PRINCIPE DELLE MAREE

15 febbraio 2019 ore 19:38 segnala
Il sale infrange la sua antica marea
nella lacrima versata,
pianto di consumata potenza,
furia d'amore bianco e catena di vertigine.
Ha il suono dell'oceano
il cuore che desidera.
Un assalto di sensi,
un'eco di oscura risacca.
E non resta che il fragore dell'anelito
e sapore di tempesta che morde la carne.
Ora il mio sangue trattiene
la fuga dei tuoi contorni,
la forma dei tuoi seni
modellati da una carezza di vento,
l'onda immobile della tua schiena.
E torna il pensiero infranto
col suo impeto di labbra selvagge.
Torna e ci unisce in una sola bocca di sabbia.
Torna e ci travolge con una sola rosa
di cielo e deriva.
Tu, marea e naufragio,
ed io principe, lotta, eternità dissolta.

3b62a698-9d6d-4b98-bcb3-992021f32c33
Il sale infrange la sua antica marea nella lacrima versata, pianto di consumata potenza, furia d'amore bianco e catena di vertigine. Ha il suono dell'oceano il cuore che desidera. Un assalto di sensi, un'eco di oscura risacca. E non resta che il fragore dell'anelito e sapore di tempesta...
Post
15/02/2019 19:38:32
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.