Lettere Luterane

14 novembre 2016 ore 01:17 segnala
Marta marta, si ritrova di nuovo alle prese con i vecchi mostri.
Le vecchie ansie che però non vuole ammettere.
Ho come l'impressione che tutto sia eccessivamente pressante.
A volte vorrei staccare tutto, e andarmene in un qualche posto paradisiaco, facendo perdere le mie tracce.
Via. In un posto dove non devi pensare. Non hai da sentirti in gabbia, o sotto stress.
Perché ci è così difficile essere felici?
Perché mi sento sempre inadeguata col mondo e con me nel mondo?
Di questo mio stato di irrequietezza bado bene a che non venga a galla.
Non ci penso nemmeno ad ammorbare la gente con le mie ansie.
Ansia. In effetti non ho nemmeno chiaro che cosa si indichi con questa parola. Come si fa ad etichettare con una sola parola un sentimento che è diverso da persona a persona? Non c'è chiaro nemmeno per il linguaggio, come speriamo di venir capiti? Forse è proprio questo nostro modo di essere instabili? Preoccupati? Incerti?

Io sono nata instabile.
Il mio cercare di fare è un rimedio anti depressione. Credo che 'se farò tanto, se raggiungerò degli obiettivi, un domani sarò migliore e starò meglio'. Credo così, mi illudo sicuramente.



...
aa1c1d4f-cad7-449e-8c1c-85842525d271
Marta marta, si ritrova di nuovo alle prese con i vecchi mostri. Le vecchie ansie che però non vuole ammettere. Ho come l'impressione che tutto sia eccessivamente pressante. A volte vorrei staccare tutto, e andarmene in un qualche posto paradisiaco, facendo perdere le mie tracce. Via. In un posto...
Post
14/11/2016 01:17:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. Sad.Involving 20 dicembre 2016 ore 23:45
    L'inadeguatezza e' un privilegio.
    Non dimenticarlo mai.
  2. Inamii 20 dicembre 2016 ore 23:48
    :*

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.