pensieri notturni

06 febbraio 2009 ore 23:36 segnala

la cosa brutta di quando ti viene da piangere non è quello che hai dentro;ma ciò ke ti manca fuori,è non avere un petto su cui lasciarsi andare,a cui appoggiarsi;non una spalla,ma un petto che ti faccia sentire protetta dal mondo,libera di sfogarti...
spesso ultimamente mi sento un po' come Hachi di Nana,che senza amore non è niente,beh per me sembra essere lo stesso;così mi ritrovo la sera a trattenere le lacrime a stento abbracciando il cuscino,per calmarmi evoco immagini che invece non fanno altro che accrescere questo malessere,durante il giorno ho lo stomaco stretto in una morsa e sento un irrefrenabile bisogno di tutto accompagnato da un'apatica voglia di niente...
è facile nascondere tutto dietro ad un sorriso,sapete?perchè è sempre più facile e comodo fingere che affrontare la verità,soprattutto quando non la si conosce a fondo e soprattutto se non si sa se la si vuole conoscere...
il fattoè che non mi capisco,proprio no,e vorrei che le persone che mi stanno accanto mi capissero al posto mio,quasi che agissero al posto mio facendo la cosa giusta...ma qual'è la cosa giusta?troppe volte è quella che si evita ,per paura o per comodità,ma se continuo a lasciarmi trasportare dalla corrente non riuscirò mai ad aggrapparmi a nulla di solido...e allora?!?

se credevate che le mie riflessioni portassero a una qualche conclusione vi siete solo illusi,io stessa l'ho fatto...sarebbe stato troppo bello e scontato,non trovate?quindi non posso far altro ke lasciare aperta la porta ai dubbi nell'attesa che una qualsiasi certezza gliela sbatta in faccia...

...dubbi...

16 novembre 2008 ore 12:01 segnala
...a volte mi sembra di farlo apposta,
di complicarmi la vita intendo...
non ho mai capito perché per passare da una certezza ad un’altra si deve sempre inevitabilmente passare per mille dubbi e il bello è che mi sembra di andarmeli a cercare: potrei finalmente frenare e godermi questo lampo di serenità e invece no,ecco che arriva il momento della confusione, quando non riesci più a capirti e sembra che gli altri ti leggano dentro meglio di te. Desidero semplicemente sapere cosa voglio, so che sono a metà del percorso ma ora non mi basto più: ho bisogno di una spinta, di un segnale forte che mi aiuti ad arrivare a un po’ di pace.

Buongiorno

07 luglio 2008 ore 14:06 segnala
Mi ero illusa che la vita fosse come nei film,poi ho capito che non era affatto vero,poi mi sono ricreduta...e infine ho capito che sono vere entrambe queste tesi.
Mi ero illusa che decidere del proprio futuro fosse facile,solo ora ho compreso quanto invece sia complesso.
Credevo in tante cose di cui poi invece ho dovuto constatare il contrario,e alcune di esse sono dopo tornate nuovamente ad essere valide...
Ogni certezza che abbia mai avuto mi ha portato a comprendere che non si possono avere certezze nella vita,neppure sul passato,neppure sul fatto di non poter avere certezze...
Insomma,per esempio tutti ti rifilano storie sull’omologazione e tu ci credi,pensi a quanto cavolo faccia schifo il mondo,e vuoi fare qualcosa per cambiare...ma se poi vedi ke circa la metà delle persone critica l’omologazione e afferma di essere diversa perché lo ha capito...non ti viene forse da pensare che questo dannato problema in realtà non esista?
Voglio dire...siamo circondati da luoghi comuni,non da realtà di fatto...basta pensare alla musica:
metallari e truzzi nn fanno che offendersi a vicenda “voi giudicate senza conoscere” e io sarei anche d’accordo,se poi nn aggiungessero “voi e la vostra musica di merda”...come la chiamate voi una cosa del genere?cane che si morde la coda dico io...o preferite cervo che dà del cornuto al bue???
Poi ti chiedi se allora quella scema sei tu che riesci ad apprezzare un po’ di tutto...non la bella musica,ma quella che mi piace,che è diverso...
metal,ska,reggae,rock,blues,swing,house,dance...se una canzone ti entra dentro non c’è storia,e chi se ne frega del genere!!!la fai tua,ti riecheggia nella mente quando ne hai bisogno,ti fa capire tante cose,te ne fa dimenticare altre,ti parla,ti aiuta,si fa amare...
Perché etichettarsi?perchè amare od odiare qualcosa xkè “se sei x nn puoi apprezzare y o disprezzare cose tipicamente x”??? e chi sarebbe il cretino che lo ha detto,scusate???
Ripensando al primo discorso: è la morte l’unica certezza che la vita dà...io voglio arrivarci cercando il più possibile di non apparire come vogliono che sia ma come vogliono essere...non parlo di maschere perché tanto tutti prima o poi tutti ne indossiamo almeno una,sarei semplicemente troppo ipocrita...parlo solo di scegliere noi quale mettere se ne dovessimo sentire il bisogno...ma una maschera è ben diversa da un comportamento stereotipato ad un’etichetta...voler essere è diverso da dover essere perché gli altri si aspettano questo...
E ora,dopo questo flusso di coscienza,questo sfogo personale senza un filo logico...buongiorno!

era un mare calmo...

22 giugno 2008 ore 23:54 segnala

tutto questo...nn so...è un'onda anomala e imprevista
ke cm ogni tempesta sa scuotere ciò ke vuole
e tu,oh no,nn puoi opporti...puoi solo cercare di limitare i danni...
ma il suo passaggio lascerà cmq il segno
e x qst nn puoi farci nnt,solo arrenderti all'evidenza...
ed è proprio quella realtà ke ti fa pensare...
ma nn fa male...è ke...boh,nn lo sai più
ma nn è cm prima:nn è più indifferenza
e nn è cm vorresti:nn è mai stato odio
...e allora cos'è questo sole freddo???

Se...

12 giugno 2008 ore 12:03 segnala
Se non hai voce,
URLA;
Se non hai gambe,
CORRI;
Se non hai speranze,
INVENTA...

Nè gioia nè dolore

21 aprile 2008 ore 22:07 segnala
E si vorrebbe tornare a volare
in ogni istante del nostro tempo
ma ci troviamo a graffiare l'aria
incollati ad un pavimento...

...fantasmi...

24 marzo 2008 ore 20:50 segnala
fantasmi impiccioni,è così che ci si sente:
fantasmi spettatori di uno spettacolo
al quale in realtà non hanno mai preso parte;
così mi sono sentita io ieri sera,
un fantasma che vive esperienze passate mai provate;
ma allora perchè questa nostalgia?
mentre cerco risposta, nella mia testa risuona
"oh mora...dammi un bacio"
e come uno spettatore ritardatario
che si accorge solo a metà film
di essersi perso qualcosa d'importante e irripetibile,
lascio fare alla mia mente che mi porta là
dove non sono mai stata ma avrei voluto essere...
e mi permetto di ridere anche io,
e mi permetto di piangere anche io.

BECAUSE WE BELIEVE (Andrea Bocelli)

15 marzo 2008 ore 11:48 segnala
Guarda fuori è già mattina
Questo è un giorno che ricorderai
Alzati in fretta e vai,
C'è chi crede in te
Non ti arrendere...

Once in every life
There comes a time
We walk out all alone
And into the light
The moment won't last but then,
We remember it again
When we close our eyes.

Like stars across the sky
E per avvincere
Tu dovrai vincere
We were born to shine
All of us here because we believe

Guarda avanti e non voltarti mai
Accarezza con i sogni tuoi
Le tue speranze e poi
Verso il giorno che verrà
C'è un traguardo là

Like stars across the sky
E per avvincere
Tu dovrai vincere
We were born to shine
All of us here because we believe

Non arrenderti
Qualcuno è con te

Like stars across the sky
We were born to shine
E per avvincere
Dovrai vincere
E allora vincerai

Nomadi - CON ME O CONTRO DI ME

25 febbraio 2008 ore 21:15 segnala
Il bianco,il nero,il rosso cos'è?
il volto,il voto,il vuoto che c'è
chi vince,chi perde,ma in mezzo chi c'è?
Nel bene o nel male la mia verità
chi vuole nemici,nemico sarà
miliardi di voci,ma una sola realtà.

Sei con me o contro di me?
Sei con me o contro di me...

Dormire,pregare,la strada qual'è?
svegliarsi e pensare alla luce che c'è
un'altra stagione,un altro dubbio per me.
Non guardo,non sento,non parlo perchè
è chiuso,è aperto,il mio posto dov'è?
lo spazio,il silenzio,l'assenza di sè

Sei con me o contro di me?
Sei con me o sei contro di me...
Sei con me o contro di me?
sei con me oppure contro di me...

C'è chi si è perso nel dubbio
di vivere senza un perchè.
Chi si è giocato la vita
volando sempre più in alto ed ancora più in là
resta il coraggio di dire basta!

Miliardi di voci ma una sola realtà.

Sei con me o contro di me?
Sei con me o sei contro di me...
Sei con me o contro di me?
sei con me oppure contro di me...
...contro di me...

...ricordi...

19 febbraio 2008 ore 22:20 segnala
Rannicchiati come due gattini ce ne stavamo lì...avvolti solo da una coperta di vento, l’una nelle braccia dell’altro senza fiatare; era come se stringendoci forte, bocca contro petto, testa contro bocca, non ci dessimo il tempo di dire parole sbagliate, far pensieri fastidiosi.

Ma io no, non potevo continuare a tacere quello che continuavo ad urlare ormai da troppo tempo dentro di me, e allora sussurrando gridai al mondo “É finita...Basta.”

Lui mi guardò come convinto di aver sentito male, di aver udito parole che in realtà non gli avevo mai detto e che mai gli avrei rivolto, tanto era pieno di sé e sicuro di quell’amore che gli avevo sempre dato e per il quale mi ero annullata fino a diventare un burattino nelle sue mani; ma quel giorno trovai la forza di tagliare i fili...