una storia... di vita!!!

24 aprile 2010 ore 10:17 segnala

un professore di filosofia sale in cattedra e, prima di iniziare la lezione, toglie dalla cartella un grande foglio bianco con una piccola macchia d’inchiostro nel mezzo. rivolto agli studenti domanda:“che cosa vedete qui?“.  “una macchia d’inchiostro“, rispose qualcuno.  “bene “, continua il professore, “così sono gli uomini:"vedono soltanto le macchie, anche le più piccole, e non il grande e stupendo foglio bianco che è la vita.  da: “la vita è bella nonostante” di V. Buttavafa

a te...

22 aprile 2010 ore 10:44 segnala
A te che di me non sai nulla, che mi vieni vicino in punta di piedi e scruti la mia vita, con occhi verdi e puliti senza afferrarne minimamente il senso...  A te che mi metti allegria quando scrivi, che sei ironica e dolce e rifletti su di me sentimenti positivi e ottimisti, purificando il giardino ingarbugliato dei miei pensieri...  A te che quasi non mi conosci, che di me sai il nome e poco più, che mi metti di continuo alla prova e mi spingi a rincorrere e raggiungere traguardi che, solo ieri, mi parevano troppo lontani...  Dedico a te, amica nuova e inaspettata, i sentimenti finalmente un po' gioiosi che restituiscono vitalità e respiro al mio cuore, in cui tu hai riportato colori dalle tinte fresche e dai toni accesi...  :rosa

a me stesso...

19 aprile 2010 ore 11:47 segnala

“Saggio è colui che fa tesoro dei giorni trascorsi, Buon compleanno”

se ti fa piacere...

18 aprile 2010 ore 19:26 segnala

CERCAMI tra i ricordi ... quelli dolci

cercami tra gli  sbagli ... se pensi che è stato tutto sbagliato

cercami nella memoria ... sperando che non ti sia dimenticata

cercami tra i miei sorrisi e le mie lacrime ... che si alternano pensandoti

cercami nelle fantasie ... li potevamo tutto

cercami tra i sogni ... li mi troverai

cercami in silenzio ... non chiedermi niente...non servono parole

cercami tra le stelle ... potrei brillare per te

cercami in un angolo del tuo cuore...io ci sarò

cercami....sono qui.

dilemma...

17 aprile 2010 ore 10:08 segnala

A ridere si rischia di apparire pazzi.  
A piangere si rischia di apparire sentimentali.
 A cercare gli altri si rischia di rimanere coinvolti.  
A esprimere i propri sentimenti si rischia di essere respinti.  
A esporre i propri sogni di fronte a tutti si rischia il ridicolo.
 Ad amare si rischia di non essere corrisposti. 
A continuare, pur con pronostici sfavorevoli, si rischia la sconfitta. 
Ma bisogna saper correre dei rischi perché il rischio più grande nella vita è non rischiare nulla. 
Quelli che non rischiano nulla non fanno nulla, non hanno nulla, non sono nulla. 
E' possibile che evitino di soffrire, ma non possono imparare, sentire, cambiare, crescere od amare.  
Solo chi rischia è libero.



lettera...

15 aprile 2010 ore 22:49 segnala

"Una lettera nel momento in cui la infili nella busta... cambia completamente... 
Finisce di essere mia... diventa tua... 
Quello che volevo dire è sparito, resta ciò  che capisci tu."

11527437

"Una lettera nel momento in cui la infili nella busta... cambia completamente... 
Finisce di essere mia... diventa tua... 
Quello che volevo dire è sparito, resta ciò  che...
Post
15/04/2010 22:49:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

solitudine...

11 aprile 2010 ore 21:13 segnala

Provare una forte solitudine sentimentale e sociale per un non so che di incomprensibile ma reale un non volersi integrare con un sistema pieno di cose che non m'interessano più, troppo effimere e arrivare alla noia e viverla come tempo da passare in un piacevole rallentamento del tempo. ho avuto ed ho amici e una vita molto piena di esperienze belle e terribili, ma alla fine da un po di mesi (incidente sportivo molto penalizzante), sono in un limbo dove tutto è vuoto per me non trovo un senso, e ogni giorno metto o non metto la mia maschera tutto è per me una vita che non mi da nulla se non la vita stessa. Chi capisce quello che ho scritto significa che sente dentro l'anima e la risposta non può esserci. ho solo espresso uno stato d'animo ma che forse qualcuno condivide, grazie per avermi ascoltato.

andare ...

11 aprile 2010 ore 20:38 segnala
...Vado via spesso da me stesso... l'evasione mi aiuta a capire tante cose.. ma a volte vorrei rimanerci per non capirne altre...

prospettiva...

10 aprile 2010 ore 19:37 segnala

ǝʇןoʌ a...

 

ǝsoɔ ǝן ouɐpɹɐnƃ ıs ǝןɐnb ɐןןɐp ɐʌıʇʇǝdsoɹd ɐן ǝɹɐıqɯɐɔ ıp oןos ɐʇʇɐɹʇ ıs ǝʇןoʌ a...

11517284
ǝʇןoʌ a...   ǝsoɔ ǝן ouɐpɹɐnƃ ıs ǝןɐnb ɐןןɐp ɐʌıʇʇǝdsoɹd ɐן ǝɹɐıqɯɐɔ ıp oןos...
Post
10/04/2010 19:37:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    6

vi ringrazio...

08 aprile 2010 ore 19:12 segnala
Se avessi pensato tempo fa che mi sarei circondato nella mia vita di amicizie virtuali, mi sarei fatto una grossa risata. Non perchè sia cinico su queste cose, ma solo perchè dal di fuori molte cose non si possono capire. Una volta che ci sei dentro è tutto diverso. Gli amici virtuali (pochi) ci sono, alcuni sono più pigri, altri più presenti, ma a volte con semplici parole, riescono ad arrivare diritti al tuo cuore. Di te talvolta non sanno le cose più semplici, il colore dei tuoi occhi, la tua band preferita, eppure riescono a  trovare il modo di far penetrare la loro amicizia disinteressata. Si, perchè uno dei motivi che mi fa apprezzare i legami che si creano in questa dimensione è proprio la genuinità del rapporto. Non ci possono essere spinte esterne, le cose si fanno perchè si sentono, non ci sono ne obblighi,  ne ricorrenze dovute, solo la semplicità delle azioni. E allora diventa un mondo sublime, le varie generazioni si incontrano . . . così il tempo va, il notebook non ti abbandona mai, e i legami per quanto fisicamente lontani, in realtà si sentono vicini. Nel virtuale talvolta puoi conoscere maschere, ma io amo pensare di conoscere la parte più profonda degli animi…  io ti do e tu mi dai perchè lo si vuole.

Un grazie ai miei amici virtuali, sappiate che fate parte delle mie giornate…