LETTERA DI UN AMANTE SMARRITO

26 ottobre 2017 ore 07:31 segnala
Resta un vuoto di parole costruite
da due respiri che non si sono mai incontrati.
Un vuoto di labbra consumate nel silenzio,
un’infezione d’amore impossibile
che ci brama e ci divora.

E cosa potrei dirti
ora che le mie carezze
non cingono più la tua solitudine?

Il freddo di un significato assente
dentro cui frantumarmi,
anima e carne,
grido e sussurro.
Ci sono giochi che uccidono di nascosto
col veleno di un sorriso impudico.
Nei tuoi occhi
vedo già una lacrima scura
e in essa non trovo più la mia notte preferita.

Cosa scorre nelle vene
quando il sangue si asciuga?

È solo ansia,
ansia di vita crudele,
e infine nuova luce dopo il buio.
Mi succede di sentirti
tutte le volte che mento a me stesso,
mentre lego i polsi a strane fughe emostatiche
che ripetono i tuoi sospiri.
Mi succede di sentirti scorrere dentro
dettandomi lente perdizioni
che ingoiano la ragione.

Quanta strada percorre ancora l’anima
dopo un orgasmo?

È il tempo
che pianta i chiodi della tua assenza,
i minuti in cui mi continuo a perdere
annusando i tuoi contorni.
È solo ansia,
ansia di vita crudele,
e infine un nuovo brivido
per morire tra le tue braccia.

55ad6886-29a9-4b94-92c2-d87e98839975
Resta un vuoto di parole costruite da due respiri che non si sono mai incontrati. Un vuoto di labbra consumate nel silenzio, un’infezione d’amore impossibile che ci brama e ci divora. E cosa potrei dirti ora che le mie carezze non cingono più la tua solitudine? Il freddo di un significato...
Post
26/10/2017 07:31:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.