la storia del barattolo...

24 ottobre 2010 ore 12:55 segnala
Quando le cose importanti della vita ti scappano di mano, quando ti senti stressato, quando 24 ore al giorno sembrano non bastarti più, ricordati e rifletti sulla storia del barattolo

Un professore, davanti alla sua classe di filosofia, senza dire parola, prende un barattolo grande e vuoto di maionese e procede a riempirlo con delle palle da golf. Dopo chiede agli studenti se il barattolo è pieno. Gli studenti sono d'accordo e dicono di si.
Allora il professore prende una scatola piena di palline di vetro e la versa dentro il barattolo di maionese. Le palline di vetro riempiono gli spazi vuoti tra le palle da golf.
Il professore chiede di nuovo agli studenti se il barattolo è pieno e loro rispondono di nuovo di si.
Il professore prende una scatola di sabbia e la versa dentro il barattolo. Ovviamente la sabbia riempie tutti gli spazi vuoti e il professore chiede ancora se il barattolo è pieno. Questa volta gli studenti rispondono con un sì unanime.
Il professore, velocemente, aggiunge due tazze di caffè al contenuto del barattolo ed effettivamente riempie tutti gli spazi vuoti tra la sabbia.
Gli studenti si mettono a ridere in questa occasione.

Quando la risata finisce il professore dice:

"Voglio che vi rendiate conto che questo barattolo rappresenta la vita…

    Le palle da golf sono le cose importanti come la famiglia, i figli, la salute, gli amici, l'amore; le cose che ci appassionano. Sono cose che, anche se perdessimo tutto e ci restassero solo quelle, le nostre vite sarebbero ancora piene.
Le palline di vetro sono le altre cose che ci importano, come il lavoro, la casa, la macchina, ecc.
La sabbia è tutto il resto: le piccole cose.
Se prima di tutto mettessimo nel barattolo la sabbia, non ci sarebbe posto per le palline di vetro ne' per le palle da golf.
La stessa cosa succede con la vita.
Se utilizziamo tutto il nostro tempo ed energia nelle cose piccole, non avremo mai spazio per le cose realmente importanti.

Fai attenzione alle cose che sono cruciali per la tua felicità: gioca con i tuoi figli, prenditi il tempo per andare dal medico, vai con il tuo partner a cena, pratica il tuo sport o hobby preferito.
Ci sarà sempre tempo per pulire casa, per tagliare le erbacce, per riparare le piccole cose...
Occupati prima delle palline da golf, delle cose che realmente ti importano.

 

Stabilisci le tue priorità: il resto è solo sabbia…

Uno degli studenti alza la mano e chiede cosa rappresenta il caffè.
Il professore sorride e dice: "Sono contento che tu mi faccia questa domanda. E' solo per dimostrarvi che non importa quanto occupata possa sembrare la tua vita, c'è sempre posto per un paio di tazze di caffè con un amico!"

11791488
Quando le cose importanti della vita ti scappano di mano, quando ti senti stressato, quando 24 ore al giorno sembrano non bastarti più, ricordati e rifletti sulla storia del barattolo … Un professore, davanti alla sua classe di filosofia, senza dire parola, prende un barattolo grande e vuoto di...
Post
24/10/2010 12:55:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. sciaula1979 24 ottobre 2010 ore 14:50
    Testata bellissima!! Bravo il prof. molto saggio, c'è sempre spazio x un caffè con un amico, buona domenica, un caro saluto  :-)
  2. sciaula1979 24 ottobre 2010 ore 14:50
    ops, manca però la foto di un bimbo piccino ;-)
  3. james54 24 ottobre 2010 ore 17:28
    gentile Pat, quando ero piccolo, non esistevano ancora le macchine fotografiche, ho cercato addirittura un dagherrotipo, ma, nulla…; ringrazio per il complimento. Una buona serata…  :rosa

  4. tecerco 26 ottobre 2010 ore 16:30

    Mi piace sempre, leggere questa storia. Mi serve per...ripassare.;-)

    Ciao.

    Tc

  5. spazio1969 29 ottobre 2010 ore 16:49

    ... se penso che il massimo del dialogo con i miei prof. del liceo era quando ci dicevano che eravamo dei "microcefali"... vabè..... quel corpo insegnante  non brillò mai quanto a scuola di vita!

    é una storia così bella che me la copio e mi sà che me la "mpico" sul frigo come promemoria e la faccio pure leggere a mio figlio!

    grande james! :bye

  6. MiaTuaSua 02 novembre 2010 ore 14:11

    La Paura, è quella che ti frega sempre... anche nello stabilire le priorità .....magari paura di sbagliare..... paura, paura, paura.....

    Grazie per la visita e per la magnifica pesia:-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.