VELENO NEL PIANTO

26 marzo 2017 ore 21:38 segnala
Ho veleno nel pianto,
veleno che bagna il cuore e lo asseta col tuo nome.
Non saprai mai quanto la tua assenza mi sia appartenuta,
in agguato, implacabile,
nella mia carne che avrei voluto abitare
col tuo respiro e il tuo abisso sconfinato.
Non saprai mai la tempesta che il mio sangue ti ha dedicato
e quanto la mente sia stata un fragile argine
invaso dalla tua follia.

90d5d83c-38bd-41eb-ac00-0dc349833561
Ho veleno nel pianto, veleno che bagna il cuore e lo asseta col tuo nome. Non saprai mai quanto la tua assenza mi sia appartenuta, in agguato, implacabile, nella mia carne che avrei voluto abitare col tuo respiro e il tuo abisso sconfinato. Non saprai mai la tempesta che il mio sangue ti ha...
Post
26/03/2017 21:38:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

FEROCE

24 marzo 2017 ore 17:21 segnala
Feroce pensiero di te
che scava dolci e profonde ferite nella mia anima,
morso di una lunga notte dove rubo parole immortali alla tua pelle
e con lenti baci disperdi i gigli smarriti della mia angoscia.
Feroce voglia di te che affonda le sue inquiete onde
nella sabbia del mio silenzio;
voglio chiamare col tuo nome questo fuoco
che consuma i miei sensi,
voglio trattenerti come la lacrima più preziosa del mio pianto,
dolorosamente bella e distante,
femmina sovrana delle assenze coltivate dal mio desiderio.

b2054941-1ac7-46c7-b315-415f448418a1
Feroce pensiero di te che scava dolci e profonde ferite nella mia anima, morso di una lunga notte dove rubo parole immortali alla tua pelle e con lenti baci disperdi i gigli smarriti della mia angoscia. Feroce voglia di te che affonda le sue inquiete onde nella sabbia del mio silenzio; voglio...
Post
24/03/2017 17:21:20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

MALE DI LUNA

23 marzo 2017 ore 18:08 segnala
Non saprai mai quanto ti ho desiderata:
ho il sangue di serpente che muta ogni suo tormento
e se per un istante volesse ancora indugiare sulla tua lingua
avrebbe il sapore di mille tempeste,
il suono di mille promesse intessute nel silenzio.
Regalo le mie vene alla notte più profonda
perché è lì che ti sento scorrere dentro
come l'argento di una paura,
come un male di luna.
Sei così dolorosa che ti consacro col mio pianto,
freddo cristallo sulla tua tiepida pelle
troppo distante, troppo assente.
Così nascondo il mio cuore come la bugia più grande
che possa pronunciare,
ma sento sempre il suo ululato che t'invoca
come fossi la sua ultima fuga,
come fossi un male di luna.

7b60a890-a2c4-44b8-8502-ac1f2d37521b
Non saprai mai quanto ti ho desiderata: ho il sangue di serpente che muta ogni suo tormento e se per un istante volesse ancora indugiare sulla tua lingua avrebbe il sapore di mille tempeste, il suono di mille promesse intessute nel silenzio. Regalo le mie vene alla notte più profonda perché è lì...
Post
23/03/2017 18:08:51
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

...

22 marzo 2017 ore 12:22 segnala
Quanta strada dovrà ancora percorrere la mia solitudine
per raggiungere la tua bocca
e adagiare il brivido della mia anima sulla tua?
Vedo il mio sangue nel tramonto
che lento accompagna le tue malinconie
e custodisco profonde carezze che portino via
le tue lacrime più segrete.
Con quanto silenzio dovrò ancora sfamare questo cuore
prima di udire il suono perfetto del tuo corpo sul mio?
Questo desiderio è fatto di attimi
che s'infrangono come onde sulla pelle
e tu sai di marea che mi porta via,
lontano,
lontano.

a2e12ecc-b614-4efd-a4da-70febd8702a3
Quanta strada dovrà ancora percorrere la mia solitudine per raggiungere la tua bocca e adagiare il brivido della mia anima sulla tua? Vedo il mio sangue nel tramonto che lento accompagna le tue malinconie e custodisco profonde carezze che portino via le tue lacrime più segrete. Con quanto silenzio...
Post
22/03/2017 12:22:56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

...

21 marzo 2017 ore 11:55 segnala
Ho raccolto fredda neve
dalle macerie di questo cuore,
amante notturno che incatena il suo sangue
alla poesia furtiva del tuo pensiero.
Ho trattenuto un istante sulla mia bocca
il bacio di un'assenza troppo lunga
ed essa mi ha riposto sulle labbra una ferita
con la violenza di una bianca rosa.
Ho sepolto nel mio pianto
la carezza di un fuoco anonimo,
l'odore della tua pelle che mai ho sentito,
un volo furtivo fra le pieghe dell'anima
dove ancora mi ritrovo a desiderarti.
La malinconia ha il suono di una tiepida risacca
ed io non amo che il mio non averti
fra tante cose che ho.

6d4dd8ef-c547-44a1-9c70-d3cfd03a79ed
Ho raccolto fredda neve dalle macerie di questo cuore, amante notturno che incatena il suo sangue alla poesia furtiva del tuo pensiero. Ho trattenuto un istante sulla mia bocca il bacio di un'assenza troppo lunga ed essa mi ha riposto sulle labbra una ferita con la violenza di una bianca rosa. Ho...
Post
21/03/2017 11:55:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

...

20 marzo 2017 ore 11:13 segnala
Forse dovremmo distogliere lo sguardo
da certe lacrime randagie
per inseguirci nella penombra di nuovi istinti
e riscoprirci amanti di una stessa perdizione.
Il silenzio tinge le tue labbra di rosso
nell'istante in cui cerco la tua bocca
e già mi sento tremare di un'illusione
che si consuma in un abbraccio,
di una paura che sparge freddo miele
sui graffi del passato.
Forse dovremmo tenerci per mano
e lasciare che questa luna si spenga
fra le nostre dita intrecciate,
come un sogno di neve che muore lentamente nel cuore
lasciando il calore di un bacio.

1db3e33a-2108-4da2-b084-19bf7d6f3d55
Forse dovremmo distogliere lo sguardo da certe lacrime randagie per inseguirci nella penombra di nuovi istinti e riscoprirci amanti di una stessa perdizione. Il silenzio tinge le tue labbra di rosso nell'istante in cui cerco la tua bocca e già mi sento tremare di un'illusione che si consuma in un...
Post
20/03/2017 11:13:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

...

19 marzo 2017 ore 15:14 segnala
Del desiderio che con dita di strega
ricama sull'anima una feroce vertigine
ho udito un sospiro notturno
che nascondeva nella mia carne
l'immagine delle tue labbra schiuse.
Di ogni pensiero che ti dedico
nascondo una metà d'inferno
dove ti scorgo tremante di segreti ardori,
col mio nome condannato sulla tua lingua,
cuore vivido morso da irriverenti follie
che ansimano con voce di tuono.
Uno sguardo c'incatena il sangue
e ci riscopriamo nudi amanti
vestiti da un vento di pelle e sensi sconfitti.

4a82dd4c-df6c-42f8-b9fe-c41ad3cfd240
Del desiderio che con dita di strega ricama sull'anima una feroce vertigine ho udito un sospiro notturno che nascondeva nella mia carne l'immagine delle tue labbra schiuse. Di ogni pensiero che ti dedico nascondo una metà d'inferno dove ti scorgo tremante di segreti ardori, col mio nome condannato...
Post
19/03/2017 15:14:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

ALCUNE MIE PUBBLICAZIONI

18 marzo 2017 ore 13:39 segnala













Ho sempre usato il nome d'arte "Necrodaimon" (successivamente modificato in "Daimon") per firmare le mie poesie. Il nick che utilizzo in questo sito è puramente casuale.

...

17 marzo 2017 ore 23:23 segnala
Non sono più bianche le rose del desiderio,
ma scarlatte, come ardori che mordono il cuore,
mentre sussurro ancora il tuo nome
alla polvere dei miei giorni
e mi chiedo se il tuo sangue
continui a cercare la vena del mio pensiero.
Voglio solo rapire il riflesso del mio volto
nel tuo sguardo innamorato,
lasciare la sillaba del tuo respiro sulla mia bocca
e raccontare alla notte la tua nuda bellezza
che forte m'incatena.
Resta,
restami ancora dentro
a dissetare le radici della mia angoscia,
a baciare le braci della mia solitudine come una fiamma eterna.

7084974d-223a-4fea-aea5-059da93a7a9a
Non sono più bianche le rose del desiderio, ma scarlatte, come ardori che mordono il cuore, mentre sussurro ancora il tuo nome alla polvere dei miei giorni e mi chiedo se il tuo sangue continui a cercare la vena del mio pensiero. Voglio solo rapire il riflesso del mio volto nel tuo sguardo...
Post
17/03/2017 23:23:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

SE TI OSSERVO CAMMINARE DA SOLA

17 marzo 2017 ore 07:19 segnala
Se ti osservo camminare da sola,
come una foglia
cullata dal languore autunnale,
il cuore mi si stringe,
come fosse la strada
su cui la tua malinconia si posa.

Amo la tua solitudine.

Se ti osservo mentre taci,
con gli occhi che toccano infinite distanze
e le labbra appena schiuse
come in attesa di un tenero bacio,
il respiro mi vola via,
e anche io mi ritrovo
immensamente distante da te.

Amo il tuo silenzio.

Se tu non ci sei
E le mie carezze non ti possono raggiungere,
ciò che resta
è un frammento di pensiero,
un amaro smarrimento,
che mi lascia parole fugaci come il ventO,
cupe come la cenere.

Amo anche la tua assenza.

(dalla mia raccolta di poesie "I silenzi dell'anima")

0a158530-154c-4a0f-a25e-e18cd69a9f12
Se ti osservo camminare da sola, come una foglia cullata dal languore autunnale, il cuore mi si stringe, come fosse la strada su cui la tua malinconia si posa. Amo la tua solitudine. Se ti osservo mentre taci, con gli occhi che toccano infinite distanze e le labbra appena schiuse come in attesa...
Post
17/03/2017 07:19:23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment