Voci di Donne...

04 dicembre 2018 ore 11:19 segnala


Condannate al silenzio, voci di ninnananna,
voci di preghiera…
…dolce e misteriosa voce di donna,
voce soffocata in fondo a una stanza.

Voci che alcuni vogliono soltanto mute,
fa che le mie mani diventino le mie uniche parole,
la mia unica scrittura.
Perché non penso che le mie mani,
sappiano solo stirare e fare il bucato.
Cancellano bene la polvere,
accarezzano i volti,
si attardano sul mio corpo,
tracciando geroglifici,
che nessun uomo prende il tempo di decifrare.

Mi si orna come una odalisca,
ed io ascolto saggiamente immobile,
tuttavia il mio corpo parla,
parla…
prende tutte le forme di espressione
la mia carne da sola,
diventa un lungo discorso rapidamente interrotto.
Perché disturba lo sguardo,
Lei anche, deve tacere,

ma se mostri la mia carne contro la mia volontà,
è per provocare, eccitare,
vendere...

Il mio corpo diventa allora un oggetto da utilizzare
ad eccesso, per avvilirmi ancora di più,
per asservirmi ancora di più,
mostrando i miei sedicenti orgasmi,
sotto miliardi di foto pornografiche
facendo credere agli adolescenti che l’amore
è così…

*******

Cosa possiamo fare?
Quando siamo pieni di esclamazioni,
di sospiri, lacrime,
pianti, malattie inspiegabili?

E per paura di non capire il mio linguaggio,
lo zittiscono...
perché non sarebbe solo violenza e disperazione.

"Loro" mi dicono malinconica o isterica,
e mi condannano al solo linguaggio, che fa comodo,
l'unico linguaggio consentito è: "Matrimonio e Maternità".

Allora la mia voce diventa quella di mio marito,
dei miei figli.

La mia voce dal profondo, solo io la intendo...
lei è come il mio sangue,
che ogni mese mi trasforma,
a volte racchiudo le sue parole in quaderni,
che lego e annodo come lettere d'amore.
E corro per nasconderle in vecchi cassetti
chi non possiede almeno un cassetto segreto?
Oppure li seppellisco in armadi troppo grandi,
sotto pile di vecchi fogli di lino.

La mia lingua scritta, la riprendo,
e quando vengo scoperta,
la brucio velocemente.
E la guardo bruciare,
mentre guardo,
donne incomprese,
trattate da streghe,
condannate al rogo,
Diventano braci per poi spegnersi.
Donne maltrattate, stuprate,
Ripudiate dai loro mariti.

Le sto guardando,
poi torno al mio silenzio.
Non dico mai "io",
sono "noi" la famiglia,
E divento un’altra.

In quanti paesi,
Le voci delle donne sono proibite,
interdette,
perseguitate,
imbavagliate,
Condannate al silenzio!!!

Voglio parlare…
....Parlare,
e ancora parlare
Voglio finalmente ricoprire il mondo con la mia voce
per essere ascoltata.

Adesso,
nessuno può impedirmi di parlare,
perché alzerò la mia voce per gridare,
molto più forte di tutti gli altri…

Voci di Donne,
Non state zitte.
Svegliatevi…

P.S. pubblicata oggi, perché sono allergico agli stereotipi, ogni giorno è buono per parlarne!!!
1c17c3fd-d2b5-4fe5-a465-c438a63f723a
« immagine » Condannate al silenzio, voci di ninnananna, voci di preghiera… …dolce e misteriosa voce di donna, voce soffocata in fondo a una stanza. Voci che alcuni vogliono soltanto mute, fa che le mie mani diventino le mie uniche parole, la mia unica scrittura. Perché non penso che le mie mani...
Post
04/12/2018 11:19:28
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    12

Commenti

  1. EtruscanLady 05 dicembre 2018 ore 08:46
    E chi vuole intendere intenda, sei stato chiaro in modo sconvolgente, veritiero, il destino di tante donne purtroppo è fotografato dalle tue parole che non devono andare perse, parole da stamparsi nella mente e agire come ognuno può in modo che nessuna più debba essere ostaggio e vittima di amori sbagliati, di intere società sbagliate. Sono inutili certi tipi di ricorrenze annuali, le donne devono alzare la testa con la dignità che le distingue pretendendo quel rispetto loro dovuto ogni giorno, ogni momento e per la vita intera. Devono avere il diritto di esprimere se stesse dentro e fuori la famiglia.
    Grazie per questa tua sensibilità che come sempre dimostri di avere nella piacevole lettura dei tuoi bellissimi post.
    Buona giornata a Te! :rosa
  2. james54 05 dicembre 2018 ore 22:57
    @EtruscanLady: “ E chi vuole intendere intenda”...lo auguro sinceramente!!! Buonanotte :rosa
  3. dolcecarrie 08 dicembre 2018 ore 13:56
    P.S. pubblicata oggi, perché sono allergico agli stereotipi, ogni giorno è buono per parlarne!!!
    :clap Vero, se ne deve parlare sempre, ogni volta che ne sentiamo il bisogno.
    Mai arrendersi, ma lottare sempre per farsi ascoltare anche da chi non vuole farlo. :rosa :rosa :bacio
  4. james54 08 dicembre 2018 ore 23:13
    @Cate: arrendersi...Mai!!! Buonanotte... :rosa :bacio :rosa
  5. s.hela 10 dicembre 2018 ore 09:28
    Se gli Uomini , donassero soltanto un istante del loro tempo per leggere questa meraviglia di post , forse , non dico nel mondo intero , non dico in tutta Italia , ma dico in tantissime persone che frequentano questo sito , ci sarebbe piu' consapevolezza dell'immensa importanza che ha la Donna genitrice di un altro essere umano .
    Se le Donne donassero soltanto un istante del loro tempo per leggere quanto in questo pensiero tu hai dedicato loro , con quanto pathos le tue parole arrivano al Cuore per far riflettere moltissime su di quanti Amori "malati" si sono innamorate , sai credo che aumenterebbe di gran lunga chi chiede AIUTO!

    Un saluto e grazie per aver scritto delle Donne per le Donne.


    Buon inizio nuova settimana.

    Giulia :rosa
  6. james54 11 dicembre 2018 ore 09:38
    @s.hela:Grazie a te Giulia, per il commento puntuale ed esaustivo...buona giornata :rosa
  7. Edelvais63 12 dicembre 2018 ore 14:26
    Bellissime parole dedicate alle donne così tanto bistrattato,denigrate,violentate,zittite.Sempre grande Giacomo
  8. james54 13 dicembre 2018 ore 13:32
    @Ros: troppo buona…buona giornata.. :rosa :bacio

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.