti cercano
Ma nulla ti stimola
Sorge il sole trovandoti
avvolta dal nero scialle
lui non c'è
t'incamini lungo il sentiero
che ti porta a casa
luogo ove la gioia e la felicità
ti porto via
sola nel tuo racconto
speri che il tuo cuore
ricominci a sussultare
ad un nuovo amore
ad una nuova compagnia
fatta di nuove speranze
e di continuità
Con gioia e affetto GIO'
04a17b38-e085-4fd7-99c7-1a040e194010
Stai li seduta su uno scoglio dallo sguardo mesto fisso nel vuoto dell'immenso orizzonte Dall'animo cupo strugge il tuo cuore dell'amor proprio che non si vede Aspettar il suo ritorno che da anni non arriva La gran luce del faro rispecchia la tua figura avvolta dalla tetra oscurità poi attaversa...
Post
22/02/2012 18:56:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. merylastrega 22 febbraio 2012 ore 22:35
    non ho parole da scrivere :rosa :bacio

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.