Un giorno,un semplice giorno.

06 settembre 2012 ore 22:24 segnala


E' un giorno,uno di quei innumerevoli giorni,un qualsiasi giorno che ti accorgi di come tutto in torno a te cambia,si trasforma;un semplice angolo di strada che da prima ti sembrava scuro,aspro e privo di significato tutto ad un tratto prende vita e si illumina di luce propria.Un'albero con le sue foglie verdi che ti sorridono con il cielo a dar sfondo alla felicita';e tu sei li',assorto,immobile osservatore di cio' che muta.Il vento e la brezza che mischia quei colori cosi' caldi e ne crea un'emozione,una semplice emozione in grado di raccontare cio' che va' oltre il semplice vedere.Mi fingo per un'attimo attore e gioco con l'immaginazione del mio essere,vivo la vita come fosse una strofa di una poesia come fossi una nota musicale,i colori sono la mia ispirazione a la mia anima e' l'unico strumento che possa far udire al mondo cio' che sono.Colori abbinati a note,siamo questo semplici colori;solo chi riesce a comprendere cio' che siamo veramente sente di appartenersi,sente di poter essere la chiave di violino per una persona speciale,sente di poter essere quel colore che completa il quadro.

*Ode alla vita* Lentamente muore

14 agosto 2012 ore 04:09 segnala
Lentamente muore
chi diventa schiavo dell'abitudine,
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marcia,
chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita una passione,
chi preferisce il nero su bianco
e i puntini sulle "i"
piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi,
quelle che fanno
di uno sbadiglio un sorriso,
quelle che fanno battere il cuore
davanti all'errore e ai sentimenti.
Lentamente muore
chi non capovolge il tavolo,
chi e' infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza
per l'incertezza per inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta nella vita
di fuggire ai consigli sensati.

Lentamente muore chi non viaggia,
chi non legge, chi non ascolta musica,
chi non trova grazia in se stesso.
Muore lentamente
chi distrugge l'amor proprio,
chi non si lascia aiutare;
chi passa i giorni a lamentarsi
della propria sfortuna o della pioggia incessante.
Lentamente muore
chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande
sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde
quando gli chiedono qualcosa che conosce.
Evitiamo la morte a piccole dosi,
ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore
del semplice fatto di respirare.
Soltanto l'ardente pazienza porterà
al raggiungimento
di una
splendida felicita'.

da Poesie d’amore e di vita, 2001
Pablo Neruda

Preferisco la follia del genio,alla pazzia dell'indifferenza

07 agosto 2012 ore 18:16 segnala

Notte-stellata-sul-Rodano,van-gogh


Un pittore imprime sulla sua tela i silenzi che gridano follia,un'anima che non ha bisogno di parole per essere compresa ma ha bisogno di un genio che la sappia ascoltare!Pazzi sono coloro che non comprendono i silenzi,che sia uno sguardo,un gesto,una poesia o una qualsiasi forma d'arte e' nel silenzio che trova ispirazione.Chi riesce ad oltrepassare quella barriera di superficilita' dimostra di essere tanto folle da essere un genio e non cosi' pazzo,tanto da essere indifferente!
ec59d96e-932f-4545-af83-2cbc01fd7de1
« immagine » Notte-stellata-sul-Rodano,van-gogh Un pittore imprime sulla sua tela i silenzi che gridano follia,un'anima che non ha bisogno di parole per essere compresa ma ha bisogno di un genio che la sappia ascoltare!Pazzi sono coloro che non comprendono i silenzi,che sia uno sguardo,un gesto,...
Post
07/08/2012 18:16:49
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Il funambolo

12 aprile 2012 ore 00:58 segnala





Rieccomi qui in un'altro giorno,un'altra notte davanti ad una penna e ad un foglio bianco;dentro la penna l'inchiostro delle mie esperienze,i sorrisi,le delusioni,gli amori e le amicizie immortali.Mi soffermo come ogni volta a guardare il bianco spazio davanti ai miei occhi,mi perdo con il pensiero in un mondo fatto di ricordi e di sensazioni,sorrido e lascio cadere lacrime di gioia avvolte nella nostalgia del tempo.Sono felice perche' la mia mente e' un mare in tempesta,agita come onde prominenti ricordi di una vita,le ombre che avvolgono la mia anima o le tenue luci di un tramonto ad illuminare quei bellissimi giorni felici.Si sono contento perche' mi sento vivo,mi sento vivo in questo momento di totale solitudine,ripercorro la mia storia ed e' come leggere un libro sapendo che il finale non e' stato ancora scritto.In questo momento,solo in questo attimo in cui l'anima si distacca dal mondo materiale,in cui mi sento parte del tutto ma padrone del nulla,in questo piccolo istante comprendo che come un funambolo sto attraversando uno spazio immenso;sono in equilibrio tra due sponde la cui immensita' supera il limite della mia fantasia,le gambe mi tremano ed il respiro e' affannoso,il mio cuore accelera,aumentano i battiti di un tamburo che vuole inneggiare alla carica,la fune trema,vacilla trascinata dal vento delle indecisioni.In questo attimo,in questo momento di paura mi accorgo che non e' cio' che e' stato che mi potra' aiutare a percorre la mia fune ma e' cio' che sara',e' il traguardo davanti al mio sguardo che mi potra' ridare la fiducia e la calma per potermi salvare dall'oblio che mi sta' opprimendo.Ora il respiro padroneggia il mio spirito,il mio cuore ha il ritmo della brezza a dondolare la mia fune,sono parte del tutto e in questo attimo,adesso in questo momento mi sento anche padrone di me stesso.
b5259ab1-c2f3-4d0f-8ad7-2b4fb3a128a2
« immagine » Rieccomi qui in un'altro giorno,un'altra notte davanti ad una penna e ad un foglio bianco;dentro la penna l'inchiostro delle mie esperienze,i sorrisi,le delusioni,gli amori e le amicizie immortali.Mi soffermo come ogni volta a guardare il bianco spazio davanti ai miei occhi,mi per...
Post
12/04/2012 00:58:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Aspettando te...

12 marzo 2012 ore 19:13 segnala

(Botticelli-nascita Venere)


Non ho il potere di rubare
la Luna alla notte
o di librarmi nel cielo
per regalarti il Sole.
Non posso cogliere le stelle
come rose in un giardino
per poterti regalare il sorriso
piu' brillante nell'esistenza.
Non posso racchiudere l' intero
universo in una scatola
per renderti padrona
del tuo destino;
Ma posso arrivare al tuo cuore,
rubarlo,entrare dentro di esso
e accarezzare la tua anima;
regalarti l'unica cosa
che possa farti vivere ogni giorno
accompagnata dal sole,
ogni notte protetta dalla luna
e con le stelle a guidarti
lungo la strada della felicita'.
Avresti la chiave del mio cuore
per stringere la mia anima
e renderti padrona del mio destino,
questo lo posso fare.
2cfc9dda-e961-4536-8846-bd0c5058a14d
« immagine » (Botticelli-nascita Venere) Non ho il potere di rubare la Luna alla notte o di librarmi nel cielo per regalarti il Sole. Non posso cogliere le stelle come rose in un giardino per poterti regalare il sorriso piu' brillante nell'esistenza. Non posso racchiudere l' intero universo...
Post
12/03/2012 19:13:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment