james e il brusio…

18 giugno 2014 ore 11:19 segnala
...ma no!!! non accadrà mai...



...perché la sua poesia è troppo confidenziale...
per fare dell'audience la sua tela…

certuni saranno indotti nel credere,
che il brusio e la longevità,
non sono più contraddittorii.

ma se spingono la loro riflessione,
si accorgeranno del contrario,
che la vita brucia velocemente.
sì! il ronzio è effimero,
sopravvivere al nulla è deprimente.

per fare dell’attualità,
quando il suo valore è poca cosa,
bisogna rivisitare soltanto,
al punto da ricercarne la causa.

il brusio si valuta in numero,
non per ciò che rappresenta,
credendo che il mondo è buio,
nella sua logica folle.

è una una legge della sua natura,
non genera visite guidate,
non è in alcun cibo,
la nostra fame si placa troppo rapidamente.

i miei argomenti sono la convergenza,
che orienta i miei pensieri,
essi,
non aprono al brusio nessun orizzonte.

la mia poesia è frutto di Amore, passione,
esperienze, riflessioni e meditazione...
se viene scorsa senza essere letta,
può solo uccidere il mio pensiero...

il ronzio è un fenomeno,
che non mi rende invidioso,
qui la brevità del paragrafo non è regina,
prendetevi il tempo per amare, è meglio…

l'entusiasmo nel leggermi,
non vi conduce verso il nulla,
mantiene il desiderio di vivere,
essendo l'esteta di un altro tempo...


e sì! dovete prendere del tempo per leggermi…
…perchè la mia poesia non rivela la sua bellezza a prima vista…
3ea99d45-35a6-4b57-a16e-6c2a7c2bc71f
...ma no!!! non accadrà mai... « immagine » ...perché la sua poesia è troppo confidenziale... per fare dell'audience la sua tela… certuni saranno indotti nel credere, che il brusio e la longevità, non sono più contraddittorii. ma se spingono la loro riflessione, si accorgeranno del...
Post
18/06/2014 11:19:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    15

Commenti

  1. patty1953 18 giugno 2014 ore 12:57
    La poesia per sua natura non la si coglie mai ad una lettura veloce e nemmeno se ne può cogliere la bellezza, solo nell'interiorizzarla la si può aprezzare e capire e tradurla in un linguaggio a noi comprensibile..........il sentito! :rosa
  2. Edelvais63 18 giugno 2014 ore 16:42
    Questo post,per esempio,l'ho letto varie volte...la poesia è cosi e tu,amico mio,sei poesia! :cuore
  3. albaincontro 18 giugno 2014 ore 16:57
    Meglio il "silenzio cantatore"
  4. tecerco 19 giugno 2014 ore 11:06
    Giacomo, io l'ho letta una sola volta e l'ho compresa al volo. Il motivo sta nella affinità elettiva...a noi nota. ;-) :clap :bye
  5. james54 21 giugno 2014 ore 09:55
    @ Patty: la poesia “è”, la trasduzione della nostra anima… :rosa
  6. james54 21 giugno 2014 ore 09:56
    @ Ros: grazie molte!!! personalmente penso che noi tutti siamo, “Poesia”… :fiore :rosa :fiore
  7. james54 21 giugno 2014 ore 09:57
    @ Alba: se ho ben compreso ti riferisci a quello Napoletano?
    se così fosse, condivido!!! buona giornata...
  8. james54 21 giugno 2014 ore 09:57
    @ TC: non nutrivo alcun dubbio, anzi!!! l’affinità elettiva, non è da tutti… :ok :bye
  9. albaincontro 21 giugno 2014 ore 12:15
    Proprio quello,a volte un silenzio è più eloquente di mille parole.
  10. dolcecarrie 28 giugno 2014 ore 01:11
    Come tute le cose belle, va letta con tutta la calma possibile. :rosa :-) :bye
  11. james54 28 giugno 2014 ore 09:01
    @Cate: buona giornata... :rosa :-))) :bye
  12. dolcecarrie 28 giugno 2014 ore 13:24
    Ho scritto tute, scusami.. era l'ora tarda :-)) :rosa
  13. james54 28 giugno 2014 ore 13:32
    Cate, no problem; avevo ben compreso, capita a volte...buon pomeriggio :bye
  14. P.aradiso1965 05 agosto 2014 ore 06:12
    Il fascino della poesia è coglierne gli aspetti più salienti e trasformarli in pensieri soggettivi, non sempre in linea con l'autore, anche se qui lo spessore poetico supera di gran lunga l'immaginazione effimera della solita poesia!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.