FIORENTINA: QUEI RAGAZZI HANNO RAGIONE

21 luglio 2018 ore 16:08 segnala

Ciao ragazzi...come state? Spero bene. Io insomma, ho rotto il mio silenzio
del mio blog, per dire, che sono D'ACCORDO, con quei ragazzi della curva FERROVIA """""UNONOVEDUESei"anche"""" 1926....
Insomma, se i DELLA VALLE, non vogliono piu' spedere, ho non possono piu', bene, che si decidano a lasciare, e passare la mano a qualcuno, perchè in fondo, è vero, non si puo' far conti addosso agli altri, ma non è giuto, voler pe forza, voler qualche cosa, che non si puo' avere. La volonta' di migliorare, la squadra.
Un po sono daccordo con LORENZO AMORUSO, che per la campagnia acquisti, fatta, la stagione passata, sia stato giusto non andare in EUROPA, in fondo il MILAN se lo è guadagnato sul campo. E poi, questi signori, nemmeno con una qualificazione EUROPA, avrebbero piu' messo mano al portafoglio.
DELLA VALLE, avete ragione, per aver messo soldi, e averci portato fin qui, dall C 2. Ma se adesso vi tirate indietro, è come quello che si taglia il cazzo, per far dispetto alla moglie.
DUNQUE, avete le possibilita' le conoscenze, anche per passare la mano. IL NAPOLI, è partito dalla serie c e oggi, è davanti a noi. SI poteva forse non vincere, ma almeno sognare un po'. E se continuate così, prima o poi il popolo viola, si incavolera'.
DOPO non potete dire, che siamo noi, che facciamo casino, perchè il caos, lo avete creato voi...Insomma, in forma civile, in forma educale, vi dico, ho investite, dove ne abbiamo bisogno, oppure lasciate la mano.
La commedia dell'anno passato, quella di vendere, è solo una commedia, perchè FIRENZE, è una bella citta', dove la moda, è di casa. Ma non fa un buon onore, ho una bella pubblicita' vedere una squadra, di una citta' dove la moda è di casa, vederla, lottare per non retrocedere...
___________________________________________________________________________

Adesso il testo dei tifosi """"unonoveduesei"""""""""

Dopo il duro comunicato di ieri dell’UnoNoveDueSei (LEGGI QUI), arriva la presa di posizione di uno dei gruppi storici della Curva Ferrovia: “Il Vieusseux è in tutto e per tutto concorde con il comunicato dei ragazzi del 1926. La Fiorentina è una cosa seria è da sempre una parte di noi e non possiamo più vederla trattata come qualcosa di superfluo usata da chi non conosce e non vuole capire che non rappresenta solo un team di calcio ma è e sarà sempre l’orgoglio e il Vanto di un popolo. Non ci stiamo più ad essere mortificati I FIORENTINI DA SEMPRE NON HANNO MAI SUBITO IL VOLERE ALTRUI E OGGI MENO CHE MAI. IL CONSIGLIO DEL VIEUSSEUX”.
Il Vieusseux è in tutto e per tutto concorde con il comunicato dei ragazzi del 1926. La Fiorentina è una cosa seria è da sempre una parte di noi e non possiamo più vederla trattata come qualcosa di superfluo usata da chi non conosce e non vuole capire che non rappresenta solo un team di calcio ma è e sarà sempre l'orgoglio e il Vanto di un popolo. Non ci stiamo più ad essere mortificati I FIORENTINI DA SEMPRE NON HANNO MAI SUBITO IL VOLERE ALTRUI E OGGI MENO CHE MAI. IL CONSIGLIO DEL VIEUSSEUX.....


ciao a tutti voi........Giuliano_kio
4f4c4499-bffe-49fd-987d-dd21f0037341
« immagine » Ciao ragazzi...come state? Spero bene. Io insomma, ho rotto il mio silenzio del mio blog, per dire, che sono D'ACCORDO, con quei ragazzi della curva FERROVIA """""UNONOVEDUESei"anche"""" 1926.... Insomma, se i DELLA VALLE, non vogliono piu' spedere, ho non possono piu', bene, che si d...
Post
21/07/2018 16:08:23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Mondiali di calcio 7° Edizione

