KATABASIS

25 febbraio 2019 ore 19:14 segnala
Come il gelo di un inverno bugiardo,
ho tenuto la ferita della tua bocca stretta alla mia carne,
un'estasi di angeli caduti nel sangue sospiro dopo sospiro,
parole sconfitte da una tempesta di silenzio.
E' foglio bianco screziato di grida il mio bramarti,
pergamena logora di lacrime randagie
e carezze di vampiri assetati di fuoco.
Anche adesso che crolla il muro dell'anima
sotto l'artiglio di amare nostalgie,
rimango legato all'anatema del tuo addio
che costella di vergini paure il mio desiderio.

7150ff86-a773-4dea-9a92-bd0146c5c176
Come il gelo di un inverno bugiardo, ho tenuto la ferita della tua bocca stretta alla mia carne, un'estasi di angeli caduti nel sangue sospiro dopo sospiro, parole sconfitte da una tempesta di silenzio. E' foglio bianco screziato di grida il mio bramarti, pergamena logora di lacrime randagie e...
Post
25/02/2019 19:14:35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.