I sogni

03 novembre 2017 ore 08:05 segnala

Prima che diedi il primo bacio, io me lo sognai. Fu un sogno lungo, complesso, in cui mi trovavo nei posti giusti al momento giusto e in cui tutti mi dicevano di sì. Ricordo ancora perfettamente quando gli misi la lingua in bocca. Sentii tutto, proprio come doveva essere un bacio vero. La saliva, il ruvido della lingua di lei, i suoi movimenti dentro la mia bocca. Fu lunghissimo e bellissimo. La mattina mi svegliai con la piacevole sensazione di aver dato un bacio vero a una bellissima donna, e guardai mia madre con aria fintamente distratta. Avevo l’impressione che lei avesse capito tutto, e fui geloso e imbarazzato allo stesso tempo di condividere un’esperienza così intima con qualcuno. Qualche anno dopo, quando baciai sul serio, mi ricordai di quel sogno che era per me l’unico bagaglio di esperienza in quel senso, e di come erano distanti dalla realtà le sesazioni che mi aveva dato. Provai a baciarla come avevo imparato nelle mie elucrubazioni oniriche, ma scoprii non senza sorpresa, che quel bacio vero non valeva neanche la metà del bacio immaginato.
Ieri ho sognato che potevo volare. Non proprio volare. Potevo planare. In pratica se prendevo una rincorsa abbastanza lunga, e mi gettavo come un pipistrello sulla strada, potevo volteggiare per alcune centinaia di metri, approfittando di non si sa bene quale principio di fisica. E tutti viaggiavano planando. Vedevo strade piena di gente volante, e bambini intenti a giocare a pallone sempre volteggiando. Questa mattina mi sono svegliato con la sensazione precisa di aver provato cosa si sente a volare come un uccello. Appena uscito dal portone, mi sono guardato intorno. Non c’era nessuno. Allora ho preso la rincorsa e, usando la stessa tecnica già sperimentata mentre dormivo, mi sono lanciato apettando di planare.
Ora ho il mento fratturato ed escoriazioni varie sul petto.
Però adesso so con sicurezza, che i sogni non diventano mai realtà.
903f6254-2c33-414f-b687-aa5772a22f50
« immagine » Prima che diedi il primo bacio, io me lo sognai. Fu un sogno lungo, complesso, in cui mi trovavo nei posti giusti al momento giusto e in cui tutti mi dicevano di sì. Ricordo ancora perfettamente quando gli misi la lingua in bocca. Sentii tutto, proprio come doveva essere un bacio vero...
Post
03/11/2017 08:05:20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. s.hela 03 novembre 2017 ore 09:24
  2. Il.ConteMaxx 03 novembre 2017 ore 11:21
    @s.hela :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.