...Pittrice d'amore...

24 luglio 2011 ore 13:24 segnala
...Tu pittrice,
che da un mio sorriso
dipingi i miei
intimi sogni,
...e son colori
di occhi del tuo cuore,
che vedi lontano
oltre ogni dove,
gli dai la libertà
di giocare E usare
la tua fantasia,
...e nella tavolozza,
di scegliere
il colore del momento.
Il pennello navigato,
tocca lo spazio bianco
per la prima volta,
setole morbide
spargono colori
d'emozioni...

...Inizia il tuo capolavoro...

...Blu nel viola
ed a est sorge il nuovo
si spande alone di luce
nascente dal suolo
si evolve in attimi
e il silenzio che regna
i rossi penetrano nel nero
l'aria muove lacrime
cedendo cromaticità
alle foglie d’autunno
I grigi smorzano al bianco
inciampando di neve
sulle cime in un disegno
di cieli invernali
e blu,son nel sole,
nel cielo sognante,
s'intonano sogni
passando sugli occhi...

...E al risveglio,
il castano
è di morbida terra
con germoglio fiorente,
si aprono le corolle,
si rompono le gemme
nell'albero,
che prima sul fosso
si ripiegava
e sembrava morto.
I colori d’acqua,
S’infiltrano nei fili
sottili e fragili
E fanno le sfumature
imprevedibili
e nell'arcobaleno
vivono colori,
come topazi,smeraldi,
ametiste,zaffiri,rubini
ed acquamarine.
...La luce trionfa adesso
e la terra si scalda,
e arancione
si spande nel cielo,
il sole appare,
calore sul mondo...

...E tu pittrice stanca,
dai il tuo tocco finale
e guardi attentamente
se non ha trascurato
qualcosa d’importante,
mentre il nero
come manto nella notte
che arriva quando voli
in un sogno di stella...
...E rimane il tuo cuore,
che accarezza l'immenso
con quel buio colore,
mentre l'Anima vola,
non vista,nel buio
nuda di te,lenta
ti consumi alla luna,
vestita d'Amore...


...Un'emozione,mentre fisso quei colori
del tempo,come brividi di un vento che
va via...e ne rubai la scena... :rosa
...Questa è una dedica fatta tempo fa,a una
carissima amica(space blog)il suo hobby era
dipingere(un'ottima pittrice)...e discuttere
con lei sull'arte sua o in generale,era per me,
un vero piacere,collegare la poesia e i dipinti,
...come dare un'unica tonalità al quadro... :-)
c01cde24-081b-47a7-aea5-2eadd6f22f77
...Tu pittrice, che da un mio sorriso dipingi i miei intimi sogni, ...e son colori di occhi del tuo cuore, che vedi lontano oltre ogni dove, gli dai la libertà di giocare E usare la tua fantasia, ...e nella tavolozza, di scegliere il colore del momento. Il pennello navigato, tocca lo spazio...
Post
24/07/2011 13:24:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    20

...Dentro al ricordo...

14 giugno 2011 ore 17:01 segnala
...I fianchi adagiati
allungato sulla poltrona,
rilasciano nell'immenso
dei miei pensieri
solo inutili
momenti di riflessione,
che non potevo
sfuggire la realtà.
Il fuoco che arde
nel camino,mentre riporto
il tuo calice alla bocca,
...e l'ultimo
rosso bacio lasciato,
d'uva e champagne
che mi addolcisce,
rinfresca e mi stordisce,
...ad ogni sorso
bevo il tuo sguardo
e tu rivivi,
come d'incanto vite,
udivo nella gola
il cuore che pulsava,
era solo un suono,
che nell'aria
si scioglieva...
lasciandomi trasportare.

...Dal vapore,
vetri appannati
hanno segnato le ore,
gocce formano
stilizzati ricami,
illuminati dal tramonto
in controluce,
nel tintinnio
della finestra...
...Vorrei
rompere il muro
dei miei pensieri,
vorrei infrangere
questo vetro
di cristallo che c'è
tra me e il mondo...
e lo sguardo m'illude,
il vetro non esiste più,
il fuori diventa dentro,
...la natura
entra negli oggetti
e la musica
e la pioggia
intrecciano un duetto...

