E'chissà.....

05 novembre 2017 ore 19:34 segnala
E chissà se quel che mi dicevi, ancora lo senti, ancora lo pensi. Eh sì. Io ti penso, io ti sento. Sento ancora la tua voce, la tua risata, rimbombare nella mia testa, come un disco graffiato, che improvvisamente, precipita nel dolore e senza stopparsi, si ferma su due o tre parole, ripetendole all'infinito. Ma il mio disco, si ferma sulle parole tue più belle, perchè son quelle, a risvegliare i graffi, le ferite, che porto di te. Il mio disco, contiene soltanto le parole più belle, perchè a ricordarmi che è finita, ci sono gli occhi tuoi, che non vedo e non incrocio da tempo che sembran ormai secoli. A ricordarmi che è finita, ci sono le labbra tue, che non si ricurvano in un sorriso, guardando me. Gli occhi tuoi su di me, le estremità delle tue labbra verso il cielo. Era questo tutto ciò di cui avevo bisogno. Ti penso, ripenso a noi, a tutto quello che è stato, a quello che abbiamo fatto, sopportato, per avere un all'accio, per avvicinarci. Per avere un abbraccio. Ma ora? Cosa mi resta di te? Cosa mi resta di noi? Un disco graffiato dalla copertina oscurata, sulla quale c'erano i tuoi occhi che non rivedrò più, come prima. Che non mi guarderanno più, come prima. E non saranno più lì, a sorridermi. E delle braccia, rivolte verso il basso, che non sapranno più accogliermi, come prima.

337faa76-fe57-4eea-ab73-50747b8808fa
E chissà se quel che mi dicevi, ancora lo senti, ancora lo pensi. Eh sì. Io ti penso, io ti sento. Sento ancora la tua voce, la tua risata, rimbombare nella mia testa, come un disco graffiato, che improvvisamente, precipita nel dolore e senza stopparsi, si ferma su due o tre parole, ripetendole...
Post
05/11/2017 19:34:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.