PRINCIPE DELLE MAREE

15 febbraio 2019 ore 19:38 segnala
Il sale infrange la sua antica marea
nella lacrima versata,
pianto di consumata potenza,
furia d'amore bianco e catena di vertigine.
Ha il suono dell'oceano
il cuore che desidera.
Un assalto di sensi,
un'eco di oscura risacca.
E non resta che il fragore dell'anelito
e sapore di tempesta che morde la carne.
Ora il mio sangue trattiene
la fuga dei tuoi contorni,
la forma dei tuoi seni
modellati da una carezza di vento,
l'onda immobile della tua schiena.
E torna il pensiero infranto
col suo impeto di labbra selvagge.
Torna e ci unisce in una sola bocca di sabbia.
Torna e ci travolge con una sola rosa
di cielo e deriva.
Tu, marea e naufragio,
ed io principe, lotta, eternità dissolta.

ETERNITA'

13 febbraio 2019 ore 22:57 segnala
L'eternita'
e' rubare la sabbia di clessidre infrante,
e' sentire bruciare il mondo
fra due bocche che si baciano,
e' perdere di vista i confini di un nome
che all'improvviso affonda nel cuore
come una pesante onda.
L'eternita'
e' lasciarsi rubare le parole dalla violenza di un pianto
che indugia nella gola e annega i contorni di un pensiero.
E' ubriacarmi non per dimenticarti,
ma per danzare ancora con l'immagine di te
e continuare a bruciarmi con la viva fiamma del tuo sguardo.
L'eternita'
e' tutto cio' che non appartiene a questo inutile inchiostro,
ma solo a quel brivido che cavalca l'anima
per un solo istante,
mentre tutto il resto perde il senso,
mentre tutt'intorno svanisce come polvere nel vento.

42b2ef0b-6221-4379-95f4-a5f9f3a0a37e
L'eternita' e' rubare la sabbia di clessidre infrante, e' sentire bruciare il mondo fra due bocche che si baciano, e' perdere di vista i confini di un nome che all'improvviso affonda nel cuore come una pesante onda. L'eternita' e' lasciarsi rubare le parole dalla violenza di un pianto che...
Post
13/02/2019 22:57:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

RAMINGO

09 febbraio 2019 ore 11:10 segnala
Io non capii
quando l’adolescenza
tagliò la mia anima
con forbici di cupo silenzio.

Qualcosa di gravemente sepolto in me,
come un sussurro
soffocato dal vento,
s’infranse all’improvviso.

Sotterrai nel mio cuore
persino la mia ombra
e vagai per le strade

CONTROVENTO

07 febbraio 2019 ore 19:30 segnala
Tienimi il cuore controvento,
fallo tremare fra i veli della notte affamata,
nella pioggia che porta via le parole
sciogliendo l'inchiostro dell'anima,
sporcando gli angoli delle strade
con i nostri sguardi complici.
Trovami ancora negli spazi bianchi della tua solitudine,
legato ai tuoi silenzi che odorano di distanza,
dove non troverai altro che il mio cuore controvento,
le mie labbra bagnate di salsedine,
i miei occhi ancora pieni dei tuoi passi
che affondano nella sabbia della mente.

65cf819d-badf-4c55-b5dd-92eb61d87409
Tienimi il cuore controvento, fallo tremare fra i veli della notte affamata, nella pioggia che porta via le parole sciogliendo l'inchiostro dell'anima, sporcando gli angoli delle strade con i nostri sguardi complici. Trovami ancora negli spazi bianchi della tua solitudine, legato ai tuoi silenzi...
Post
07/02/2019 19:30:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

SATYRIASIS

06 febbraio 2019 ore 08:03 segnala
SATYRIASIS

È solo un’illusione
che s’infrange come sale
sulla porpora della bocca
il sospiro che s’arresta
riecheggiando nel buio della tua anima.
È solo una melodia infuocata
che lentamente si cuce nella carne
donandole l’ennesimo fremito vergine,
un inferno ricamato da demoniche lingue.
Siamo ciechi
mentre stringiamo la nostra menzogna
al sudore della notte.
Ciechi,
con la pelle arabescata da contorte pose
che tanto mi ricordano i cherubini dannati.
Dalle tue gambe colano il cielo e l’abisso
come orgasmi di una sola unione,
arsura di purezze
che invocano languide corruzioni:
il cuore non fugge casualmente dalla quiete,
ma per abbracciare un palpito più lacerante
che dia senso al suo ingrato vagabondare.
E nell’illusione voglio ardere,
benedicendo il vivente verbo del tuo corpo.

(dalla raccolta di poesie "I fiori dell'abisso")

a0c5e4c1-4a40-46e3-ae5b-766049a4c85f
SATYRIASIS È solo un’illusione che s’infrange come sale sulla porpora della bocca il sospiro che s’arresta riecheggiando nel buio della tua anima. È solo una melodia infuocata che lentamente si cuce nella carne donandole l’ennesimo fremito vergine, un inferno ricamato da demoniche lingue. Siamo...
Post
06/02/2019 08:03:27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Ti ho racchiusa...

