BAD TRIP

09 aprile 2018 ore 07:35 segnala
Realtà irreali
estirpano dialoghi alternativi dalla mia mente,
soma stuprato da sensazioni epilettiche,
il velluto
su cui è stata uccisa Cenerentola
e che adesso accoglie il mio cuore.
Due sillabe perdute nello sputo rosso di un’emozione
che già sta fuggendo via.
Non trovo la logica di questa malattia
che mi sta infettando di te,
quest’embolo di dolorosa follia
che si nasconde tra i circuiti di una bugia.
Non voglio trovare una risposta
a queste domande allucinogene
che versano il tuo respiro nella mia bocca.
Sms subliminali mi stanno già raccontando
sottili violenze sentimentali.

Chi ha ucciso Cenerentola
con un bacio ipocondriaco?

Stanotte ho la lingua sporca del tuo nome
e qualcosa sta morendo
tra il mio pensiero e la mia voce.

33df9467-5e06-43a1-b4e9-44c0d80ee668
Realtà irreali estirpano dialoghi alternativi dalla mia mente, soma stuprato da sensazioni epilettiche, il velluto su cui è stata uccisa Cenerentola e che adesso accoglie il mio cuore. Due sillabe perdute nello sputo rosso di un’emozione che già sta fuggendo via. Non trovo la logica di questa...
Post
09/04/2018 07:35:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Forse dovremmo distogliere lo sguardo...

08 aprile 2018 ore 09:11 segnala
Forse dovremmo distogliere lo sguardo
da certe lacrime randagie
per inseguirci nella penombra di nuovi istinti
e riscoprirci amanti di una stessa perdizione.
Il silenzio tinge le tue labbra di rosso
nell'istante in cui cerco la tua bocca
e già mi sento tremare di un'illusione
che si consuma in un abbraccio,
di una paura che sparge freddo miele
sui graffi del passato.
Forse dovremmo tenerci per mano
e lasciare che questa luna si spenga
fra le nostre dita intrecciate,
come un sogno di neve che muore lentamente nel cuore
lasciando il calore di un bacio.

3b7b2b9f-aa31-4c1e-9dc0-f413325f2f9a
Forse dovremmo distogliere lo sguardo da certe lacrime randagie per inseguirci nella penombra di nuovi istinti e riscoprirci amanti di una stessa perdizione. Il silenzio tinge le tue labbra di rosso nell'istante in cui cerco la tua bocca e già mi sento tremare di un'illusione che si consuma in un...
Post
08/04/2018 09:11:18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Chiudo gli occhi e ti cerco nel cuore...

07 aprile 2018 ore 13:22 segnala
Chiudo gli occhi e ti cerco nel cuore
dove trovo ombre dure e pietre levigate dal pianto,
dove le dita delle nostre mani s'intrecciano come fati avversi
e l'anima è un tiepido flutto sulla sabbia della nostra carne.
Passeranno i brividi furtivi dell'amore,
svaniranno le ferite invisibili che il desiderio ha lavorato,
ma tu non dimenticarti mai il dolore provato,
la carezza della memoria che ha unito il nostro sangue.
Cosa resta di noi se non l'incendio che siamo stati
e la cenere fredda di ciò che è stato.
Chiudo gli occhi e ti cerco nel cuore,
in quei corridoi dove la luna ha smarrito il suo argento
sulla guancia della notte.

d13acc42-7645-4821-a6ed-904bb4313fd6
Chiudo gli occhi e ti cerco nel cuore dove trovo ombre dure e pietre levigate dal pianto, dove le dita delle nostre mani s'intrecciano come fati avversi e l'anima è un tiepido flutto sulla sabbia della nostra carne. Passeranno i brividi furtivi dell'amore, svaniranno le ferite invisibili che il...
Post
07/04/2018 13:22:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Se l'averti...

06 aprile 2018 ore 07:30 segnala
Se l'averti mi portasse a sacrificare il cuore
sulla lama di una vertigine
il mio sangue non esiterebbe a coltivare
rose di scarlatto desiderio,
come certe tempeste che segretamente si custodiscono,
come una dolce morte che carpisce l'anima con una carezza.
Ti guarderò assaporandoti come un antico ricordo,
una splendida ferita che fa l'amore con la mente,
ed un'ala di fuoco bagnato scriverà il tuo nome sulla mia pelle
in un istante d'oblio che incatena e annienta.

4f983237-56b5-4ad5-99b1-6a06d187975a
Se l'averti mi portasse a sacrificare il cuore sulla lama di una vertigine il mio sangue non esiterebbe a coltivare rose di scarlatto desiderio, come certe tempeste che segretamente si custodiscono, come una dolce morte che carpisce l'anima con una carezza. Ti guarderò assaporandoti come un antico...
Post
06/04/2018 07:30:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Ripartiamo dal principio...

05 aprile 2018 ore 07:32 segnala
Ripartiamo dal principio,
quando le lacrime avevano davvero
il sapore di un mare profondo
e certe assenze bruciavano la pelle
come forti fuochi freddi.
Stanco sussulta il cuore,
lente meduse di fumo sciolgono il ricordo di un amore.
Ritorniamo a quegli attimi
in cui il desiderio era un soffio di vento
e la bocca non riusciva a trattenere
la grandine di ardenti parole raccolta in gola.
Forte è la tempesta che nel sangue il tuo sguardo sospinge,
cede la mente che sui tuoi seni più non finge.
Riprendiamoci un istante
in cui cadere senza catene.
Riviviamo quelle ferite
che solo la follia di un sentimento sapeva darci.

6fa8bfbe-2538-4ad5-802a-e045a0f5730d
Ripartiamo dal principio, quando le lacrime avevano davvero il sapore di un mare profondo e certe assenze bruciavano la pelle come forti fuochi freddi. Stanco sussulta il cuore, lente meduse di fumo sciolgono il ricordo di un amore. Ritorniamo a quegli attimi in cui il desiderio era un soffio di...
Post
05/04/2018 07:32:48
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2

SOUL-BANG

04 aprile 2018 ore 07:35 segnala
Restano proiettili inesplosi nella mia bocca,
come baci allucinogeni di pusher.
Voglio un solo salto nel buio
per consegnare morti adolescenziali
a guasti automatismi mentali.
Un ricordo brucia insieme ad una storia,
il primo sparo per consacrarlo all’oblio.
Scende il sapore del piombo,
istantanea di dolori cromati
che strappano un’ultima risata.
Secondo sparo per la mia personale confessione,
la sacralità di un attimo
che precede l’infrangersi del respiro.
Ti amo,
come amo le dure labbra di questo vuoto
che si abbattono sull’anima.

Una nuda paura scrive con dita d'inchiostro...

03 aprile 2018 ore 07:25 segnala
Una nuda paura scrive con dita d'inchiostro
sul foglio dell'anima,
sconosciuto brivido che scivola sulla pelle dei sensi
ferendola di fuga e sguardi di pioggia
e morsi di freddo desiderio che smarriscono la mente.
Oltre il confine di un sorriso distante
ci sono muri di pianto abbattuti dal vento del silenzio
e girotondi crudeli sull'umida sabbia dei pensieri,
cicatrici di tempo vissuto che tornano a sanguinare
eternità consumate,
carezze che scavano nelle memorie una tomba per il cuore.
Le pietre del disincanto sporcano con un'eco d'acqua
le favole a lungo agognate dall'intimità
e un ultimo bacio frana dentro con ali d'amarena e assenza.

f70ae613-79a0-4851-a663-3a96feea0f20
Una nuda paura scrive con dita d'inchiostro sul foglio dell'anima, sconosciuto brivido che scivola sulla pelle dei sensi ferendola di fuga e sguardi di pioggia e morsi di freddo desiderio che smarriscono la mente. Oltre il confine di un sorriso distante ci sono muri di pianto abbattuti dal vento...
Post
03/04/2018 07:25:27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Questo cuore randagio...

01 aprile 2018 ore 09:15 segnala
Questo cuore randagio che porto nel petto
è un sasso che lascerei affondare
nelle maree nascoste della tua anima;
è la scintilla di un falò che ho rubato
ad una notte di mezz'estate,
mentre gli ultimi rantoli di calda cenere
toccavano le impronte dei tuoi nudi piedi sulla sabbia.
Tu non sei viva che nella mia follia,
in quel morso di tempesta che il mio sangue
continua a trattenere
mentre il tuono della tua assenza
scuote le fronde della mia inquietudine.

Ho rubato alla notte...

31 marzo 2018 ore 08:12 segnala
Ho rubato alla notte la lacrima di un angelo caduto
e l'ho riposta sui miei polsi.
Eri tu che mi cadevi nelle vene,
fredda come il metallo di un desiderio,
fatale come il rintocco di un'ora
scandita da oscuri campanili.
Era la voce del mio sangue
che baciava le tue labbra
e la mia pelle che si legava alla tua anima
con i nodi di un silenzio animale.
Ho rubato alla notte il tuo respiro
perchè desse confini al mio tormento
anche dopo averti dimenticata,
perchè continuassi ad essere un sogno di cenere,
un' eco di fuoco.

b43a9708-2ced-4f4f-a8da-9cd36383bf80
Ho rubato alla notte la lacrima di un angelo caduto e l'ho riposta sui miei polsi. Eri tu che mi cadevi nelle vene, fredda come il metallo di un desiderio, fatale come il rintocco di un'ora scandita da oscuri campanili. Era la voce del mio sangue che baciava le tue labbra e la mia pelle che si...
Post
31/03/2018 08:12:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

A volte l'anima...

30 marzo 2018 ore 07:27 segnala
A volte l'anima è una tenebra fuggita dall'ala di un corvo
e come un inchiostro notturno tatua la mia carne
di consumati addii e feroci agguati di memoria.
Così mi ritrovo ad abbracciare il bordo di un'amara vertigine
dove il cuore è baciato da una lunga caduta
e i pensieri sono carezze di vetro che s'infrangono
sul pavimento del mio silenzio.
C'è sempre tempo per sanguinare sulla lama di nuove paure.