11 giugno 2018 ore 16:45 segnala

Il campionato mondiale di calcio 1962 o Coppa del mondo Jules Rimet del 1962 è stata la settima edizione del campionato mondiale di calcio per squadre nazionali maggiori maschili organizzato dalla FIFA ogni quattro anni.
Si è disputata in Cile dal 30 maggio al 17 giugno 1962. Le città ospitanti furono Arica, Rancagua, Santiago del Cile, Viña del Mar. Il Brasile emerse vincitore del mondiale, bissando il successo dell'edizione precedente in Svezia e raggiungendo l'Italia e l'Uruguay a due Coppe del mondo vinte. Fu il primo ed unico campionato del mondo ad utilizzare il quoziente-reti in caso di parità.
È stato infine l'ultimo mondiale che non disponeva di copertura satellitare (non essendo ancora stata perfezionata la tecnologia necessaria), ritardando di giorni la visione da parte del pubblico non sudamericano che doveva accontentarsi delle radiocronache. I nastri delle partite venivano inviati per posta aerea in Europa, montati e trasmessi nei cinema o in televisione.
A Lisbona, nel 1956, la FIFA decise di riportare, dodici anni dopo Brasile 1950, il Mondiale del 1962 in Sud America, e precisamente nel "povero" Cile. Grande fu lo scalpore: in primo luogo dell'Argentina, che era la favorita ad ospitare una manifestazione a cui ambiva da tempo, e poi dei paesi europei, compresa l'Italia: fecero sensazione, in Cile, gli articoli di molti giornalisti del bel Paese che si chiedevano come un paese sottosviluppato come quello potesse pensare di ospitare una manifestazione tanto importante. Queste dichiarazioni furono molto pesanti e scatenarono la rabbia dei cileni.

La verità stava nel fatto che, dietro alla decisione della Federazione, c'era stato l'appoggio decisivo del Brasile, che non avrebbe visto di buon occhio la partecipazione ad un Mondiale argentino. A peggiorare la situazione già critica del Paese sudamericano contribuì anche il terremoto di Valdivia del 1960, il sisma più forte del XX secolo che, d'altra parte, mobilitò l'orgoglio nazionale: alla fine, il Mondiale non incontrò alcun problema organizzativo.

L'Italia, quattro anni dopo la disfatta di Belfast, riuscì a qualificarsi alla fase finale vincendo i due non gravosi impegni contro Israele (4-2 a Ramat Gan e 6-0 a Torino).

Sebbene la critica fosse speranzosa, gli azzurri, guidati da un duo formato da Paolo Mazza e Giovanni Ferrari, vennero inseriti in un girone piuttosto duro, con Germania Ovest, Svizzera e i padroni di casa del Cile. L'esordio fu uno 0-0 con la Germania che però suscitò alcune polemiche tanto che i due tecnici fecero diversi accorgimenti tecnici nella partita contro il Cile. Questa partita che rimase nella storia come la Battaglia di Santiago, la nazionale italiana fu accolta dai fischi di 60.000 spettatori che dopo quegli articoli odiava gli italiani. L'arbitro Aston, come tutti gli arbitri del mondiale, si dimostrò impreparato tecnicamente e psicologicamente e non riuscì a tutelare i giocatori, l'Italia rimase in nove per falli di reazione alle scorrettezze impunite dei cileni, soprattutto quelle di Sanchez che ruppe il naso di Humberto Maschio con un pugno e perse 2-0. La sconfitta sancì l'eliminazione dal torneo nonostante la vittoria nell'ultima partita contro la Svizzera 3-0.
Nel corso del torneo ci furono molti infortuni eccellenti spesso dovuti alla durezza delle partite: Pelè si infortunò nei gironi e finirà il suo mondiale lì per colpa di uno stiramento, Lev Jašin stordito da un calcio fu eliminato, il russo Dubinski subì la frattura di tibia e perone.
Il Cile aiutato dagli arbitri eliminò ai quarti la Russia 2-1 mettendo fuori uso il grande portiere Lev Jascin, colpito da un calcio del cileno Landa e arrivò fino in semifinale battuto 2-4 dal Brasile in un'altra partita molto fallosa che vide l'espulsione di Garrincha, esasperato dai calci dei cileni. Il Cile concluse terzo battendo di misura la Jugoslavia. In finale arrivò anche la Cecoslovacchia, squadra simile come stile all'Ungheria 1954. Il Brasile vince 3-1 in una gara equilibrata che mise in luce la stella ceca Masopust (Pallone d'oro 1963) e l'attacco del Brasile stellare anche senza Pelè.
___________________________________________________________________________
Vincitore Brasile
Secondo Cecoslovacchia
Terzo Cile
Quarto Jugoslavia
___________________________________________________________________________-
e ANCHE la settima edizione del mondiale, va in archivio... andiamo all'anno 1966. io nascevo in quell'anno, ma i mondiali passarono prima.

