IL TUO SANGUE

23 aprile 2017 ore 17:56 segnala
Il tuo sangue danza col fuoco,
mi tocca le labbra,
risveglia un satiro furioso nascosto nel cuore.
Io l'ho sentito battere nelle vene di notti insonni
dove tu correvi selvaggia
mordendo le ciliegie mature dei miei sensi
come una baccante ebbra di voglie.
L'ho sentito sussurrarmi le preghiere inverse di un desiderio
e la tua anima era il letto dove la mia carne faceva l'amore
e ti donava un orgasmo di stelle.
Il tuo sangue è un animale che mi corre dentro
annusando nella mia mente angoli di follia.

00:38 pm

22 aprile 2017 ore 10:03 segnala
360 gradi di anima
tempestata di pioggia e silenzio,
sussurro di fiamme ossidriche
nelle autostrade smarrite del ricordo.
360 gradi del tuo desiderio
scolpito nella carne,
sangue ad alto voltaggio
e ceralacca di ossessioni
per sigillare un segreto.
360 gradi di me e di te,
olio liturgico per l’epilessia di tetri meccani
che stringono i nostri cuori
e la cenere di parole per geometrie ignote
che contemplano la notte.


(dalla mia raccolta di poesie "Sinapsi corrotte")

...

20 aprile 2017 ore 21:13 segnala
Resta con me
un ultimo battito ancora,
ora che questa fredda pioggia
bagna gli argini delle mie malinconie
e come stelle portate via dal vento
i tuoi occhi mi rammentano
il brivido di un'assenza.
Abbiamo un'eternita' per poterci dividere,
ma solo un infinito attimo
per legare il nostro sangue ad una stessa fuga.
Io e te siamo una fiaba
in cui il cuore ha perso la sua innocenza,
ma con labbra vergini di baci
vorrei che leggessi il mio nome
sulla mia bocca.

eed18fc7-6239-4af7-baea-b1e3b3b99ceb
Resta con me un ultimo battito ancora, ora che questa fredda pioggia bagna gli argini delle mie malinconie e come stelle portate via dal vento i tuoi occhi mi rammentano il brivido di un'assenza. Abbiamo un'eternita' per poterci dividere, ma solo un infinito attimo per legare il nostro sangue ad...
Post
20/04/2017 21:13:19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

...

19 aprile 2017 ore 07:11 segnala
Cicatrici di memoria affondano nel petto
lasciando ombre danzanti nel carosello della mente.
Chiudo gli occhi,
ma vestita di fredde viole giungi nel mio silenzio
denudandoti come una bianca paura
che mi bacia con tiepide labbra di rimpianto.
Ci stiamo inseguendo ancora
dentro strade battute dalla pioggia,
con lo sguardo bendato da profonde tenebre
e il velluto del desiderio sulla bocca.
Ci stiamo abbracciando ancora
ferendoci di respiro e carezze assenti,
come folli fiamme che scheggiano di luce
la cecità dell'indifferenza.

d171e96f-68a5-4c82-9bfa-9ef3217dff93
Cicatrici di memoria affondano nel petto lasciando ombre danzanti nel carosello della mente. Chiudo gli occhi, ma vestita di fredde viole giungi nel mio silenzio denudandoti come una bianca paura che mi bacia con tiepide labbra di rimpianto. Ci stiamo inseguendo ancora dentro strade battute dalla...
Post
19/04/2017 07:11:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

DULCINEA DEI SILENZI

16 aprile 2017 ore 20:08 segnala
Ho una corona d'autunni consumati da riporre sul tuo capo
e un pugno di farfalle per toccarti il cuore ,
sotto la palpebra di un tramonto che ci nasconde come due lacrime.
Sei dolorosa come certi addii che si pronunciano con labbra esangui,
fuggita da un sogno che la pioggia ha rapito
e consegnato alle mie ferite silenti.
Ti guardo dal ciglio dei miei desideri
e sul tuo sorriso muoiono le dalie della mia angoscia.
Non voglio più parole per comporre il carme di un nostro bacio,
ma solo una sillaba di vento per scriverti sull'anima
il mio nome eterno.

...

