CIO' CHE PIU' NON RESTA

22 novembre 2017 ore 16:48 segnala
Non chiedermi le rose gelate
che ho nascosto nel mio pianto pių segreto.
Ottobre lascia una bugia di brina sulle mie vene,
strade battute dalla bufera del tuo nome
che ancora trattengo fra le labbra,
amarena e salsedine che cristallizzano pensieri potenti,
memorie tormentate dal fuoco di lingue confuse
e baci che bevono l'anima respiro dopo respiro.
Ho lasciato una cicatrice per ogni istante che ti ho dedicato,
i colori di un inferno vergine per sporcarmi l'anima di te,
ancora e ancora,
col rosario della tua bocca che benedice la mia voglia di peccare
con te
solo per sentirmi libero
con te
dalle prigioni dei giorni
senza te.

4925a284-9f12-48f1-bea4-0b5104dd1ff9
Non chiedermi le rose gelate che ho nascosto nel mio pianto pių segreto. Ottobre lascia una bugia di brina sulle mie vene, strade battute dalla bufera del tuo nome che ancora trattengo fra le labbra, amarena e salsedine che cristallizzano pensieri potenti, memorie tormentate dal fuoco di lingue...
Post
22/11/2017 16:48:56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.