...Così mi trovai,
seduto per terra,
dove tutto era nero
e mi lasciai andare,
...e guardo
questo fuoco,
osservo le fiamme,
una danza antica
che sa di tempi sospesi
nella notte...
...di tanti cerchi di fumo
faccio salire al cielo,
come un moderno indiano
che affida al vento la parola,
cercando metà d'un qualcosa
cui legare il mio cuore,
...Ma io,questa sera
non sono io...
e osservo il fuoco
lentamente spegnersi,
cercando di annegare
i miei pensieri,
i miei ricordi,
un volto,
tutto in un bicchiere...

...E tutto fu ricordo,
come tante altre cose,
...il gioco della vita
infiamma e poi si spegne...
a877f236-2918-4595-ab1c-85b2ae017dbb
...I fianchi adagiati allungato sulla poltrona, rilasciano nell'immenso dei miei pensieri solo inutili momenti di riflessione, che non potevo sfuggire la realtà. Il fuoco che arde nel camino,mentre...
Post
14/06/2011 17:01:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment
    3

...Luna...

23 aprile 2010 ore 17:41 segnala
...Me ne andai
fischiettando
con le mani in tasca
e le tasche vuote
così come ero arrivato,
...e non avevo
chiesto niente,
non avevo parlato
con nessuno.
Dopo aver appoggiato
un paio di
latte di birra a terra
di cattiva marca,
prese in un discount,
tutto quel fascino
il mio bere male,
...profondo ora
è il mio respiro,
raccoglie
briciole di tempo
disperse nel
quotidiano vivere,
immerso nei pensieri,
mentre lassù
timide stelle
s'accendono in silenzio,
...e avevo guardato
incredulo
nel dolore che
mi lacera nel petto,
da quando sei
andata via
tra nuvole piene,
...stille scendono
nelle parole che
vorrei aver detto,
sparpagliati dal vento
della malinconia...
11549745
...Me ne andai fischiettandocon le mani in tascae le tasche vuotecosì come ero arrivato,...e non avevo chiesto niente,non avevo parlato con nessuno.Dopo aver appoggiato un paio dilatte di birra a...
Post
23/04/2010 17:41:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment
    12

...Ed io scrivo...

22 marzo 2010 ore 20:35 segnala

...ho attraversato
il mattino
con un dolce
pensiero nella mente,
e nel cuore
acre odore di pianto,
di acuta voglia
di carezze,
la stanchezza ha fasciato
i miei tentativi
e vivo nell'attesa
di un nuovo giorno
che lentamente
si avvicina,
e sa di respiro
come un alito lieve
che scaccia l'inverno
e la penna s'invola
sembra andare da sola
sul foglio in attesa
che un confuso pensiero
si faccia concreto
nella mappa del cuore
che chiede soltanto
dei versi d'autore...


ed io scrivo...


...quel sentir
accanto ai vetri
scender lenta
pioggia di primavera,
come un gioco
venuto improvviso
o forse per caso
sopra un prato
di fiori
e non sai mai
il perchè quando
viene il mattino
al levare del sole
ti senti un autore
e perchè no ?
forse anche poeta
ma tutto ciò
non è balsamo,
intristisce ancor
di più il mio volto,
e la bellezza
di questo mattino
che non è per me...


ed io scrivo...


...mi guardo allo specchio
e vedo che sempre
io sono lo stesso
nel mio oblio,
attendo una speranza,
le mie viscere
hanno capito
la mia malinconia,
e tacciono ignaro
di ciò che sono,
ma quale poeta,mi dico
quel che è diverso
è solo una penna
e quei mucchi di carta
da quasi esibire
come un canto di gioia
a quell'onda del mare
che i piedi lambisce
poi lenta morire
io,me stesso,mai scoperto,
e a volte dimenticato,
vecchio d'esperienza
di solitudine,
ma giovane d'amore,
io,che cammino per
strade buie
o colme di luci,
e dove per pochi istanti
qualcuno/a mi ha teso la mano,
ma nell'infinito dei giorni,
i miei occhi spettatori
scrutano mani intrecciate
e volti sereni...


ed io scrivo...


...o forse è soltanto
un gioco diverso
che lasci un'impronta
assieme ad un verso
e un pò camminare
in faccia al mio sole
e solo ritorno nella mente
ad un nido d'amore,
ma le illusioni mettono
sale in ferite
che non guariscono,sempre,
malgrado la fortuna
che mi conduce
nel ponte dei sogni,
dove scorre lento
il fiume dei sentimenti,
io resterò a metà,
piccolo plasmato
di bene e di male,
ridicolo nel mio
abito quotidiano,
o vecchia maschera
piena di crepe,
da cui fuoriesce sudore...


ed io scrivo... :rosa :bacio

...Come promesso :-)

05 febbraio 2010 ore 19:15 segnala

...Musica e poesia...


...Tu che dici:
"Chi sei tu?
Mi segui,
mi spii,
mi sorridi
sotto le stelle".
...Io non sò
da dove vengo
e neanche chi sono,
ma tu,tenera musa
hai riempito
con dolcezza
i pensieri miei...
Dirti chi sono?
...Sullo spartito note
buttate lì,immobili,
dove solo la tua mente
fanno ascoltare
una musica melodica...
Dirti chi sono?
Ma che importa ?
Or che il cuor amico,
ha messo le ali
e c'è musica intorno
di note che danzano
al proferir di pensieri...


(Ed è già poesia...)


Il brivido
della puntina
sul vecchio vinile
è nasce in me
un' emozione,
il rumore
dei miei passi,
fanno compagnia
al saxofono
smarrito
a quell'amore
tanti inverni fa,
quattro note
e un sogno
nel cuore...


(Un concerto inizia
di musica e poesia...)


...Poche note,
una rosa sopra
il pianoforte
...e gocce
senza la carità
di un violino
che le accompagni,
...una goccia
di pianto incerta
si lascia
cadere su pause
di sospiri
incontro
su questi tasti...


(Il concerto
s'andava estendendo...)


...In riva al mare
lasciandosi in abbraccio
al crepuscolo
timoroso del buio
e sperando
che un sorriso di luna
risorta dall'ultima duna,
in mezzo telluriche
percussioni,
timpani,
cembali,
titanico crescendo,
mi conforta all'alba...
...E con la maestria
di un gran pittore,
da vita ai sogni
piu' reconditi
rendendoli reali,
almeno fino a quando
il disco non finira'
e tutto tornera'
in bianco e nero,
come un vecchio film... :rosa :bacio

...Carillon...

27 gennaio 2010 ore 00:07 segnala

...Non sopporto
il silenzio
dei miei pensieri,
in una stanza
pareti di parole
non s’intonano
e le luci
gialle elettriche
surrogato di luna
senza fantasia,
conto i passi
senza fretta,
tenendo il tempo
della pendola,
finchè esce un’idea
mentre fisso
il vecchio carillon...


...Un giro di vita
si muovono gli ingranaggi
del tempo passato,
sento lo scricchiolio
delle rotelle che
si mettono in marcia
sfregano una contro l’altra,
lasciando una malinconia
di poche note...
...Danza su una gamba sola,
le ali ripiegate meste
ai confini delle nuvole
simulando cigno in volo,
colata cera alla fiamma
ch’estingue se stessa
bruciando il suo respiro,
sempre girando in tondo
nel guadagno dell’ombra...


...Fingere di essere,
credersi vivo ancora,
passeggiando l’autunno
di un accordo senza fine
che narra effimero l’eterno,
e perdersi nel colore
buio dipinto
da occhi ciechi,
fino a scaricar
la molla...
...Pensieri morti
d’una pagina bianca
che al finire
della musica
mi fa ritornare
agli ingranaggi
del tempo
della pendola...


...Sembrano passi perduti nel nulla,
come un cantar di cicale
che al vento freddo fa malinconia...

...E ti ho ritrovato...

06 gennaio 2010 ore 15:34 segnala

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

...Amo il silenzio
se il cuore è stanco
e nel ricordo
si veste di pianto;
gocce leggere
scivolan via
lavando la malinconia,
il volto impallidito
sotto quel manto pulito,
lindo, bianco...
...Un sorriso adesso
mi si stampa sul viso
appoggiato al vetro...


...E ti ho ritrovato,
dolce ricordo
chiuso nell'anima...


...Sentivo mia nonna
che accanto a un camino
raccontava una favola;
"E' stato un bizzarro
imbianchino che il mondo
più bianco e pulito
voleva vedere,
così questa notte
si è dato da fare
con un grosso pennello
ad imbiancare..."


...E ti ho ritrovato,
dolce ricordo
chiuso nell'anima...


...nel tempo contento
quando nevicava:
"Mamma,Mamma,
guanti,sciarpa scarponi"
uscivo fuori
con la mia palla bagnata,
...e fare pupazzi
con gli amici del rione,
che poi il vento
si incaricava
di distruggere.
Ma adesso che di
quei fantocci bianchi
sento la nostalgia,
posso solo osservare
alcuni bambini
che li preparano
ridendo felici...
...Che bisogno ho
di scrivere una poesia
su uno scenario
che per sè
è già poesia!!!


...E ti ho ritrovato,
dolce ricordo
chiuso nell'anima... :rosa

...Neve bianca...

21 dicembre 2009 ore 15:34 segnala
...Nella notte blu
di neve bianca,
il vento umido
bagnato di ghiaccio,
fa vibrare lucidi
appuntiti cristalli
e sopra quella
superficie di cristallo,
con le mani
sfioro ombre d'acqua
e un brivido percorre,
sempre più tremulo
e indistinto
fino ad annullarsi
dentro l'anima...
Neve distesa,
mare senza moto,
vergine nata
nella muta
e sorda notte,
corpo candido
che nasconde
istanti vivi,
divenuti passati
agli occhi miei,
tu appari taciturna,
racchiudi lo spirito
delle foreste
e delle grandi distese,
...viva sei
ma nella celata
natura tomba
tu solo sei...

...Infiniti Binari....

13 dicembre 2009 ore 16:41 segnala

...C'è una casa
vicino alla ferrovia,
dove il treno
taglia un binario
adesso inutile
di una campagna
diventata città,
...e questi binari,
sassi,traversine,
tutto così diritto
e razionale,
esempio di geometria
dell' esistere:
rette parallele
che tendono ad infinito
senza incontrarsi mai,
in attesa
che il treno passi...

...Ma arriva ogni volta
da luoghi sempre diversi
e appena appena sfiora
quelle case,le tocca,
sa come essere poeta
in questo furtivo contatto
tra amanti clandestini:
E lei dondola
sopra un rumore quieto
i suoi pensieri
che sanno
di campagna estiva
e dormiveglia,
all'arrivo in stazione
qualcuno svegliandola
dolcemente le farà
ricordare i sogni.
Il tempo di un bacio,
di un " ti amo "
e poi,senza pentirsi,
senza voltarsi,
di nuovo se ne va...

...E l'anima
profuma di lei,
con occhi
appogiati sul vetro
cosi trasparente
come la felicita'
sentita dentro,
perche' sempre lei
è amore....
...Il rumore
addormenta l'udito,
il paesaggio
corre veloce
ipnotizza la mente,
lasciando dietro
a se freddi binari,
che camminan
vicini e...
non si sfiorano mai...

...Mare d'inverno...

03 dicembre 2009 ore 14:25 segnala

...Onde sanguinanti vagano
davanti al sole che sorge,
nubi giallognole
scaldano il cielo lontano,
gabbiani infreddoliti
volano sperduti sostando
su barche alla deriva,
morbidi i miei piedi
comprimono orme,
passi silenti
sulla umida sabbia
cosparsa da frammenti di alga.
...Aloni di sale
ricordi e emozioni
sull'onda del mare,
il gelido vento
m'assale prepotente
un profumo di salsedine.
Mare d'inverno porti
con te caricature
di un film senza tempo
è un sorriso in bianco e nero,
una scena di tempeste,
è una brezza di pensieri
lievi come la pioggia
che si posano sul mio viso,
...e d’inverno
che ti amo di più,
quando ti vedo
riposare, stanco
degli estivi maltrattamenti...


...Urla del vento
battono il mare,
schiuma bianca
come bava di bocca,
sabbia grigia
dentro le ossa,
sola e fredda
nella spiaggia,
...Sedermi di fronte a te
e parlarti, narrarti
di sogni vissuti
nei tuoi riflessi,
sentire la tua grandezza
ascoltando la tua voce,
sentire tra le tue onde
le fatiche di chi
con te vive, mescolando
le gocce di sudore
con le tue stille salate.
un esercito di onde ribelli
troppo a lungo silenziose,
che stracciano la vita
contro la riva...
...Mare ormai deserto
d'inverno sei solo!
Nessuno si tuffa in te
a riscaldare le tue acque
con i loro corpi,
non ti resta che sbattere
le tue onde
come lacrime sugli scogli
e nella solitudine che si unisce
a lune piene di soli addormentati...
 

...L'onda mai spenta,scompare e ricompare,
insegnandoci forse che anche per noi
è un pò cosi la vita,qualche volta
s'infrange e si riversa...
...salvo quel rado bisbiglio di risacca
che increspa nel sogno d'inverno la luce,
le tempere cangianti nel faro dell'anima...