MISTRAL

18 ottobre 2018 ore 08:53 segnala
Della memoria che lavora il cuore
con dita di vento e lacrime di salsedine
ho fatto la strada in cui accogliere
la potenza del tuo passo,
la furia della tua passione fra ombre familiari
che profumano di gelsi.
Ho ancora il sale delle tue labbra
che duole su ferite ormai invisibili
ma sempre presenti come richiami d'abissi,
poesie che sussurrano lenti naufragi all'anima,
carezze che sfamano di brividi fuochi mai assopiti.
Ho ancora l'odore della tua pelle,
la nota del tuo respiro che strega i miei silenzi d'amante,
magie di zefiro troppo profonde per essere abitate da parole,
confini fragili che crollano sotto il peso di lunghi baci.
Lontana,
eppure immersa nel mio sangue come un'eco di risacca,
sei ancora vento d'oceano che affama l'incendio del mio desiderio.

3cfcc7eb-5b17-4541-8cd0-b692c1e38452
Della memoria che lavora il cuore con dita di vento e lacrime di salsedine ho fatto la strada in cui accogliere la potenza del tuo passo, la furia della tua passione fra ombre familiari che profumano di gelsi. Ho ancora il sale delle tue labbra che duole su ferite ormai invisibili ma sempre...
Post
18/10/2018 08:53:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. s.hela 18 ottobre 2018 ore 09:55
    Splendida, un'emozione infinita !

    Giulia
  2. IlRumoreDell.Anima 18 ottobre 2018 ore 09:59
    @s.hela
    Lieto di regalarti belle emozioni,Giulia
    ;)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.