05 febbraio 2019 ore 06:34 segnala
Ti ho racchiusa
in un sogno di rose violentate dalla tempesta,
in una lacrima intrisa di tuono e vento
che solca la guancia come la cicatrice di un desiderio
ancora ardente.
Ti ho relegata dentro sconfinate lontananze
perche' tu possa appartenere ad un'eternita'
che sconfigga il mio cuore fino alla fine dei miei giorni,
bella da far sanguinare gli angeli del pudore,
tutta ammantata di brividi
e palpebre socchiuse da indecenti tentazioni.
Ti ho racchiusa nell'assenza delle mie parole
perche' non meriti gli angusti confini di una definizione,
perche' cio' che piu' seduce e' cio' che la bocca
non puo' pronunciare.

9b73f7e1-5152-446f-a663-a2735a2da0ba
Ti ho racchiusa in un sogno di rose violentate dalla tempesta, in una lacrima intrisa di tuono e vento che solca la guancia come la cicatrice di un desiderio ancora ardente. Ti ho relegata dentro sconfinate lontananze perche' tu possa appartenere ad un'eternita' che sconfigga il mio cuore fino...
Post
05/02/2019 06:34:18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Del vento...

03 febbraio 2019 ore 21:25 segnala
Del vento che piega il grano della mia inquietudine
conservo memorie distanti come sussurri,
i tuoi nudi passi sulla sabbia dell'anima,
raccolti come intimi lividi che baciano il dolore.
Di tutti quei sorrisi che la tua bocca non ha rubato alla mia
restano algide lacrime che franano in gola,
che cercano angoli nascosti dove facciamo ancora l'amore,
ombre affamate d'ombra,
vene assetate di uno stesso sangue.

ONDA LUNGA

02 febbraio 2019 ore 17:07 segnala
Tu sei quell'onda lunga che scioglie il cuore
come un cuneo di sale nella ferita dell'anima
rimasta aperta a donare derive alla mente.
Dolore di te che s'ancora alla mia carne
simile ad una promessa sconfitta da un bianco silenzio;
mi resti dentro ad abitarmi d'eco e memoria,
mentre i nudi piedi della notte
camminano sui miei sensi, incendiandoli.
A volte non ci resta che morire di noi,
naufraghi in uno sguardo, in un semplice sospiro.

e1e5ac0c-d0b3-4d2d-b8b0-3b76c38b4956
Tu sei quell'onda lunga che scioglie il cuore come un cuneo di sale nella ferita dell'anima rimasta aperta a donare derive alla mente. Dolore di te che s'ancora alla mia carne simile ad una promessa sconfitta da un bianco silenzio; mi resti dentro ad abitarmi d'eco e memoria, mentre i nudi piedi...
Post
02/02/2019 17:07:26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Io cerco la solitudine...

01 febbraio 2019 ore 16:31 segnala
Io cerco la solitudine
perchè approfondisce l'ombra delle cose,
quell'ombra in cui coltivo le passioni più ardenti
e assaporo le lacrime più tiepide.
Cerco la solitudine,
la sua carezza che semina freddi graffi sull'anima,
i suoi giardini segreti che coltivano silenti le mie malinconie,
perchè solo con essa non temo la catena della tua assenza,
il fantasma del tuo sguardo distante che dilaga nella mia mente
come un amaro veleno.

4cee22b9-6b04-4c38-9387-a99bb028c55f
Io cerco la solitudine perchè approfondisce l'ombra delle cose, quell'ombra in cui coltivo le passioni più ardenti e assaporo le lacrime più tiepide. Cerco la solitudine, la sua carezza che semina freddi graffi sull'anima, i suoi giardini segreti che coltivano silenti le mie malinconie, perchè solo...
Post
01/02/2019 16:31:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Gioco di prestigio...

30 gennaio 2019 ore 17:35 segnala
Gioco di prestigio,
il cuore che nasconde le ombre sotto ogni respiro,
il tempo che scorre come sabbia umida di paure.
C'è la tua carezza che sfoglia pagine fredde nella mente,
una luna che dona tiepide voglie alla pelle,
gemiti notturni che adagiano sulla quiete dolci maledizioni.
Fantastico,
il bacio di una memoria che culla come un girotondo,
a piedi nudi,
sull'erba di pallide malinconie.

9c8f5d2d-21bd-47c9-a953-d2a67870efa4
Gioco di prestigio, il cuore che nasconde le ombre sotto ogni respiro, il tempo che scorre come sabbia umida di paure. C'è la tua carezza che sfoglia pagine fredde nella mente, una luna che dona tiepide voglie alla pelle, gemiti notturni che adagiano sulla quiete dolci maledizioni. Fantastico, il...
Post
30/01/2019 17:35:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment