il vagabondo filosofo…

15 novembre 2014 ore 08:35 segnala


...voglio la mia città
come ai tempi
del vagabondo filosofo.
la piazza grande
con un lampione centrale
e un uomo che nel vino
la saggezza trovava
e follie allegre gli faceva
fare la notte.
allora il vagabondo
con i suoi numerosi cani
andava avanti e indietro
tesseva la città
e, ne era il padrone.
una grande filosofia
colava dalle sue vecchie labbra
e ti parlava della lotta antica
tra scienza e natura:
- per ipotesi, talvolta azzardava
che la scienza vinceva la natura,
poi guardava i suoi cani,
fedeli compagni nella miseria
e che un’ancestrale magia
legava a Lui con forza inconsueta
e non il tozzo di pane che elargiva loro –
e il filosofo dei poveri concludeva
che niente la scienza poteva fare
contro le spinte della natura.
i cani sono rimasti fuori
dalla porta quando una notte il vino
uccise l’amato padrone.
il sigaro non spento bene,
dalla sua mano malferma
aprì la strada al fuoco
e il suo giaciglio
come una pira sacra,
bruciò il filosofo dei poveri.
8947866f-5caa-4564-b05e-4f671ba4b3b9
« immagine » ...voglio la mia città come ai tempi del vagabondo filosofo. la piazza grande con un lampione centrale e un uomo che nel vino la saggezza trovava e follie allegre gli faceva fare la notte. allora il vagabondo con i suoi numerosi cani andava avanti e indietro tesseva la città e, ne er...
Post
15/11/2014 08:35:26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    13

Commenti

  1. klardiluna 15 novembre 2014 ore 13:21
    non ci si stanca mai di leggerti :-)
    .... :fiore buon fine settimana :fiore
  2. Cicala.SRsiciliana 15 novembre 2014 ore 14:12
    Triste sorte
    quella del barbone
    che muore per sua scelta
    con la bottiglia in mano
    e la compagnia
    dei fedeli cani,
    molto più cari
    a lui, dell’uomo
    che facilmente
    inganna
    ed abbandona.


    Bellissima, e struggente
    poesia, ma quanta
    realtà c’è dentro
    questa commovente storia….
    Un buon fine settimana Rita :cuore
  3. LadyMestolo 15 novembre 2014 ore 22:43
    :rosa
  4. james54 16 novembre 2014 ore 10:10
    @ Carla: scrivere mi rilassa, sapere che sono gradito accresce, la voglia di continuare… serena domenica… :rosa :rosa :rosa
  5. james54 16 novembre 2014 ore 10:11
    @ Rita: purtroppo, è una storia vera…buona giornata… :bacio
  6. james54 16 novembre 2014 ore 10:11
    @ Lady : :rosa :rosa :rosa
  7. Cicala.SRsiciliana 16 novembre 2014 ore 11:26
    Proprio perchè
    è una storia vera,
    provo una grande tristezza..
    Buona giornata a te, Rita :fiore
  8. dolcecarrie 16 novembre 2014 ore 13:37
    Il dominio dell’uomo consiste solo nella conoscenza: l’uomo tanto può quanto sa; nessuna forza può spezzare la catena delle cose naturali; la natura infatti non si vince se non ubbidendole. Bacone
    Buona domenica James :bye :fiore
  9. Youarethesea 16 novembre 2014 ore 14:33
    Tanto tempo fa ho conosciuto un grande maestro, morto di solitudine e freddo in un'anonima stazione di Napoli. Lo chiamavo Maestro, lo era davvero e la sua unica eredità era il suo vecchio violino e il suo fedele amico Attila sempre accanto a lui, nel freddo buio di binari spenti. Per tutti era solo un barbone.
    Me lo hai ricordato e ti ringrazio James :rosa
  10. patty1953 17 novembre 2014 ore 14:18
    Bella storia, sai a cosa mi fa pensare, che la libertà ha sempre un prezzo da pagare. Lui aveva fatto la sia scelta, condivisibile oppure no, ma sono certa che non aveva mai accettato la prigionia dei suoi pensieri. Ciao James buon inizio settimana. :rosa
  11. tecerco 18 novembre 2014 ore 11:05
    Vi sono persone a cui la vita ha dato poco dal punto di vista materiale, e sono eppure dotate di intelletto e cuore ragguardevoli. Da essi puoi aspettarti insegnamenti di vita privi di ipocrisia. Personaggi come il tuo bravo filosofo vagabondo, ci insegnano cosa è la vera umiltà, altro che chiacchiere gettate al vento! E noi, oltre ad imparare, scegliamo con attenzione con chi percorrere la nostra strada.
    Un saluto, Amico Giacomo.
  12. salyma 18 novembre 2014 ore 11:37
    Anche io da un po' di tempo sono tornata ad abitare nel mio paese natìo, quella nostalgia infine ha prevalso ed io non mi stanco di tornare quasi ogni giorno in quella strada dov'è la casa in cui nacqui. Allora era una strada sterrata e polverosa vi erano solo tre case e quella è ancora in piedi anche se non più mia. Ricordi della mia fanciullezza che leggendo il tuo post mi ha fatto venire in mente un omino piccolo che spesso veniva per ottenere qualcosa da mangiare, più che per se stesso per i suoi cani che lo accompagnavano sempre, aveva una piccola carretta di legno dove teneva le sue poche cose. Si chiamava Orestino, era Sardo e dalla mia famiglia aveva sempre ottenuto una simpatica accoglienza, ecco perché veniva spesso e senza mai chiedere. Lui sapeva che avremmo dato comunque. Per ricompensarci di questo io e mio cugino che abitava con me gli chiedevamo di cantarci alcune storielle in dialetto Sardo e lui ogni volta prima cantava e poi ce ne spiegava il significato. Forse non era un filosofo ma è stato certamente un personaggio che non dimenticherò mai.
    Poi passarono giorni, settimane, mesi e lui non tornò più. No, non credo avesse cambiato itinerario, forse era solo diventato una stella lasciando sicuramente nel dolore e nel randagismo le sue adorate bestiole. Ogni tanto penso alla fine che avranno fatto. Certo ora anche loro saranno delle piccole stelle.
    bello leggerti, grazie per aver riportato alla mia mente questo dolce ricordo!
    Buona giornata a te :rosa
  13. giusi62 19 novembre 2014 ore 16:43
    :rosa Ciao giacomo belli i tuoi scritti
  14. james54 22 novembre 2014 ore 09:17
    @ Carla; Rita; Lady; Cate; Claudia; Patty; TC; Salyma; Giusi:

    Vi ringrazio sinceramente per i cortesi e gradevoli commenti apposti...
    se ho contribuito nel ricordare episodi passati ne sono contento.
    rappresentate la linfa che permette, al sottoscritto, di continuare a scrivere.
    Vi auguro con tutto il cuore, un sereno fine settimana...grazie ancora!!! giacomo
  15. giusi62 22 novembre 2014 ore 09:19
    :rosa :rosa :rosa Buon fine settimana GIACOMO
  16. Cicala.SRsiciliana 22 novembre 2014 ore 09:25


    A te e famiglia, Rita :rosa
  17. james54 22 novembre 2014 ore 09:31
    @ Giusi: ricambio con sinceri affetto e stima... :rosa :bacio :rosa
  18. james54 22 novembre 2014 ore 09:33
    @ RITA:
    ringrazio e ricambio...sapere che ci sei sempre, allieta le mie giornate...in questo particolare momento della mia esistenza... :rosa
  19. patty1953 22 novembre 2014 ore 09:38
    Grazie James e tu sei parte di questo albero in cui tutti noi affondi amo le radici grazie gentiluomo Buon fine settimana
  20. james54 22 novembre 2014 ore 09:39
    Patty cara, ritengo un piacere-privilegio esserTi amico!!!
    sereno fine settimana...
  21. salyma 22 novembre 2014 ore 14:36
    A te buon fine settimana e grazie per quanto riesci a dare :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.