grazie per esserci-------

13 novembre 2017 ore 17:01 segnala
Grazie per esserci stato.
Quando ero così felice da poter toccare il cielo, quando ho riso, quando ho cantato, quando mi sentivo forte come un uragano, e quando l'uragano poi si scaraventava su di te, grazie per esserci stato. Quando le lacrime non terminavano, quando le urla non si placavano, e gli occhi non vedevano più, grazie per avermi stretto più forte la mano e per avere con pazienza asciugato ciascuna di quelle lacrime, e guai se mi azzardassi a farlo io, era un compito che spettava solo a te.
Grazie per esserci stato, quando ti parlavo a cuore aperto, durante tutte quelle discussioni, quelle confidenze che per sempre solo tu custodirai, durante tutte quelle parole che solo a te volevo dire e grazie per esserci stato anche quando c'erano parole che invece non ti dicevo.
Grazie per avermi conosciuta, capita e amata, grazie per avermi sempre fatto essere me stessa, con le mie paure, i miei discorsi filosofici, ridondanti e ripetitivi, i miei errori, e le mie continue figuracce, perché dai una più imbranata di me dove la trovi?
Grazie per essere rimasto anche quando tutto sembrava non andare, e grazie per essertene andato quando non sarebbe stato più corretto restare. Grazie per esserci stato, sempre, nella mia vita, perennemente. Tanto nelle tue assenze quanto nelle tue presenze. Grazie perché in ogni istante in cui ho avuto bisogno di te non mi è mai mancata la tua mano, o quella parola che aspettavo, quell'aiuto perennemente efficace.
È questo ciò di cui ti sarò sempre grata, tu ci sei stato, più di quanto immaginassi, e più di quanto a volte meritassi. E ti prego resta ancora qui con me, sii presente come lo sei sempre stato, nonostante il dolore, nonostante le ferite, so che mi basta tu ci sia davvero per poter superare tutto, per poter essere felice.
Grazie per esserci stato e grazie per aver provato ad esserci ancora.
994e7e8a-d76b-442e-b602-8c8cf5b3067c
Grazie per esserci stato. Quando ero così felice da poter toccare il cielo, quando ho riso, quando ho cantato, quando mi sentivo forte come un uragano, e quando l'uragano poi si scaraventava su di te, grazie per esserci stato. Quando le lacrime non terminavano, quando le urla non si placavano, e...
Post
13/11/2017 17:01:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.