La malinconia del tempo che fu...

04 giugno 2018 ore 14:39 segnala
Debbo lasciarmi andare alla malinconia ed alla nostalgia, tornando indietro nel tempo.
Col pensiero torno al giorno in cui conobbi il mio più grande amore: Monica. Monica (sotto alla poesia c’è una nostra fotografia) era molto bella ed elegante: ad esempio non non faceva mai mancare qualche litro di Rum in qualsiasi contesto: era proprio una signora.
Ecco qui alcune nostre vicissitudini tratte dai nostri momenti migliori. Mi manchi: abbiamo vissuto delle belle avventure!

Io e Monica ci conoscemmo in Val Camonica:
Io perito in elettronica m’ero ridotto a suonar la fisarmonica;
Lei, di stirpe borbonica, aveva il vizio di spippettarmi a velocità supersonica.
Un giorno, squattrinati e senza vestiti, andammo a Cincinnati con Niccolò Ammaniti.
Li vi incontrammo Al Capone e gli rubammo un milione per comprarci un maglione:
del resto era uno spaccone ciccione come un cappone!
Però spendaccioni finimmo tutti i soldi comprando di vino boccioni
per far bisboccia con Massimo Boldi, ascoltando cacofonie su un impianto Dolby.



(io e monica in Val Camonica)
a7fb6ed2-a6bf-4e49-bdc0-e8331b460b84
Debbo lasciarmi andare alla malinconia ed alla nostalgia, tornando indietro nel tempo. Col pensiero torno al giorno in cui conobbi il mio più grande amore: Monica. Monica (sotto alla poesia c’è una nostra fotografia) era molto bella ed elegante: ad esempio non non faceva mai mancare qualche litro...
Post
04/06/2018 14:39:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.