Potremmo amarci così,

16 novembre 2019 ore 17:45 segnala


quando l'irrazionale invade l'amore...

...e che la penna, renda la rima più dolce.

Tra noi, regna questa folle e grande illusione,
un prato collinare troppo fiorito dalla passione,
un'erba alta che nessuno vuole falciare,
ma che in ogni momento, sotto i nostri ardori, può prendere fuoco.

In liti di sentimenti di rosso fuoco,
e da folli carezze di fiamme blu.
Immagina il nostro amore, poi prendi questo blocco di argilla,
bagnate le mani, lascia che le dita scorrano a proprio agio.

In questa pasta malleabile immagino il tuo illuminato sorriso,
che esprime uno dei tuoi dolci sospiri,
eccoti, in questo doppio riflesso allo specchio.
Poi prendi un l’argilla più scura, più nera.

Enfatizzata nella mia immagine, un rigore anche minuscolo,
qualcosa che non posso esprimere perché troppo intimo,
ma sai, di notte viene molto meglio,
nella scatola segreta dei miei teneri pensieri.

Quando avrai creato le nostre due figure,
una di colore della terra, l'altra color nero,
e, contemplando le due opere, spezzale,
sbriciola le nostre statuette e mescolale.

Argilla e argilla, argilla e argilla,
questo mucchio di terra bicolore, taglialo in due pile.
E poi, delicatamente con le dita lunghe e agili,
modella, rimodella la tua dolce immagine snella.

E poi, il mio più maschile.
Ci sarà in te questo colore più scuro,
quel pezzettino di me che ti farà impazzire per sempre,
e in me questa argilla, ardente d'amore.

Le tue mani saranno nate dalla terra,
con l'immagine dei nostri amori, in una fugace follia.
Come il Creatore, le tue dita fatate nell'eterno infinito,
avranno infuso passione ed eternità nelle nostre due vite.

Ma le nostre figure possono subire i danni del tempo?
Cosa rimarrà di questa miscela colorata di terreno così sorprendente?
Nell'oscurità della nostra stanza, saremo così allungati,
rannicchiati in questa fusione che pazientemente hai modellato.

Eternamente congelate, le nostre anime in quest’unione,
rimarranno transitorie nella stranezza della tua creazione.
Sublime utopia dell'amore di un artista altruista,
che è un clown nei giorni più tristi.

Il nostro ardore sarà messo a tacere su questa terra,
e senza il fuoco che lo anima, finirà in polvere,
con l'humus del tempo diventeremo un terreno incolto,
che si coprirà lentamente con i fiori di primavera.

E così in questo prato collinare dalla nostra passione,
rifletterà ai nostri cuori che si ribelleranno all'unisono.
Lascia che il nostro amore si evolva in natura,
solo Ella, può fare e raccontare bellissime avventure.

I sentimenti più nobili così imbavagliati,
muoiono lentamente di abbracci soffocati,
l'aggiunta dei due esseri così carnali,
non si fa senza un sospetto o qualcosa di spirituale.

Le nostre statuette intrise in questo immortale miscuglio di amore,
anche nella cassa del silenzio, un giorno si disintegrerà.
Questa è la semplice storia di questa strana statuetta…
…una bella statuetta.
150f543e-98d6-4c0a-97b9-36ac5b0dc8ea
« immagine » quando l'irrazionale invade l'amore... ...e che la penna, renda la rima più dolce. Tra noi, regna questa folle e grande illusione, un prato collinare troppo fiorito dalla passione, un'erba alta che nessuno vuole falciare, ma che in ogni momento, sotto i nostri ardori, può prendere ...
Post
16/11/2019 17:45:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6

Commenti

  1. dolcecarrie 22 novembre 2019 ore 17:10

    Statue con un'altezza di 8 metri sono opera dello scultore Tamara Kvesitadze. Entrambe le figure si muovono e cambiano posizione ogni 10 minuti, ma mai più vicini tra loro. La scultura più controversa a Batumi, parla di amore eterno e la comprensione tra le nazioni.
    Buona serata James :bye :rosa :rosa
  2. james54 22 novembre 2019 ore 22:40
    Statue meravigliose, Amore eterno!!! Notte Cate... :rosa :rosa :rosa
  3. dolcecarrie 22 novembre 2019 ore 23:18
    Notte James :rosa :rosa :-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.