Giuliano_kio
14d5212d-8aae-402b-bee9-57415c71ac1a
« immagine » Il campionato mondiale di calcio 1962 o Coppa del mondo Jules Rimet del 1962 è stata la settima edizione del campionato mondiale di calcio per squadre nazionali maggiori maschili organizzato dalla FIFA ogni quattro anni. Si è disputata in Cile dal 30 maggio al 17 giugno 1962. Le città...
Post
11/06/2018 16:45:28
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Mondiai di calcio 6° edizione 1958

11 giugno 2018 ore 16:38 segnala

Il campionato mondiale di calcio 1958 o Coppa del mondo Jules Rimet del 1958 (in svedese Världsmästerskapet i fotboll 1958) è stata la sesta edizione del campionato mondiale di calcio per squadre nazionali maggiori maschili organizzato dalla FIFA ogni quattro anni.
Si disputò in Svezia dall'8 al 28 giugno 1958 e fu vinto dal Brasile. Fu la prima edizione a cui l'Italia non riuscì a qualificarsi, la prima ad essere trasmessa in televisione in paesi anche non confinanti e quella ad aver prodotto il marcatore più prolifico per singolo torneo nella storia dei mondiali: il francese Just Fontaine, che segnò 13 reti in sei partite.
Fu il mondiale della consacrazione di Edson Arantes do Nascimento, detto Pelé, numero 10 brasiliano. O Rei conquistò i primati di più giovane marcatore (contro il Galles) in un mondiale e più giovane campione del mondo della storia, a 17 anni.
PELE', visto il film del 2016, e devo dire, che secondo me, PELE', è stato il piu' grande di tutti, come calciatore, e credo che PELE' era piu' forte di MARADONA, anche se MARADONA,è un grande calciatore. Ma PELE' abbi qualcosa in piu'. PARERE PERSONALE.....
____________________________________________________________________________
Vincitore Brasile
Secondo Svezia
Terzo Francia
Quarto Germania Ovest










Mondiali di calcio,,, 5 ° EDIZIONE

11 giugno 2018 ore 16:28 segnala

Il campionato mondiale di calcio 1954 o Coppa del mondo Jules Rimet del 1954 è stata la quinta edizione del campionato mondiale di calcio per squadre nazionali maggiori maschili organizzato dalla FIFA ogni quattro anni.
Si disputò in Svizzera dal 16 giugno al 4 luglio 1954. Le città ospitanti furono: Basilea, Berna, Ginevra, Losanna, Lugano e Zurigo.
La manifestazione venne vinta sorprendentemente dalla squadra della Germania Ovest che batté in finale per 3-2 dopo una clamorosa rimonta la nazionale dell'Ungheria, formata da una serie di eccellenti giocatori e nettamente favorita alla vigilia. Dopo la finale furono affacciate ipotesi di doping da parte della squadra tedesca; i dubbi non sono mai stati completamente fugati.
Il torneo ebbe la più elevata media di gol a partita nella storia dei mondiali di calcio: ben 5,38 (140 gol in 26 partite). Fu inoltre il primo trasmesso in televisione, distinguendosi come uno dei primi eventi seguiti dalla neonata Rai italiana.
Per i primi 50 anni della FIFA, nel 1954, alla Federazione sembrò una buona idea tenere i mondiali di quell'anno "in casa propria": la Svizzera fu così selezionata come paese ospitante. Al Mondiale svizzero parteciparono 16 squadre: fatte salve la nazionale di casa e l'Uruguay vincitore in carica, le altre dovettero disputare le qualificazioni. Degna di nota l'Italia, che non partecipava ad un torneo di qualificazione dal mondiale casalingo del 1934 (unico caso di «padroni di casa» che dovettero conquistarsi la partecipazione). Per la nazionale azzurra fu poco più che una formalità, visto che, inserita in un girone a due con l'Egitto, lo sconfisse sia al Cairo che a Milano.
Presero parte alla fase finale altre 11 nazionali europee, tre americane e un'asiatica, l'esordiente Corea del Sud. Fecero la loro prima apparizione a un campionato mondiale anche la Turchia (che si qualificò a spese della Spagna per sorteggio: a Roma, il 17 marzo, il quattordicenne Luigi Franco Gemma estrasse a caso il nome della Nazionale mediorientale) e la Scozia, escluse a Brasile '50. Entrò in gioco per la prima volta la Germania Ovest, esclusa nel 1950 in quanto paese aggressore nella seconda guerra mondiale.
Per la prima volta vennero scelte delle "teste di serie", che influenzarono la composizione e lo svolgimento dei gironi eliminatori: le due squadre considerate le più forti di ogni gruppo non si sarebbero incontrate e, dunque, per ogni girone da quattro squadre ogni nazionale avrebbe giocato solamente due partite, salvo spareggi qualora la seconda e la terza classificata fossero state a pari punti. Ne furono necessari due: uno nel gruppo 2 fra Germania Ovest e Turchia, terminato 7-2 per i tedeschi, e l'altro fra Italia e Svizzera, interno al gruppo 4.
Classificata appunto come «testa di serie», l'Italia fu inserita nel gruppo 4, considerato piuttosto difficile, tutto europeo, con la Svizzera, l'Inghilterra e il Belgio. Perse a Losanna, all'esordio, contro i padroni di casa; l'arbitraggio del brasiliano Mario Viana (che sarebbe stato in seguito radiato dalla FIFA) fu aspramente contestato dai calciatori italiani, che arrivarono ad aggredirlo nel cammino verso gli spogliatoi: in particolare fu fonte di polemiche l'annullamento di un gol di Lorenzi. Pur superando il Belgio nel secondo match, l'Italia fu costretta allo spareggio, ancora contro gli svizzeri, per staccare il secondo biglietto utile per i quarti di finale (il primo se l'era già assicurato l'Inghilterra). A Basilea, gli svizzeri si imposero per 4-1 e l'Italia tornò a casa.
Nei gruppi 1 e 3, invece, si procedette al sorteggio per determinare le prime classificate del girone. Nel primo caso, Brasile e Jugoslavia erano entrambe a 3 punti (una vittoria e un pareggio ciascuna), e la fortuna premiò i verdeoro; nel secondo l'Uruguay poté superare l'Austria dopo che entrambe avevano ottenuto due vittorie in campo. Questa complicata formula del torneo non fu più riproposta nelle edizioni successive.
la GERMANIA OVEST, vinse, questa edizione come Germania ovest, non come GERMANIA. La Germania est, NON esiste piu' ok, ma non so se, è giusto che nel conteggio di coppa del mondo, la GERMANIA, possa mettere anche il conteggio di quella Germania ovest che non esiste piu'. IO credo di no, Erano due stati completamente diversi.
_____________________________________________________________________________
Vincitore Germania Ovest
Secondo Ungheria
Terzo Austria
Quarto Uruguay
_____________________________________________________________________________
Mondiali di calcio EDIZIONE MIA

Giuliano_kio'

Mondiale di calcio 4. edizione

11 giugno 2018 ore 16:11 segnala


Il campionato mondiale di calcio 1950 o Coppa del mondo Jules Rimet del 1950 (Copa do Mundo de 1950) è stata la quarta edizione del campionato mondiale di calcio per squadre nazionali maggiori maschili organizzato dalla FIFA ogni quattro anni.

Si svolse, dopo una lunga pausa di dodici anni dovuta alla seconda guerra mondiale, in Brasile dal 24 giugno al 16 luglio 1950. Le città ospitanti furono Belo Horizonte, Curitiba, Porto Alegre, Recife, Rio de Janeiro e San Paolo.
Per la prima volta intitolato al suo creatore Jules Rimet, da 25 anni alla presidenza della FIFA, il trofeo fece ritorno in Sud America. L'Europa era gravemente provata dalle distruzioni provocate dalla seconda guerra mondiale e, durante una conferenza in Lussemburgo il 26 luglio 1946, il Brasile si candidò, unico paese, come organizzatore per il 1950, ripresentando la stessa proposta che aveva già avanzato per l'edizione cancellata del 1942. La FIFA accettò quasi subito, esorcizzando così la concreta paura che il torneo potesse cadere nel dimenticatoio.

La Germania Ovest e il Giappone, le due nazioni ritenute le maggiori responsabili della guerra, furono escluse in partenza, così come era successo per i Giochi olimpici di Londra 1948. Similmente a due anni prima, fece eccezione l'Italia che pur essendo stato paese aggressore, venne comunque invitata: era campione in carica e Ottorino Barassi, presidente della Federcalcio, non solo era vicepresidente della FIFA ma si era incaricato della custodia della Coppa Rimet durante gli anni burrascosi della guerra. Inizialmente gli azzurri tentennarono, poiché il paese era ancora in fase di ricostruzione dopo la fine del conflitto. Perché i detentori accettassero l'invito probabilmente fu decisiva l'offerta della FIFA, che aveva promesso di pagare alla delegazione azzurra tutte le spese necessarie per la trasferta: viaggio che avvenne in nave e non in aereo, a causa dello shock che aveva provocato appena un anno prima la tragedia di Superga, l'incidente aereo che segnò la fine dell'epopea del Grande Torino.
_____________________________________________________________________________
Vincitore Uruguay
Secondo Brasile
Terzo Svezia
Quarto Spagna
____________________________________________________________________________
NB.....Sto ripercordendo la storia dei mondiali di calcio.
siamo partiti dal 1930,,,,,piu' 4= 1938,,,piu' 4,,,,1942...non so se si sia poi disputato ho no, e nel 1946, finiva la seconda guerra mondiale.
la quarta edizione, è il 1950.














mONDIALE DI CALCIO 3° EDIZIONE

11 giugno 2018 ore 15:52 segnala


e SIAMO ALLA TERZA EDIZINE dei mondiali di calcio, e siamo nel 1938, io chiaro non ero ancora nato,ma credo sia divertente, fare un viaggio attraverso i mondiali.In occasione della terza edizione dei mondiali di calcio, in programma in Francia nel 1938, l'Italia si presentò da campione in carica, pur tra le polemiche che avevano accompagnato la vittoria della Coppa del Mondo del 1934.
Gli azzurri, guidati sin dal 1929 da Vittorio Pozzo, avevano fatto proprio l'ultimo mondiale battendo in finale la Cecoslovacchia. Al tempo stesso, l'Italia aveva conquistato per la seconda volta la Coppa Internazionale, nell'edizione 1933-1935, e soprattutto si era aggiudicata la medaglia d'oro al torneo di calcio delle Olimpiadi di Berlino nel 1936.
Dal canto proprio, l'Ungheria era reduce da un quarto (1927-1930) e due terzi posti (1931-1932 e 1933-1935) nella Coppa Internazionale. Al torneo olimpico di Berlino del 1936 era stata, invece, eliminata agli ottavi di finale, mentre nella precedente edizione della Coppa del Mondo del 1934 era uscita ai quarti di finale per mano dell'Austria.
Alla vigilia del mondiale, le due nazionali si erano già affrontate sedici volte, con un bilancio di otto vittorie italiane, quattro pareggi ed altrettante affermazioni ungheresi: nell'ultima sfida, il 25 aprile 1937 a Torino, erano prevalsi gli azzurri per 2-0 .
____________________________________________________________________________
Vincitore Italia
Secondo Ungheria
Terzo Brasile
Quarto Svezia


3d8361aa-1567-41a6-9f93-27b0cf5cb079
« immagine » « immagine » e SIAMO ALLA TERZA EDIZINE dei mondiali di calcio, e siamo nel 1938, io chiaro non ero ancora nato,ma credo sia divertente, fare un viaggio attraverso i mondiali.In occasione della terza edizione dei mondiali di calcio, in programma in Francia nel 1938, l'Italia si pres...
Post
11/06/2018 15:52:28
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

MOANDIALE DI CALCIO 2° EDIZIONE

11 giugno 2018 ore 15:40 segnala

CIAO ha tutti voi, e siamo assati al secondo mondiale di calcio, si disputa in ITALIA..
Il campionato mondiale di calcio 1934 o Coppa del mondo Jules Rimet del 1934 è stata la seconda edizione del campionato mondiale di calcio per squadre nazionali maggiori maschili organizzato dalla FIFA ogni quattro anni.
Si disputò in Italia dal 27 maggio al 10 giugno 1934 e fu vinto dall'Italia, che in finale sconfisse per 2-1 la Cecoslovacchia dopo i tempi supplementari.
Vincitore Italia
Second Cecoslovacchia
Terzo Germania
Quarto Austria

