Non ci resta che inginocchiarci...

24 dicembre 2017 ore 07:54 segnala
Non ci resta che inginocchiarci di fronte alla cenere,
a ciò che è stato,
a quelle ferite che il tempo ha lavorato con crudele maestria,
alla fotografia bruciata di un ricordo perduto nella pelle.
Ti lascio nel dolore di un pianto asciugato dagli anni
per poi ritrovarti nelle strane veroniche della mente,
a dipingere chissà quali fuochi perversi in punta di piedi.
Ci perdiamo continuamente fra le rose del silenzio
eppur qualcosa lega il nostro sangue
come una preghiera sussurrata da angeli scarlatti,
ed il mio sguardo non ti oblia
e la mia bocca cerca la tua per sussurrarle bugie veritiere.
Il desiderio è un chiaroscuro violento,
un fuoco che ci bagna di brividi,
un'assenza fatta carne e donata all'anima
per insegnarle che la cenere può sempre tornare a bruciare.

9a839c1f-b10b-43ef-85cd-dbecff3c74fa
Non ci resta che inginocchiarci di fronte alla cenere, a ciò che è stato, a quelle ferite che il tempo ha lavorato con crudele maestria, alla fotografia bruciata di un ricordo perduto nella pelle. Ti lascio nel dolore di un pianto asciugato dagli anni per poi ritrovarti nelle strane veroniche della...
Post
24/12/2017 07:54:46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. roman.ticoperte 24 dicembre 2017 ore 09:35
    buon natale alla tua anima in pena che trovi la serenità la vita continua. :rosa
  2. IlRumoreDell.Anima 24 dicembre 2017 ore 10:34
    @roman.ticoperte

    Ti ringrazio

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.