Cammino

16 agosto 2017 ore 14:45 segnala


Non posso donarti l'amore romantico.
Le nelle mie vene scorre sangue diverso.
Non posso abbracciarti, baciarti ho bisogno di divorare la tua anima per amarti.
Sbranando le tue convenzioni portandoti in una dimensione diversa.
Per mano ti porterò in sentieri oscuri dove ad ogni passo metterai in dubbio le tue certezze le tue convenzioni.
Il mio mondo può sembrare violento ma cosa può essere più bello di donarsi fino a dissolversi nell'altro diventando uno?
Il cammino non è breve l'esperienza sarà un lungo percorso nelle nostre anime scoprendo le nostre paure e cercando quei piaceri lussuriosi che i comuni mortali condannano.
Ma alla fine scoprirai il mio paradiso caldo e perverso di cui non potrai farne a meno

Hell fire

15 agosto 2017 ore 17:41 segnala


Non giocare con la mia anima.
Lo sai la mia via è la perdizione.
Brucio senza paura delle fiamme e non desidero ne speranza ne assoluzione.
La mia è pura sincerità.
Mi sono bruciato più con il paradiso che con l'inferno.
Le anime dannate che non hanno speranza sono più sincere.
I nostri abbracci che non puoi capire sono più veri.
Le nostre perversioni non sono ipocrite come il tuo sorriso sono vere.
Partono dall'anima e donano tutto quello che hanno.
Rido della tua luce della tua pace.
Sei fredda indifferente banale.
La mia carne quando si dona divampa non arrossisce.
La mia via è piena di esperimenti di prove di curiosità non di ridicole parole scritte e dette da altri.
Niente è così vivo del bruciarsi.
c4960b81-a2cf-4442-811b-0bedcf1d3202
« immagine » Non giocare con la mia anima. Lo sai la mia via è la perdizione. Brucio senza paura delle fiamme e non desidero ne speranza ne assoluzione. La mia è pura sincerità. Mi sono bruciato più con il paradiso che con l'inferno. Le anime dannate che non hanno speranza sono più sincere. I nos...
Post
15/08/2017 17:41:57
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Fuoco

10 agosto 2017 ore 14:23 segnala


Quando due anime si incontrano niente può fermarle, non esiste la bellezza, l’età o altro. Divampa il fuoco che li avvolge fiamme che si alimentano a vicenda e che non si esauriscono. Il desiderio impera e niente è vietato i lati oscuri si illuminano. I desideri nascosti emergono e nessuna morale comune li ferma. Niente è più sublime di abbandonarsi ai propri istinti.
5e2d120d-a892-43ee-9bac-cbbe4e677330
« immagine » Quando due anime si incontrano niente può fermarle, non esiste la bellezza, l’età o altro. Divampa il fuoco che li avvolge fiamme che si alimentano a vicenda e che non si esauriscono. Il desiderio impera e niente è vietato i lati oscuri si illuminano. I desideri nascosti emergono e n...
Post
10/08/2017 14:23:02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Caronte

09 agosto 2017 ore 14:30 segnala


Non temere le sbarre sono concezioni astrali delle tue paure.
Guarda oltre e non vedrai il mio cielo azzurro, vedrai tutti i miei tormenti.
Nella mia anima non troverai splendenti luci, ma tanti piccoli ceri ad illuminare il percorso.
In ogni spazio che troverai immagini dei miei deliri.
Fantasie che rimangono tali senza possibilità di vedere la vera luce.
Fantasie aborrite dal comune sentire, che trovano spazio solo nella mia anima.
Entra non avere paura forse ti ci riconoscerai e ti stringerò la mano per accompagnarti nel viaggio oppure scappa torna indietro alla luce del sole che inesorabilmente ti brucerà lo stesso.
A te la scelta io sono qui novello Caronte della mia anima.
c7117a44-4f19-4d45-80f0-9e8774869f52
« immagine » Non temere le sbarre sono concezioni astrali delle tue paure. Guarda oltre e non vedrai il mio cielo azzurro, vedrai tutti i miei tormenti. Nella mia anima non troverai splendenti luci, ma tanti piccoli ceri ad illuminare il percorso. In ogni spazio che troverai immagini dei miei del...
Post
09/08/2017 14:30:18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

desiderio

09 agosto 2017 ore 13:18 segnala
sostantivo maschile
1.
Sentimento di ricerca appassionata o di attesa del possesso, del conseguimento o dell'attuazione di quanto è sentito confacente alle proprie esigenze o ai propri gusti.
“provare il d. di te”
2.
Bisogno, necessità.
“avere un gran d. di te”
1b6b5dd8-dda2-4776-9d69-3f32d6ce7cdf
sostantivo maschile 1. Sentimento di ricerca appassionata o di attesa del possesso, del conseguimento o dell'attuazione di quanto è sentito confacente alle proprie esigenze o ai propri gusti. “provare il d. di te” 2. Bisogno, necessità. “avere un gran d. di te” « immagine »
Post
09/08/2017 13:18:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Dark side

07 agosto 2017 ore 16:18 segnala


Abbiamo tutti un nostro lato oscuro, dove nascondiamo o reprimiamo le nostre voglie, i nostri desideri. Oscuro forse perchè la morale corrente non condivide. Reprime a volte isola o relega in un angolo questi pensieri o modi di essere. Ma personalmente adoro camminare in quello che comunemente si crede oscuro, vi trovo molta più luce che altrove.
2e59f1c4-e705-4b02-984f-74ab57df5ca6
« immagine » Abbiamo tutti un nostro lato oscuro, dove nascondiamo o reprimiamo le nostre voglie, i nostri desideri. Oscuro forse perchè la morale corrente non condivide. Reprime a volte isola o relega in un angolo questi pensieri o modi di essere. Ma personalmente adoro camminare in quello che c...
Post
07/08/2017 16:18:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Mano

29 luglio 2017 ore 20:06 segnala
La mano le premeva sul collo, sentiva le dita che penetravano nella pelle, aveva voglia di divincolarsi di respirare a pieni polmoni, ma era ferma contro quella parete. Lui l'aveva presa senza che se ne accorgesse con un movimento rapido fulmineo in quell'antro. Il muro aderiva alla schiena come una seconda pelle, era schiacciata contro, la sua bocca era sulla sua aderiva ferocemente alle sue labbra mentre la baciava. La morsa e il bacio la stavano tramortendo, ma non temeva lui. Si staccò da lei per farla respirare gli occhi si incrociarono e una forza magnetica lo riportò alle sue labbra continuò a baciarla aveva sete di quella bocca che aveva solo vista una volta e immaginata per troppo tempo. La sua lingua scopriva nuovi sapori in lei sentiva che i suoi baci venivano ricambiati, con passione, sensualità erotismo. L'altra mano cominciò a frugare tra le sue gambe cercando la sua pelle nuda. In quell'antro semioscuro dove con una scusa l'aveva trascinata, stava realizzando le sue fantasie, lei nelle sue mani lei nella sua bocca, indifferente al pericolo di essere visti da estranei, la sua mano gli stava dando piacere, lo sentiva dalle sue dita umide dei suoi umori, i baci sempre più languidi il respiro sempre più affannoso. Fino a sentire nella sua bocca i suoi mugolii di piacere che succhiava avidamente mentre il suo orgasmo montava. E venne nella sua mano senti il suo corpo rilassarsi contro la parete mentre il suo ventre cercava di essere sempre più penetrato dalla sua mano. Gli venne in bocca quel sussurrio gli venne nella mano bagnata da lei.

Bar

29 luglio 2017 ore 15:55 segnala
Fallo. Il tono era quello che non ammetteva repliche.Qui? Ora?Certo è un problema?Ma … possono vedermi.FALLO E BASTA.
Abbassando gli occhi si guardò intorno, il tavolino del bar era fortunatamente in un angolo della sala e a quell'ora c'erano pochi avventori. Il barista chiacchierava con dei clienti e non prestava attenzione a loro.
La coppia si era data appuntamento in quel bar, e agli sguardi estranei sembravano due conoscenti che parlavano dei tempi andati.
Fallo quell'ordine improvviso, sapeva cosa voleva, era imbarazzata, ma allo stesso tempo elettrizzata un vortice di sensazioni le attraversavano il petto e la mente, affluendole al volto facendola arrossire.
Sapeva che se non avesse eseguito l'ordine si sarebbe alzato e forse non l'avrebbe mai più sentito. Erano mesi che si parlavano attraverso chat, mail, messaggerie tutti e due attirarti l'un verso l'altro.
Si spostò sulla seggiola offrendo le spalle al bar e portò la mano tra le sue cosce cominciando ad accarezzarsi. All'inizio era vigile fermava la sua mano ad ogni movimento sospetto alle sue spalle, lui la guardava negli occhi godendo del suo imbarazzo e allo stesso tempo felice di quello che lei gli offriva.
La mano premeva sulla stoffa sentiva il suo sesso che cominciava a rispondere a quelle sollecitazioni, il piacere cominciava a farsi strada sentiva le labbra che si gonfiavano i capezzoli nascosti dal maglioncino cominciarono a farsi strada nel tessuto cercavano di emergere. Lui seguiva i suoi movimenti sentiva il suo piacere aumentare.
La mano cominciò a farsi meno timida e premeva sempre più a fondo il piacere del toccarsi in pubblico una emozione sopita e mai provata, la voglia di soddisfare lui la portarono rapidamente a godere della situazione.
Sentiva le gocce che cominciavano a bagnarla, aumentò la velocità del tocco, voleva ansimare fare sentire il suo piacere, ma la situazione glielo impediva e arrivò soffocando i gemiti all'orgasmo. Le mutandine erano bagnate dei suoi umori lo sentiva.
Le voglio gli disse, alzandosi sentì come una vertigine dovuta forse a quell'orgasmo represso si diresse in bagno e chiudendosi si sfilò l'indumento che recava i segni del suo piacere.
Uscì camminando lentamente sedendosi al tavolino allungò l'indumento che aveva nascosto nella mano, lui lo prese e portandoselo alla labbra gli sorrise ringraziandola
3c31c752-1f97-4c86-94ce-eeb0721c94da
Fallo. Il tono era quello che non ammetteva repliche.Qui? Ora?Certo è un problema?Ma … possono vedermi.FALLO E BASTA. Abbassando gli occhi si guardò intorno, il tavolino del bar era fortunatamente in un angolo della sala e a quell'ora c'erano pochi avventori. Il barista chiacchierava con dei...
Post
29/07/2017 15:55:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Wolf

29 luglio 2017 ore 14:11 segnala

Ho ritrovato le tue traccie che si erano perse. Voglio chiudere questa parentesi che la vita ha creato. Non voglio più perdere la tua via. Ti seguirò anche da lontano diventando la tua oscura paura. Non voglio rivivere voglio nuove emozioni di e con te. Voglio aprire la tua anima entrarci dentro e devastarti. La tua mente sarà mia nelle nostre perversioni. Ti farò bruciare insieme a me di desiderio e farai di tutto per soddisfarci. NOI

Diversi

29 luglio 2017 ore 10:49 segnala


Così diversi così uniti. La nostra diversità agli occhi della gente ci rende un unica entità.
Tu sei l'unica che riesce a placare la mia sete, la mia rabbia, il mio tormento.
Nella nostra diversità abbiamo creato il nostro universo dove ci rifugiamo e godiamo di noi.
Il mondo può rimane distante, anche se viviamo nella nostra notte non ci circonda il buio.
I nostri desideri si realizzano donandoci a vicenda senza timore andando anche oltre al comune pudore.
Siamo noi e basta.