MONDIALE DI CACIO...1^ EDIZIONE

11 giugno 2018 ore 15:32 segnala

LA nazione cui si è giocato è stata l'URUGUAY....il qual
e ebbe anche l'onore, di essere la prima nazione a organizzare, un mondiale di calcio, e anche la prima nazione, ha vincere un mondiale di calcio.
l'IIMAGINE che vedete qui sopra, è quello che ho trovato.
Il campionato mondiale di calcio 1930 è stata l'edizione inaugurale del campionato mondiale di calcio per squadre nazionali maggiori maschili. Ebbe luogo in Uruguay dal 13 al 30 luglio.
Vincitore Uruguay

Secondo Argentina
Terzo Stati Uniti
Quarto Jugoslavia
__________________________________________________________________________
Statistiche
Miglior marcatore Argentina Guillermo Stábile (8)
Incontri disputati 18
Gol segnati 70 (3,89 per incontro)
Pubblico 650 000
(36 111 per incontro)

E PURE COSì ERO ANCHE IO

26 maggio 2018 ore 04:11 segnala
,
CIAO a tutti voi, come stat? SPERO bene, io insomma sono senpre quello che sono, e stasera mi va di parlare.
La storia di stasera, ho di stamattina, visot che non riesco a dorire, sono le 4. Alle 4 di mattins uno dorme, non sta al conputer.
IERI sera, dop tre giorni MICKY MAO, è tornato a fari visita. ma la storia qui è finita..ALLORA ve la devo raccontare ammodo.
L' anno passato, presi un gattino piccolo piccolo. TUTTI mi dicevano castralo, e io mai fatto. Perchè non puoi toglliere, la voglia, di fasi la proprio prole.
Poi, in un anno me lo hanno schiacciato, e io lo portai al vetrinaio. AVEVA 4 fatture, e mi disse la vetrinaia, di castrarlo. IO non lo castrato, ma quando ieri sera è tornato per mangiare e beve da quella ciotola, erano gia tre giorni, che mancava,forse è in innammoro.
Pero' quella forza li che ha per accoppiarsi con altre gatte, gli ha permesso di guarire, di vivere, di rafforzarsi. PENSO a non averlo castrato, abbia io avuto ragione. E' tornato a saltare, e miagolare.

_____________________________________________________________________________
IL venerdì sera tra me e michell, c'è quello di mangiare una pizza, in casa. E ieri sera come ogni venerdì abbiamo preso la pizza, e se la siamo portati a casa. Nel mentre della cena, abbiamo visto tornare dalla strada MIKY MAO, e Michell, lo ha chiamato. Lui è venuto in casa, io li ho dato un medaglione, lo tratto sempre bene, perchè li voglio talmente bene, a questo gatto, come fosse un figliolo.
Insomma, io tonro a tavola, vedo che mangia, poi va a bere, e se ne va via subito, passando dallafinestra. IO allora mi alzo da tavola, e vado fuori. LO chiamo, tse tse, lui si gira, verso di me, mi guarda, e come dicesse,:
==== MI PIACE MA IO VADO VIA====. COME mi chiedesse scusa, ma lui voleva andare via. IO ho capito che è sempre in innammoro, e come mi dicesse, ===NON PREUCCUPARTI STO BENE==== Poi si è voltato, è passato attraverso un cancelletto, ed è andato via.
IO ho pensato, e pure, così lo facevo anche io, quando ero innammorato, di qualche ragazza, che mi faeva perderela testa. NON avevo voglia di mangiare, ma avevo voglia di stare con lei.
COME pensavo, così lo facevo anche io, anche i gatti, che non parlano, hanno le loro esigenze le loro emozioni.
IO sono stato criticato molto, perchè non mi andava di castrarlo, ma io dico, che chi castra un gatto, ho sterelizza una gatta, se è femmina, è solo puro egoismo, e voglia solo di possedere la vita degli altri.
IO penso, che delle volte, anche tra gli esseri umani, c'è lo stesso comportamento di possesso, verso li altri.
IO invece, il miodetto, è sempre stato==== VIVI ELASCIA VIVERE======
Ciao a tutti voi----......

Giuliano_kio'
efda8905-7036-47ad-a379-e079c1377683
« immagine » , CIAO a tutti voi, come stat? SPERO bene, io insomma sono senpre quello che sono, e stasera mi va di parlare. La storia di stasera, ho di stamattina, visot che non riesco a dorire, sono le 4. Alle 4 di mattins uno dorme, non sta al conputer. IERI sera, dop tre giorni MICKY MAO, è tor...
Post
26/05/2018 04:11:35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

ERO EMOZIONATO AL KARAOKE

30 aprile 2018 ore 17:01 segnala
CIAO a tutti voi,,,come state? Spero bene.
Si vero, questo blog, ha vissuto, piu scritture, forse sto invecchiando, ma quando provo un emozione nuova, come quella di sabato sera, mi viene di scriverla.
SABATO sera, non avevo voglia di stare a casa, in fondo, anche lei, la mia compagna, la vedevo, e allora abbiamo deciso, di andare a mangiarci qualcosina, ma piu' che altro, voleto tornare al karaoke.
CANTATRE, ho sempre cantato, sono quasi 20 che canro nei karaoke, lo anche fatto, ma mi mancava la pazienza, e ho smesso. Ho suonato chitarra, e andavo senpre, a leggere, come nascevano i Gruppi, ho i complessi, come li chiamavano negli anni 60.
Poi, la vita, mi ha portato a snettere la mia passione.
Negli ultimi 2 anni sono andato al karaoke almeno 10 volte, mentre, prima di questi 2 anni, erano 18 anni, che non perdevo una cantatina al karaoke. In fondo, mi è servito, come una cosa, per non isolarmi, come avrebbe fatto la vita. CERCA DI isolarti, ma se non lo permetti, nessuno ti puo' isolare. Io la chitarra, il karaoke, la musica come un hobby, un accessorio. Oggi non avrei avuto un amore, che vivo adesso.

____________________________________________________________________________

Ma la vita, senza tante possibilta' economiche, ti isola, ma tocca semrpe a noi non arrendersi mai. e SABATO SERA SONO TORNATO AL KARAOKE, ma ero terrorrizzato, dall'idea di prendere un microfono, e cantare.
Michell, la mia compagna, mi ha chiesto di cantare con lei, Lo fatto, e se ho cantato bene, forse lo devo a lei, e mi si è riaccesa la luce, la voglia ancora di cantare. FORSE, ho preso una pausa.
Oggi non sono ne ricco ne povero. Ho solo un lavoro, e un amore, di donna, fantastica, e sono felice, per quello che la vita mi offre. Peccato pero' che i governati, vogliono distruggere anche quel poco di buono, che l'italia fa, per vivere, in pace.
Una cosa che ho dentro. NOn potete dirmi che, vogliono governare quelli, altrimenti, si sarebbero uniti, fatto il governo, e avrebbero fatto cose, forse anche per migliorare le condizioni di vita delle persone.
SEMPRE piu' in bilico nel lavoro, e schiacciate dalle tase. VISTO. che non governa nessuno, ma s vuoi metterti in prorpio, le tasse sono gia' aumetate, senza che governa nessuno.
Ma chiudo la parentesi sfogo, non parlo per me, che ho lavoro, ma parlo, per chi lo ha perso, e non trova una via di uscita, e il governo votato, non c'è ancora.
___________________________________________________________________________

Insomma Torno a sabato sera, ero terrorrizato, nel prendere un microfono in mano e cantare, come facevo di solito, e se non fosse partita michell. forse io avrei fatto un fiasco. L'ultima volta,, cantai, circa 2 mesi fa, e stonai, senza pensare che, l'altro karaokista, suonava con una cassa sola, ed allora ho capito, che forse non era solo colpa mia, ma anche con cui l'impiato di karaoke canti.
Comunque, avevo anche snesso, perchè molti amici miei, li ho persi. Ma molti li ho ritrovati sabato sera...CIAO HA TUTTI VOI

Giuiano_kio
8c10de38-fd5f-48ba-893f-831cf62ed44a
CIAO a tutti voi « immagine » ,,,come state? Spero bene. Si vero, questo blog, ha vissuto, piu scritture, forse sto invecchiando, ma quando provo un emozione nuova, come quella di sabato sera, mi viene di scriverla. SABATO sera, non avevo voglia di stare a casa, in fondo, anche lei, la mia...
Post
30/04/2018 17:01:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment