POESIE

11 gennaio 2012 ore 14:30 segnala
.....LE PAROLE FANNO CAPRIOLE...E UN'ALTRA STORIA INVENTERO'....
8deab4b7-d88f-4f21-b487-34795450cf81
.....LE PAROLE FANNO CAPRIOLE...E UN'ALTRA STORIA INVENTERO'....
Post
11/01/2012 14:30:44
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7

Commenti

  1. Janellaz 11 gennaio 2012 ore 14:49
    "BARCHETTE DI CARTA"
    LE BARCHETTE DI CARTA
    SONO FATTE DI NIENTE,
    MA VANNO LEGGERE
    SULL'ACQUA DEL RUSCELLO
    IN UN SOFFIO SOAVE.
    ANCHE QUESTE PAROLE
    SON BARCHETTE DI CARTA,
    ED IO SARO' FELICE,
    SE TOCCHERANNO UN CUORE
    SULL'ALTRA SPONDA.
    (G.SERAFINI)
  2. Janellaz 11 gennaio 2012 ore 18:16

    "NUBI"
    Nubi, si siepi di piuma
    uccelli schiuma
    uccelli dalle grandi ali.
    nubi, cagnolino d'ovatta
    preso al laccio
    nato dal sogno d'un bimbo.
    Nubi,
    montagne che vengono a me.
    Nubi, incantesimo del cielo
    di cui un colpo di vento
    fara' d'improvviso
    coriandoli di cristallo.
    (M. DROVET)
  3. Janellaz 11 gennaio 2012 ore 18:37

    "NON E' MAI TROPPO TARDI"
    Le luci cominciano a brillare
    il giorno declina
    e la luna lenta si arrampica nel cielo
    Non è ancora troppo tardi
    qualcuno dorme e sogna
    non è ancora troppo tardi per sognare
    Venite amici
    non è troppo tardi
    per cercare un mondo nuovo
    c'è abbastanza posto nell'azzurro del cielo, del mare
    nel verde delle montagne odorose
    di pini
    nel rosso del cuore che batte
    ...e intanto la luna si alza
    Ma non è ancora troppo tardi
    per darsi una stretta di mano
    per ricominciare
    c'è posto per fare castelli dinuvole
    c'è spazio per i castelli di sabbia
    dove leggeri sassolini
    si sgretolano fra le mani..ma fa' che non
    vadano perduti del tutto.
    Non è ancora troppo tardi per riprenderli e ricostruire
    E intanto la luna risplende di tutto il suo bagliore
    e riprende il suo muto colloquio con l'universo.
    NON E' TROPPO TARDI.
    (FRANCESCA-JANELLAZ)
  4. Janellaz 11 gennaio 2012 ore 19:07

    THE LAST PART OF A LONG HISTORY THAT I WROTE ABOUT THR MIDDLE AGE
    ...Il suo volto da ragginate e bello si trasformò in un ghigno
    geffardo, i suoi okki erano velati da striscendi sangue e la sua
    bocca, così carnosa e bella, si trasformo' in un pertugio buio con una lingua biforcuta e spinosa.
    Le mani, le sue belle mani, non erano piu' bianche e setose, ma ricoperte di pelle vecchia, grinzosa e con spaventevoli unghie ricurve.
    Goffredo rimase impigliato fra le sue braccia che lo stringevano
    come tentacoli di una mostruosa creatura marina....gridava e voleva scappare, ma la strga, perchè di questo ora sitrattava, non lo lasciava andare e
    fulmineamente infilò una mano dentro lo sterno estraendogli il cuore sanguinante
    e, altrettando rapidamente lo divorò ridendo e le sue risa provocarono
    un eco talmente forte da far increspare il mare, dove la strega scomparve in
    quelle oscure acque.
    Il corpo di Goffredo nn fumai trovato.
    Cosa era successo? Perche' Randflona da bella fanciulla si era trasformata in una orrenda creatura?
    Si narra che era figlia di una donna e di un essere marino, così, all'età di 20 anni, si sarebbe trasformata e sarebbe ritornata nelle viscere del mare, ma prima avrebbe dovuto sfamarsi di un cuore che aveva amato...e così fu.
  5. alex1955 12 gennaio 2012 ore 01:18
    Tutto carino brava bel blog mi piace..ti lascio una canzone se nn ti piace la potrai cancellare.
  6. alex1955 12 gennaio 2012 ore 01:20
    con questa ti vedi anche un po di quadri una pittrice che amo
  7. alex1955 12 gennaio 2012 ore 13:22
    Accidenti...molto bella!!!!
  8. Janellaz 13 gennaio 2012 ore 10:05

    "PALABRAS"
    NECESITARIA OIR
    TU VOZ
    QUE LLEGA DE LEJOS
    PORQUE ME LLEVARIA
    COMO UN ECO
    TUS PALABRAS
    QUE ME INSPIRAN
    CONFIANZA
    PALABRSA HABLADAS, Y NUNCA HABLADAS.
    PALABRAS
    QUE PRONTO VOLARAN LEJO
    EN EL VIENTO
    COMO LAS HOJAS CAIDAS DE UN ARBOL
    EN UN DIA DE OTONO
    PERO SI TAN PUEDERIA OIR
    PERMANECERAN EN MI CORAZON
    PARA SIEMPRE
    Y ENTONCES SERIA COMO UN DIA DE PRIMAVERA.
    (FRANCESCA-JANELLAZ)
    P.S.
    NN HO LA TASTIERA CON ALFABETO SPAGNOLO....SCUSATE X VARIE OMISSIONI DI ACCENTI
  9. modna50 13 gennaio 2012 ore 18:30
    buona serata :rosa
  10. lu.cy73 13 gennaio 2012 ore 19:51
  11. seb6011 15 gennaio 2012 ore 18:07
    Bella la scelta "antologica" delle poesie. E sorprendente la scoperta che i brani di "Francesca-Janellaz" ci stanno in mezzo più che degnamente. Complimenti.
  12. Janellaz 19 gennaio 2012 ore 19:14
    Saudade
    brinquedo que se arma no peito
    e não nos dá seu controle remoto.


    Saudade
    mil alfinetes estucando o peito
    com seus longos dedos de propriedade.


    Saudade
    hiato que se enfina no intervalo das horas
    rasgando estradas
    para sua caravana de lembranças.


    Diana Silveira
  13. modna50 21 gennaio 2012 ore 01:07
  14. draiser68 25 gennaio 2012 ore 00:02
  15. modna50 10 febbraio 2012 ore 21:44
  16. baudo.01 26 febbraio 2012 ore 12:36
    SI LASCIANO GUARDARE I GABBIANI COLOR LUCE
    E STRIDONO LONTANI
    RACCOLGONO I PENSIERI
    RACCOLGONO GLI SGUARDI
    RACCONTANO NEL VENTO
    LA STRADA DELLA LUNA
    TI LASCIANO SFINITO
    TI LASCIANO SFIANCATO
    VORRESTI ESSERE LONTANO
    ED IL VENTO CHE SUSSURRA PAROLE COSI' DOLCI.
  17. baudo.01 26 febbraio 2012 ore 12:44
    LA STRADA DELLA LUNA?
    SI LA STRADA DELA LUNA.CI HAI MAI PENSATO?E' QUELLA STRISCIA DI LUCE RIFLESSA SULL'ACQUA NELLE NOTTI DI LUNA PIENA.SALIRE SU UNA BARCA INSEGUIRLA E' SOLO UN DESIDERIO
  18. Janellaz 27 febbraio 2012 ore 00:56

    GRAZIE ....MUCHAS GRACIAS...TI RISPONDERO' ...ALLA LUNA
  19. Janellaz 27 febbraio 2012 ore 19:03
    LUNA TU SAI COME TI AMO PERCHE' RIFLETTI NEL MIO CUORE UNO SPECCHIO LUMINOSO
    UNO SPLENDORE CANDIDO, PROFONDO, NN ANDARE VIA RESTA CON ME...
    LUNA NON CADERE NEL POZZO...
    SEI TROPPO PROFONDA, BUIA LAGGIU'
    E DISSOLVERESTI OGNI SOGNO IN CHI TI GUARA.
    VIENI, RESTA CON ME.....
    E MI BASTA LA LUNA.
    FRANCESCA-JANELLAZ
  20. Janellaz 03 marzo 2012 ore 19:27


    METTERE FRA I POETI LUCIO DALLA E'NORMALE...LE SUE CANZONI ERANO POESIE...CIAO LUCIO!
  21. Janellaz 11 marzo 2012 ore 13:18
    Sfuggevole desiderio


    Un calice di spumante,
    tra le spire delle sue bollicine
    cela il riflesso di una donna
    veli
    giochi di chiaro scuri, desideri
    desideri come veli
    tenui strati di seta
    intrecciati a giochi di pizzo.

    Poi sotto l’arco di una villa patrizia
    appare un quarto di luna
    che ti abbronza integralmente
    con la sua luce
    dove ombre e luce si fondono
    giocando sul tuo corpo cristallino
    creando un ombra a ridosso della colonna
    sfuggente desiderio
    di una notte con te

    MI E' STATA DEDICATA DA UN NICK CHE NON CONOSCO....CMQ MOLTO BELLA GRAZIE!
  22. erogatore 23 gennaio 2013 ore 03:25
    -:-:-:-:-:-:-:)))))))))))))))))))))

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.