15 aprile 2017 ore 20:29 segnala
Un bacio d'autunno e fredda pioggia mi annienta,
il tuo sguardo distante
che ripone una benda d'amaro silenzio sulle mie parole.
E mi ritrovo estraneo alla mia pelle,
al foglio sporco della mia anima dove la tua bocca
ha rapito la follia più bella.
Cerco sulle tue labbra il mio inferno di utopie,
il tuo odore che mi condanna a verità d'amaro pianto,
ferme e dolorose nella gola,
poesie di sangue e sperma come certi desideri
che dilaniano la voluttà dei gesti.
Fai così male e pur sempre ti vorrei legata alla mia carne.

...

13 aprile 2017 ore 22:03 segnala
Maledetto dalla nota di un respiro,
lascio il cuore consumarsi di tentazioni,
un battito dopo l'altro incatenato al tuo petto,
cacciatore bagnato d'ombra e visione.
Sui miei polsi tatuati con l'eco del tuo nome,
ho stretto fra le labbra un lento suicidio di sensi.
Per te che sei sapore di pioggia sulla lingua
e fredda paura ancorata alla mente,
solo per te la rosa nera della notte
stilla il canto del mio sangue,
di questo mio sangue dannato
che si strugge sulle lune dei tuoi seni
come la memoria di un lupo affamato.

...

12 aprile 2017 ore 07:36 segnala
Lasciami andare nella notte oscura
dove ci sono ancora angoli in cui sognare
attimi di noi senza catene con l'anima ferita
soltanto da un sorriso.
Lasciami chiudere gli occhi
per sporcare di cenere l'ultima immagine di un bacio
e regalarmi una carezza su cui recidere i miei polsi d'amante.
Le parole bruciano in fretta,
le memorie consumano la carta del cuore come un fuoco freddo
e non serbo che nella carne l'ultimo brivido che sei stata.

6a6b059b-26f7-4178-96cd-b0466019cea9
Lasciami andare nella notte oscura dove ci sono ancora angoli in cui sognare attimi di noi senza catene con l'anima ferita soltanto da un sorriso. Lasciami chiudere gli occhi per sporcare di cenere l'ultima immagine di un bacio e regalarmi una carezza su cui recidere i miei polsi d'amante. Le...
Post
12/04/2017 07:36:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

ONDIVAGO

11 aprile 2017 ore 08:03 segnala
Un dente d'oscuro oceano
mi lacera il cuore in flutti di bianca angoscia.
Sarà il vento di perduti ricordi
o l'immagine fuggente del tuo volto
a lasciare un sorriso di salmastra solitudine
in fondo al mio silenzio,
ma il sangue continua a custodire una preziosa morte
al pensiero dei tuoi piedi che corrono,
della tua bocca che morde la luna dei miei deliri,
e ad occhi chiusi ti sento spargere sale sopra intime ferite.
Sei come certi nomi che continuano a camminare sulla pelle
come onde d'intenti, derive di sensi
infranti sulle coste dell'anima truce ed eterna.
Ed io sono un faro assorto che scandaglia col suo pallido sguardo
maree d'istanti, di baci confusi,
di sguardi complici al chiaro di albe defunte.

...

10 aprile 2017 ore 07:14 segnala
L'idea che ho di te è come neve che appartiene al cuore,
un respiro di fredda catena che lega la carne
a poesie assassine.
Inchiodato ad un fuoco smarrito nella notte,
ogni tuo bacio è un'algida lama su cui sanguina la mia fame,
ogni tuo passo scava orme profonde nella sabbia del mio silenzio.
E anche adesso che sto tacendo il tuo nome
ti sento dentro,
consegnata all'eternità dei miei attimi,
domata dalle corde dei miei sensi,
vestita di perfetta simmetria,
dolore e piacere caduti all'unisono sulla pelle dell'anima mia.

6b04dede-dcf8-49ae-93db-25a31cf98b22
L'idea che ho di te è come neve che appartiene al cuore, un respiro di fredda catena che lega la carne a poesie assassine. Inchiodato ad un fuoco smarrito nella notte, ogni tuo bacio è un'algida lama su cui sanguina la mia fame, ogni tuo passo scava orme profonde nella sabbia del mio silenzio. E...
Post
10/04/2017 07:14:58
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment