Book's power

08 febbraio 2017 ore 23:57 segnala
Prestare i libri Ŕ una cosa personale.
Io non li presto quasi mai,
soprattutto quelli che ho amato davvero.
Sono un po' un'ossessionata dalle belle parole, le sottolineo e poi mi diverto perfino a recensirli , come se fossi chissÓ quale intenditrice.
Per˛ mi fa molto piacere condividere i miei interessi, e quindi posso, volentieri, fare un'eccezione a questa regola.
Quello che importa Ŕ che mi ritornino i libri intonsi , e conoscendo la persona non ho da preoccuparmi.
E' bello, trovare persone con i tuoi stessi interessi.
Nulla, tutto qui.
5ceab596-c1ac-456f-9e65-c75d7dce997a
Prestare i libri Ŕ una cosa personale. Io non li presto mai, soprattutto quelli che ho amato davvero. Sono un po' un'ossessionata dalle belle parole, le sottolineo e poi mi diverto perfino a recensirli , come se fossi chissÓ quale intenditrice. Per˛ mi fa molto piacere condividere i miei interessi,...
Post
08/02/2017 23:57:46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. leggendolamano 09 febbraio 2017 ore 00:06
    i libri sono parte di noi, sono materia, sono odore sono fruiscio, sono ricordi, sono conoscenza.
    Non amo l'immateriale, non amo gli ebook, non amo ci˛ che non posso annusare.
    Sono cinestesico, forse sono come te.
  2. Inamii 09 febbraio 2017 ore 00:22
    Condivido :)

    'I libri da leggere non potranno essere sostituiti da alcun aggeggio elettronico. Son fatti per essere presi in mano, anche a letto, anche in barca, anche lÓ dove non ci sono spine elettriche, anche dove e quando qualsiasi batteria si Ŕ scaricata, possono essere sottolineati, sopportano orecchie e segnalibri, possono essere lasciati cadere per terra o abbandonati aperti sul petto o sulle ginocchia quando ci prende il sonno, stanno in tasca, si sciupano, assumono una fisionomia individuale a seconda dell'intensitÓ e regolaritÓ delle nostre letture, ci ricordano (se ci appaiono troppo freschi e intonsi) che non li abbiamo ancor letti, si leggono tenendo la testa come vogliamo noi, senza imporci la lettura fissa e tesa dello schermo di un computer, amichevolissimo in tutto salvo che per la cervicale'.
    Umberto Eco

    Ciao!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.