You’ll Never walk alone

06 gennaio 2020 ore 06:10 segnala


QUESTA canzone è un po, un inno alla vita, si puo dire. NON CAMMINARAI MAI
SOLO.
Eppure chi ha scritto questa canzone, era un genio.
ok La storia di You’ll Never Walk Alone, uno degli inni più amati nel mondo del calcio
-Oltre che dal Liverpool, You’ll Never Walk Alone è stata adottata dal Celtic di Glasgow, dall’Hibernian di Edimburgo, dal Feyenoord di Rotterdam, dal Twente di Enschede, dal St. Pauli e dal Borussia Dortmund in Germania, dal Genoa e dalla Salernitana in Italia. -Tra le versioni più importanti del brano tratto dal musical Carousel vanno ricordate quelle di Frank Sinatra, Barbra Streisand, Judy Garland, Johnny Cash, Elvis Presley e Tom Jones. -Nella versione cantata dalla Kop di Liverpool, appare anche sullo sfumare del brano Fearless, uno dei capolavori dell’album Meddle dei Pink Floyd (1971).
___________________________________________________________________________________
LO messo per mettere omaggio al LIVERPOOL, la mia seconda squadra cui io tifo. FIN da bambino, quando vincevs la coppa dei campioni, l'allora champion legue.
SENZA, ricordare la finale di coppa dei campioni, per me, fu un errore madornale, togliere le squadre inglesi dalle coppe europee.
INSOMMA, GRAZIE ALLA loro serieta', serierata' io dico, fare STADI NUOVI, con i prorpir soldi, senza chiedere al popoplo, le squadre di calcio inglesi, si sono create, un teatrino della PREMIERE LEGUE, E FORSE, da piccolo, capii' ho intui, che il LIVERPOOL, sarebbe statta, la mia seconda squadra di calcio, cui i tifavo.
LA FIORENTINA, la prima, cui io sono nato nel mito di GIANCARLO ANTOGNONI, piano piano sta crollando, e sempre piu' deludente. CHIARO, tifo lo stesso, ma con rassegnazione, cui, ha FIRENZE, nella terra dei GUELFI E GHIBELLINI, dove nessuno è daccordo mai, non vedro' mai uno stadio di proprita'.
HA un ultimo, L'EVERTON, la seconda squadra di LIVERPOOL, è nata prima del LIVERPOOL stesso. ANCELOTTI, forse, era l'unico allenatore, che potesse rialzare il club. IERI, speravo che il LIVERPOOOL, perdesse, da sportivo, ma pazienza, si salvera'...
E quast'anno, la premier, spero si tinga dei colori del LIVERPOOL.......REDS

GIULIANO_KIO

ANIMALI DOMESTICI...NON LI SPERDERE MAI

05 gennaio 2020 ore 09:16 segnala

MIKY MAO, questo è il mio gatto. LO preso quando era piccolo, e lo cresciuto. E' maschio, dopo 4 anni, non averlo castrato, me ne sono pentito, perchè non sta piu' in casa. NELLA SUA indole, c'è quello di accoppiarsi, per fare la propria prole. LO hanno i gatti che non sono ne castrati,maschi, ne sterelizzate femmine.
NON viene piu' in casa, ma non ci penso nemmeno a portarlo a sperdere. HO sbagliato, vero a non castrarlo, vero, ma li lascio fuori dal terrazzo, lo stesso del cibo. PER lui, perchè nonstante tutto, è una mia responsabiliat'. Lo preso, e per questo, lo porto a sperdere.
DICO questo
, perchè stamani, una utente di facebook, ha lasciato un video cui io non riesco a riprodurre qui, che c'era una donna, che lasciava un cane, sul marciapiede. MI sembrava che quel cane, avesse una gamba in meno.
LO so che è sbagliato, portare a sperdere un animale domestico. MA io invece di giudicare, voglio fare, un esame di coscienza. IN MOLTI criticavano, quella signora. IO HO notato, che nessuno di questi utenti, che lasciavano un commento, davanonil giudizio, senza interrogarsi.
MA NOI SE SI FISSIMO TROVATI COME QUELLA DONNA, CON UN CANE CON UNA GAMBA IN MENO, LO SI AVREBBE TENUTO QUEL CANE, OPPURE, SI AVREBBE FATTO, COME QUELLA DONNA CHE LO SPERSO?
Il motivo è chiaro, il cane con una gamba in meno, è una spesa in piu' dal vetrerinario. CANE, sperso, una spesa in meno.
PERCHE' secondo me, è inutile, continuare, con questo narcisismo, se poi noi, non sappiamo come si, agisce, in quelle condizioni.
GLI animali spersi, forse, sarebbe bene, che io con il mio blog, lo segussi piu' da vicino. MA io non giudichero' mai, anzi, dro' la notizia, ma non giudichero' mai, perchè prima di giudicare, devo prima farmi l'esame di coscenza.
____________________________________________________________________________________
sto pensando di prendere un altro gatto, stavolta lo castro, lo la sterelizzo, ma un cane, anche se mi piace, non lo posso prendere, perchè, è un impegno doppio di un cane. IN fondo, il mio gatto, viene a mangiare sempre, ma sta da solo, e fino a che è iun vita, li lascero la sua scodellina, sul terrazzo. Ma un cane no. NON ho la testa, duqnue non lo prendo. PERCHè è una responsabilita' . LA responsabilita', di un essere vivente, e della sua vita.
DUQNUE, PROVIAMO se con il mio blog, reisco, a far capire, a certe persone, certi valori, prima di prendere una decisione.
PERCHE' a me piange il cuore, quando vedo sperdere un animale domenstico, davvero, un immagine brutta, e forse, meglio, pensare, prima come possiamo fare, ho se siamo in grado di prendere, un cane, un gatto, oppure un animaletto, simpatico per la nostra casa...ciao a tutti voi

Giuliano_kio

LA BEFANA VIEN DI NOTTE...ma da dove inzia tutto questo?

05 gennaio 2020 ore 08:07 segnala

LA befana vien di notte, con le scarpe tutte rotte, e porta i doni hai bambini. BELLA questa storia, quando ero piccolo, credetemi, la preferivo al NATALE. non SO VOI, MA HAI miei tempi, la festa piu' cercata, dai bambini di allora, era la befana.
POI lo stato, tolse la BEFANA, come festa, non so per quale ragione stupida, e poi, l'hanno riammessa. PERCHE', forse anche i politici, hanno capito, che forse,non era giusto, togliere sogni hai bambini. dopo di me, si festeggiavano la BEFANA, ma gli anni di censura, dico della festa, aveva fatto tramontare, quell'idea, di quella signora che portava i doni a noi bambini. IL NATALE, per forza, si doveva spendere e basta, e forse per quello, ancora oggi adoro questa festa. FORSE, perchè la nostalgia, quella di tornare bambino, ancora oggi, la sento in me. IN fondo, credo chi oggi come me, 54 anni, quel sogno di vivere per sempre, ci sia ancora, intatto...come allora.
OK Ma io sono curioso, di vedere nei siti, nei vari siti dell'web, cosa dicono della befana, e speriamo che possa, portarla qui...
______________________________________________________________________________________

____________________________________________________________________________________
LA BEFANA VIEN DI NOTTE CON LE SCARPE TUTTE ROTTE
La storia della befana inizia nella notte dei tempi e discende da tradizioni magiche precristiane. Il termine “Befana” deriva dal greco “Epifania”, ovvero “apparizione” o “manifestazione”. La Befana si festeggia, quindi, nel giorno dell’Epifania, che solitamente chiude il periodo di vacanze natalizie.
La Befana è rappresentata, nell’immaginario collettivo, da una vecchietta con il naso lungo e il mento aguzzo, che viaggiando su di una scopa in lungo e in largo, porta doni a tutti i bambini. Nella notte tra il 5 e il 6 di gennaio, infatti, sotto il peso di un sacco stracolmo di giocattoli, cioccolatini e caramelle (sul cui fondo non manca mai anche una buona dose di cenere e carbone), la Befana vola sui tetti e, calandosi dai camini, riempie le calze lasciate appese dai bambini. Questi, da parte loro, preparano per la buona vecchina, in un piatto, un mandarino o un’arancia e un bicchiere di vino. Il mattino successivo, oltre ai regali e al carbone per chi è stato un po’ più cattivello, i bambini troveranno il pasto consumato e l’impronta della mano della Befana sulla cenere sparsa nel piatto.
Come dice la famosa filastrocca “La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte col cappello alla romana viva viva la Befana!”, la Befana indossa un gonnellone scuro ed ampio, un grembiule con le tasche, uno scialle, un fazzoletto o un cappellaccio in testa, il tutto vivacizzato da numerose toppe colorate.
____________________________________________________________________________________
SECONDO LA TRADIZIONE

Originariamente la Befana era simbolo dell’anno appena passato, un anno ormai vecchio proprio come lo è la Befana stessa. I doni che la vecchietta portava, erano dei simboli di buon auspicio per l’anno che sarebbe iniziato.

Nella tradizione cristiana, la storia della befana è strettamente legata a quella dei Re Magi. La leggenda narra che in una freddissima notte d’inverno Baldassare, Gasparre e Melchiorre, nel lungo viaggio per arrivare a Betlemme da Gesù Bambino, non riuscendo a trovare la strada, chiesero informazioni ad una vecchietta che indicò loro il cammino. I Re Magi, allora, invitarono la donna ad unirsi a loro, ma, nonostante le insistenze la vecchina rifiutò. Una volta che i Re Magi se ne furono andati, essa si pentì di non averli seguiti e allora preparò un sacco pieno di dolci e si mise a cercarli, ma senza successo. La vecchietta, quindi, iniziò a bussare ad ogni porta, regalando ad ogni bambino che incontrava dei dolcetti, nella speranza che uno di loro fosse proprio Gesù Bambino.
__________________________________________________________________________________
LA BEFANIA DI URBANIA

Oggi, dopo un periodo in cui era stata relegata nel dimenticatoio, la storia della befana riprende vita in un piccolo paese dell’entroterra marchigiano, Urbania. La Befana torna a indossare i suoi abiti un po’ malconci e a dispensare regali e piccole ramanzine per gli inevitabili capricci di tutti. Questa simpatica vecchietta sta, quindi, vivendo una seconda giovinezza, legata alla riscoperta e alla valorizzazione delle antiche radici e della più autentica identità culturale.
__________________________________________________________________________________
FORSE, dovrei continuare, tramiti i siti, e cercare anche nei siti esteri, ma non credo, ma una cosa vogliamo riconoscere all' EPIFANIA?...E' UNA FESTA ARBITRARIA, SI puo' definire.
LA BEFANA VIEN DI NOTTE, PORTA I DONI,,,,MA PORTA ANCHE IL CARBONE, per chi è stato cattivo. DUQNUE, una festa, che forse i politici non volevano, perchè sapevano forse di prendere solo carbone....be' una battuta la faccio anche io...cuai a tutti voi alla prossima idea...

Giuliano_kio

MIKY LE SUE CARATTERISTICHE

01 gennaio 2020 ore 07:53 segnala

NON dire gatto se non lo hai nel sacco, diceva un certo Trapattoni, ma se hai un gatto ho un cane un animale domestico, hai sempre una responsabilita'. QUELLO di opeoter permettere al nostro amico, una corretta vita.

MIKY MAO, il nome cui io ho battezzato, questo simpatico amico di viaggio, in questa vita, lo presi 4 anni fa ed era un cucciolo.
I gatti li ho senpre amati, ma non posso sapere, le razze.
____________________________________________________________________________________
Ho messo alcune foto sue, una con il pelo lungo, il quale mi hanno detto, che dovrebbe essere un gatto razza norvegese. Infatti ha il pelo lungo. PELO CORTO?
IN estate, lui si taglia il pelo da se. UNA bella caratteristica, per un gatto.
Maschio, non castrato, non sta mai in casa. FELINO, marca il suo territorio, come un LEONE, carattesistica, di tutti i felini. E come il suo cugino, Leone, non vuole, altri simili, a casa sua. hO MEGLIO, AL PRINCIPIO, CREDEVO, scacciasse altrti maschi, no. LUI, intorno alla sua ciotola, scaccia anche le femmine. INSOMMA, un gatto padronale, non c'è che dire.
PERCHE' PARLO DI MIKY MAO. Ma perchè da ieri sera non lo vedo. Lo chiamo e non lo vedo. IERI SERA, CHE ERA L'ULTIMO DELL'ANNO, ERO A Casa, cena tra amici, lui, non è voluto, venire in casa. NON ce stato verso. scappava, ma veniva regolarmente, alla sua ciotola.

CHE dire, i botti, spaventano i gatti, ma anche i cani, e spesso, spavenatno anche noi umani, che compiamo il gesto di sparare un colpo, per scacciare, il vecchio anno. UN rituale, che va avanti da tempo.
NON vorrei ma quei botti lo ha fatto scappare, e fino a che i botti, non finiscono, lui avra' camminato. E quando smette di camminare, puo' essere anche a 50 km da qui. E' una caratteristica, di un gatto, ma anche rdi un cane, oer chi ama il cane, come compagnia, ma sempre un animale domenstico è.
UNA senzazione, che avevo da ieri...HA PROPROSITO DI Botti di fno anno, speriamo, che quest'anno, la gente, che fa scoppiare, petardi raudi, e roba del genere, abbia avuto, piu' testa, degli anni passati, dove alla fine, si contano, morti e feriti.
CIAO A TUTTI VOI..E ANCORA,,,, buon 2020. che SIA UN ANNO PIENO DI AMORE....



Giulano_kio
f5a186d5-f18c-4969-a666-cba5c5e26e41
« immagine » NON dire gatto se non lo hai nel sacco, diceva un certo Trapattoni, ma se hai un gatto ho un cane un animale domestico, hai sempre una responsabilita'. QUELLO di opeoter permettere al nostro amico, una corretta vita. « immagine » MIKY MAO, il nome cui io ho battezzato, questo simpat...
Post
01/01/2020 07:53:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

ANNO 2020....TRA POCO SI PARTE

31 dicembre 2019 ore 19:49 segnala

CI SIAMO, l'anno vecchio è finito, ma qualche cosa qui non va...DICEVA, un tizio di nome Lucio Dalla. ERA una lettera, diceva, CARO AMICO TI SCRIVO, non so non ricordo che anno, arrivò in hit parede, ma mi sembrava, tra anni 70 anni 80.
In fondo, questa canzone, parlava, di guerra, ( c'è chi ha messo qualche sacco di sabbia viciono alla finestra).Paralava di speranza ( SI FARA' L'AMORE OGNUNOI COME GLI VA).
SI buona sera, insomma, il cantautore bolognese, deceduto pochi anni fa, era certamente, un poeta, per aver scritto dei versi, che ancora oggi, sanno di realta' che anche oggi, se la scrivesse,ora, e andasse in hit parege, questa canzone sarebbe attuale. anche oer i nostri giorni. IN fin dei conti, siamo noi umani, in qualche posto del mondo una guerra, c'è, e per ricerca, da quando l'umanita' ha messo piede, sulla terra, non c'è stato mai un anno, che non ci sia stata, una guerra.
QUESTO POOST, devo finire, avrei voluto, scrivere qualche cosa in piu'. Ma è sera di san silvestro, inizo a cucinare....POI credo di aver scritto, quello che volevo dire. POI a buon intenditore, poche parole..BUONA SERA, BUON ANNO....CI RIVEDIAMO NEL 2020....

Giuliano_kio'
50d69ee9-cc5e-47df-bfb7-43ecbfe75b6c
« immagine » CI SIAMO, l'anno vecchio è finito, ma qualche cosa qui non va...DICEVA, un tizio di nome Lucio Dalla. ERA una lettera, diceva, CARO AMICO TI SCRIVO, non so non ricordo che anno, arrivò in hit parede, ma mi sembrava, tra anni 70 anni 80. In fondo, questa canzone, parlava, di guerra, (...
Post
31/12/2019 19:49:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

LEZIONE? NON SI IMPARA MAI

29 dicembre 2019 ore 06:42 segnala

ieri si sono svolti i funerali, delle due ragazze. HO ascoltato i TG, e dicevano, che in quella strada, dove GAIA E CAMILLA, hanno perso la vita, ancora, la gente, passa, senza giuardare.
NON si impara mai, forse, prima di giudicare gli altri, capiamo, ho forse, sarebbe bene, capire, cosa facciamo noi. SE uno si butta in un pozzo, diceva mia nonna, tu non lo seguire. INVECE, qui in quella strada di ROMA, vanno dietro, alle persone, che si buttano in unn pozzo. SPERO che avete capito la metafora.
IO dico, che tante bravate, fino a che si è giovani, si puo' fare, lo fatte anche io, duqnue, nessuno è un santo. ALMENO moi esseri umani, ho umanoidi, per irla piu' breve.
ATTRAVERSANDO, quella strada, senza guardare, e senza che il semaforo sia rosso, per le macchine, be' ragazzi adulti e bambini, mettete a rischio la vostra vita.
IO dico, e ripeto, che serve un altra materia a scuola. EDUCAZIONE STRADALE, come l'ho detto sul vecchio post. PERCHè, ha parole, tutti dicono si, ma poi, fanno un po' come li pare, come niente fosse mai accaduto, be' che ci possiamo fare.
VOGLIAMO piangere su altre tombe, come GAIA E CAMILLA, e metterer nei guai quel ragazzo, ch esi forse aveva bevuto, forse faceva uso di droga, ma anche una persona sobria, forse quella sera, non le avrebbe scanzate. resta sempre nel mistero. questo dilemma.
HO solo l'incidenti, e uno studio a scopo di lucro?
Quanti soldi vi daranno, per lo scapito di un parente, non li valgono. Quando si perde qualcuno, che si ama, delle volte ci vuole anche due anni. per capire che esso è morto, ho morta.
Ma sara' un idea, ma con i soldi, mì noi, umani, abbiamo un conto in sospeso, con chi, facciamo morire di fame. E gli imigrati, sono il risultato, secondo me, di tanta crudelta'. CHE ADESSO, ci lamentiamo, perchè questi imigrati vengono qui, a cercre fortuna, ma che noi occidentali, abbiamo senza ombra di dubbio, devastato casa di essi.
SO che tutti i mali non vengono per nuocere, ma dai mali, dovremo imparare, ad avere piu' rispetto per la vita nostra, e della vita altrui..

29 dicembre 2009 Giuliano_kio'
0580fc58-04de-4f31-892f-c68b09064d90
« immagine » ieri si sono svolti i funerali, delle due ragazze. HO ascoltato i TG, e dicevano, che in quella strada, dove GAIA E CAMILLA, hanno perso la vita, ancora, la gente, passa, senza giuardare. NON si impara mai, forse, prima di giudicare gli altri, capiamo, ho forse, sarebbe bene, capire, ...
Post
29/12/2019 06:42:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    1

FIORENTINA : BEPPE IACHINI

29 dicembre 2019 ore 06:25 segnala

IL mio augurio oer BEPPE IACHINI nuovo allenatore della Fiorentina. SPERO che possa, riuscire nell'iimpresa, di poter dare una addrizzata, alla squadra.
PRENDE il posto di VINCENZO MONTELLA, anche se non per tutte colpe sue. MA certe volte, bisogna lasciare il posto a qualcuno che non siamo noi.
IO sono sempre contrario al cambio di allenatore, perchè significa, che la malgama di squadra, non esiste, e molte volte, la colpa di un esonero, è proprio della squadra, che ti ruota intorno.
PER BEPPE IACHINI, non sara' facile, specie parlare con giocatori, demotivati, che se non capiscono che la FIORTENTINA, si deve rialzare, sprofonderanno in serie B.
Molti di loro, forse non vedranno piu' la seire A. ALCUNI SE SARANNO fortunati, rimarranno, in altre realta', ma non di primo piano, come speravano.
INSOMMA, BEPPE IACHINI....FORZA....CIAO

Giuliano_kio

TORNIAMO HA SCUOLA E METTIAMO... EDUCAZIONE STRADALE

24 dicembre 2019 ore 19:48 segnala
ùù.
____________________________________________________________________________________

Roma, ragazze investite a corso Francia. L'autopsia: "Morte sul colpo". Molto alto il tasso alcolemico del conducente.
______________________________________________________________________________________
Si aggrava la posizione di Pietro Genovese, il 20enne che nella notte tra sabato e domenica ha travolto le due sedicenni. In passato anche due episodi di possesso di droga mentre a ottobre la patente gli era stata ritirata e poco dopo restituita. Il giovane è risultato non negativo ad alcune sostanze stupefacenti. L'esame autoptico: "Nessun segno di altri investimenti"
______________________________________________________________________________________
CIAO ha tutti voi, come state? Spero bene. IO stasera, vorrei, fare una proposta, non indecente, ma una poposta, ha chi fa legge, ho dice, far applicare la legge.
ERA gia un po' che volevo tornare a scrivere sul mio blog. SI sono stato, un po' assente, ma era perchè avevo altro da fare, e da pensare. Ms nel mio momento buio, vedevo cose, che avrei voluto dire. Ma in quei momenti, non avevo la testa per scrive. IN fondo, sono nato come racconta storie, e adesso che di storie non ne ho piu', da raccontare, che ho terminato il mio viaggio da vagabondo, con una donna che adesso sta con me. APPUNTO, di stortie non ne ho piu', e forse chi sta con me, mi ha fatto forse un po maturare, fino ha cui io, iniziassi la mia carriera, forse di critico, ma voglio sempre rimanere, uno spirito libero. PER cui non mi aggregero' mai, ha giornali quotidiani, ne settimanali. PERCHè sono una persona, che non piace scrivere, per politica ho per interessi personali. Mi piace scrivere, e basta.
ORA, dopo un po' di mia presentazione, vado al discorso della serata di oggi.
__________________________________________________________________________________
Roma, ragazze investite a corso Francia. L'autopsia: "Morte sul colpo". Molto alto il tasso alcolemico del conducente.ù
QUESTA NOTIZIA, data nei giorni scorsi, dai TG, e dai quotidiani, ha un po' scombussolato, il nostro vivere. INSOMMA, morire si deve tutti, prima ho poi, ma quando sono dei giovani di 16 anni, morti in quel modo, accidentale, insomma, mi fa un po' rabbia,
GAIA E CAMILLA, HANNO piu' colpa di tutti, perchè sono morte. MA nessuna somma di denaro, ridarra' la vita ad essi.
LA loro colpa? DATA, da una testimonianza, che leggo, sul web, cioè non mia, ma da una testimonianza, che dice::::
Filippo, 16 anni come le due ragazze, ricostruisce la serata: "Le ho incontrate in piazza a ponte Milvio. Il coprifuoco di solito scatta verso mezzanotte e a quel punto sono tornate indietro.. Pioveva, forse andavano di fretta. DICONO CHE ABBIANO ATTRAVERSATO CON SEMAFORO ROSSO DEI PEDONI TENENDOSI PER MANO ".LONTANO DALLE STRISCE PEDONALI..
LE RAGAZZE, sono studenti, dunque andavano a scuola, ma se in un ora, ci fosseuna materia, simile, ad EDUCAZINE STRADALE, forse le ragazze, non avrebbero attraversato senza giuardare. GUARDIAMOCI IN FACCIA, E PARLIAMO UN PO DI QUESTO.
QUANTI DI NOI, in questo momento di era, cui camminiamo a mille, e delle volte, camminando hamille, non guardiamo ne a destra ne a sinistra, potremo dire, di non fare uqell' errore? NESSUNO...MA se in una scuola, insegnassero, e non solo a scuola guida, ad avere prudenza, e calma, forse tante, sfracvelli, come quelli non succederebbero...
___________________________________________________________________________________
MA allora, secondo voi, io assolverei, chi le ha schiacciate? non dicerto, la mia materia, è analizzare tutto, Ma ho iniziato, dalle persone che adesso sono morte. andiamo a vedere, la persona cui, le ha investite.
__________________________________________________________________________________
Si aggrava la posizione di Pietro Genovese, il 20enne che nella notte tra sabato e domenica ha travolto le due sedicenni. In passato anche due episodi di possesso di droga mentre a ottobre la patente gli era stata ritirata e poco dopo restituita. Il giovane è risultato non negativo ad alcune sostanze stupefacenti. L'esame autoptico: "Nessun segno di altri investimenti"
ORA, CAPISCO CHE QUESTO RAGAZZO, ANDAVA FERMATO PRIMA, cioè andava rititrata a tempo la patente, visto che aveva gia' dei precedneti, e le sostanze, di stupefacenti, è come mettersi alla guida, della propria auto ubrichi, ma secondo voi, sei ci fosse stato, allla guida, un'altra persona, che non avesse fatto uso di sostanze stupafacenti, oppure ubriaca, pensate verramente, che egli, non avrebbe messo sotto, le due ragazze?
FORSE, non andava forte, e forse andanmento, piu' lento, con mente riposata,, le avrebbe investite uguali, e forse, le avrebbe scanzate. NON lo sapreima mai. DIREI, con certezza, e immmagino anche voi come me.
DUQNUE, in questo incidente, in questo tragedia, dove due ragazzine di sedicianni, hanno perso la vita, LA COLPA è UN PO' DI TUTTI.
la colpa, e di chi si è messo alla guida, drogato, ubriaco, non lo so, insomma, non in grado di guidare un'auto. ( vorrei sapere, chi li ha dato il permesso della patente di guida, cioè di guidare).
DI GAIA E CAMILLA, intente, nel loro tornarte a casa, per un coprifuoco, che mette tutti, sugli attenti, se si arriva tardi, si va in punizione, ed è sbagliato. LORO camminavano, senza pensare, che sulle strade, non si viaggia soli...ci sono anche gli altri.
LA colpa, è anche di noi grandi, che non abbiamo insegnato, che sulle strade ci sono delle regole, che delle volte, anche chi le sa, come me, tutti i giorni vadio via con un camion, non fa differenza. L'altro giorno ero in macchina, stavo facendo marcia indietro, una macchina, mi attrverso', e non l'avevo nemmeno vista.
E' stata solo fortuna, se non ho urtato, e non bravura.
INSOMMA, io dico che forse, andare solo a scuola guida, non basta. LA PRUDENZA, si sa viene con il tempo, quando si è giovani, è facile, farsi trascinare nella droga, ho iniziare a bere, come fosse droga, in fondo, PIETRO GENOVESE, ha 20 anni, ed è giovane, anche lui, e ha lui, li direi, di ascoltare la canzone DI RENATO ZERO.
PIU' SU. Che sicuramente, adesso stara' da cani. condannare ok, affossare no. IN FONDO ha sbagliato è vero, ma non è solo colpa sua. come abbiamo visto. E credo a 20, non è giusto, che uno non, possa avere, un modo, di riserirsi, in societa.
IL mio pensiero, è che forse, se si facesse, quell' ora ha scuola, di EDUCAZIONE STRADALE, forse, le persone, avrebbero piu' coscenza.
PADRONI LA STRADA NON HA. Siamo tutti uguali, sulla strada, e quello che non si riesce a capire, che un pedone, sulla strada, è un veicolo. PENSATECI bene, forse quello che dico io, puo' essere giudicata una boiata, ho forse, un'idea giusta, ma se noi non cambiamo, non pensateci, sara' la strada, a cambiare noi.
CIAO HA TUTTI VOI.......BUON NATALE...

Giuliano_kio
ddd0516f-d88e-43b7-8e6b-4ba43dccaee3
« immagine » ùù. ____________________________________________________________________________________ Roma, ragazze investite a corso Francia. L'autopsia: "Morte sul colpo". Molto alto il tasso alcolemico del conducente. _____________________________________________________________________________...
Post
24/12/2019 19:48:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment
    2

FIORENTINA. INFOTUNIO HO NO QUESTO HA PIEDI BUONI

19 dicembre 2019 ore 22:14 segnala
CIAO HA TUTTI VOI, in una sera due post, dopo del tempo, non ci credevo nemmeno io, ma essendo un tipo, che ama il calcio,che tifo per FIORENTINA, e LIVERPOOL, lo so, sono un po in solito, ma non ci posso fare niente. SONO fatto male, ma bisogna, saperci prendere, da noi, nel modo giusto, capirci, e viviere.
INSOMMA, amo il calcio, e non e mando a dire, non al LIVERPOOL, che quella quest'annpo va benissimo. e forse vince la premioere, e forse anche i mondiali per club. Maalla FIORENTINA, e lo faccio attraverso il mio blog. IN FONDO, il blog, serve per dire la nostra, e senza, censura. Sempre scrivendo e parlando, sempre con rispetto.
VEDETE QUESTO GIOCATORE, si chiama MONTIEL, si è infortunato, vero, ma ha i piedi buoni. LO visto in uno spezzone di partita, con cui lui, alla fine de, lla passata stagione, ha giocato, uno spezzone di partita. Giusto che ha gernnaio si vada a fare le ossa, ma giusto non perderlo, perchè io sono dell'idea, di calciatori, ce ne sono tanti, ma con i piedi buoni, ce ne sono pochi....Poi sbaglero', ma a fine anno, a fine prestito, io lo lascerei a FIERENZE....Poi come al solito saro' smentio...ciao a tutti voi.......ciao

Giuliano_kio

CIAO HA TUTTI SCUSATE IL SILENZIO

19 dicembre 2019 ore 21:44 segnala
CIAO HA TUTTI VOI COME STATE? SPERO bene, MA DICIAMO CHE VADA BENE, nel senso, ridiamo, quando invece, forse, bisogna forse, cominciare ha preuccupoarci, di nalcune cose, che se riesco a tornare, qui, le descrivero'. Ma stasera non è il caso. sono qui, per salutare voi, dopo tanto che non venivo qui. INSOMMA, forse qualcuno di voi, si ricorda, di me, di quello che scrivevo, ho quello che facevo qui sopra. ù
Avere un blog, e scrivere, se non ci si sta attenti, lo fai per hobby, ma poi, ti duventa un lavoro, senza essere pagato. PERCHè l' importante, è scrivere, quando non hai idee, di cosa scrivere di cosa parlare, qualche volta, te le inventi. qualche rubrica. MA dai, noi, che basta un sorriso una stretta di mano, per sentirci importanti.
CHI troppo vuole, in fondo niente piglia, la legge, degli egoisti, che prendono, prendono, non danno mai, e poi, in fondo alla vita, si trovano soli e senza amore.
PER chi sogna una carriera bella, ma non arriva, perchè le aspettative per noi, sono molto di piu' di quelle che passa il convento.
Poi, quando abbiamo bussato da per tutto, e nessuno apre la porta, ci scagliamo, contro lo stato, anzi contro i politici, dicendo che rubano, rubano, senza fare i conti su noi stessi, come popolo.
SE PENSATE, CHE IO SCRIVA SENZA SENSO, AVETE SBAGLIATO.
DOPO il servizio, mandato in onda dal TG5, quello dei furbetti, con lo stipendio, passato dallo stato, per chi non ha reddito, si avete capito bene, il reddito di cittadinanza.
QUELLO che voglio, dire, in poche parole, in un detto toscano, proprio toscano, delle mie parti, cencio parla male di straccio.
SENZA pensare, che il cencio, e lo straccio hanno la stessa funzione, strusciano il pavimento.
QUELLO che voglio dire, tutti quei furbetti, e abusano del reddito di cittadinanza,I
di qualcosa, che non dovrebbe usufruire, è un po come fanno i politici, parlano il bene, ma razzonala male, a prorpio piacimento.
Pero forse sono troppo cattivo io, e forse, è tardi, meglio che vada.
non dire gatto se non lai nel sacco...questa frase, era di Giovanni Trapattoni...

ciao,,,,,,,,,Giuliano_kio