Paura di essere o non essere e moderni conflitti interiori.

01 marzo 2017 ore 18:50 segnala
Ci apsettiamo qualcosa.. e intanto, non siamo mai preparati a niente.
La società umana si è sempre basata su un concetto, fondamentalmente:
Tu sei quello che hai.
Il resto non è importante.. non è determinante per la maggior parte di noi.. nessuna colpa.. è il sistema ad essere sbagliato, è un luogo comune ormai questo fatto.
Abituati come siamo ad essere sedotti da cose irrilevanti per la crescita del nostro spirito, distratti e sviati dal possedere addirittura le persone non solo gli oggetti o la ricchezza o il lusso e il benessere materiale..
Io ho fatto un patto con me stesso dal momento in cui ho acquisito la ragione dopo la nascita.. dal momento in cui mi sono reso conto di cosa potevo e dovevo e volevo essere.. un patto secondo il quale io sarò il primo in assoluto a riconoscere e parlare al mio prossimo dei miei sbagli, difetti, scelte infelici, frequentazioni di persone sbagliate e altri errori di percorso che, a buon ragione accadono a chiunque.. ascolterò solo i consigli di chi ha fatto la stessa mia scelta.. così facendo strapperò da certe bocche le verità faziosamente sentenziose che cancellano dalla loro profonda coscienza gli errori che commettono, trovandone giustificazioni labili come fili di ragnatele.. che li rende sempre pronti a sputare giudizi incoscienti,appunto.. senza sapere che in realtà biasimano se stessi, le loro paure, i loro incubi.. anestetizzando il loro IO facendo paragoni sui difetti ed errori altrui.. inconsapevoli del fatto che gli altri sono fatti della stessa sostanza, che hanno bisogno delle medesime cose, che cercano la stessa pace, che respirano la stessa aria, che calpestano la stessa terra e che hanno i loro stessi dubbi, paure, insicurezze, diritti.
Una cosa bisogna che queste persone ricordino.. ci sono due modi per diffondere luce... essere la candela, o lo specchio che la riflette.
Gli insulti, i giudizi senza riflessione, esacerbano senza correggere.. sappiatelo.

Esternazioni pericolose.. quello che sei e che non sei.

28 luglio 2014 ore 04:04 segnala
Primordialità in conflitto
che nasce dalla modernità indotta, quella che devi subire per forza..
letteralmente infilata con un imbuto in noi, da un certo punto in poi della nostra evoluzione e fino ad ora.. non si fermerà, purtroppo.
Conflitto interiore, che ti piaccia o no..è questo che ti fa ammalare.
Questo accade, quando ci troviamo di fronte a necessità e desideri che "appartengono" alla nostra natura, dalla notte dei tempi..
Umanità, l'essere u m a n i.. e Amore,
incondizionato perchè "dovremmo" esserne il frutto e lo sappiamo tutti.. anche coloro che affermano il contrario.. soprattutto loro.


Quel giorno
si delineò inatteso, con taglio netto e deciso
genuino, senza un sospetto
chiaro e puro come il pianto di un infante
gioia e sorpresa, ardimento ed avventura
passione e ricordo della tua dannazione, pazzìa e abbandono
per quegli occhi scuri d'ombra, di chi avevi al fianco
si io ti ho vista prima del sole, in quella notte
desto al tuo fianco e memore
fui così
meravigliosamente cieco da lanciarmi ma con coscienza, temerario.
Tu che gia abitavi nei miei occhi
Tu, che non alzasti lo sguardo dal tuo abisso
ed il cuore mio randagio e sicuro si smentisce
nel muovermi passi che mai avrei fatto.
J69


Lavori in corso



perplessità

quando abbiamo paura di ipotetici o immaginari avvenimenti più o meno futuri, riguardo alla nostra emotività e il rapporto con gli altri, ebbene questi incubi finiranno per atterrirci per il modo sorprendente in cui accadranno oppure no.
ci stupiremo o saremo delusi o peggio indifesi non trovando alcun riscontro fra la realtà e quella parallela che abbiamo creato, immaginato.
avere delle idee è giusto, come è giusto avere immaginazione saper ponderare fare pronostici.. la differenza sta nel farlo senza cadere in quel peccato originale che consiste nell'ignorare le infinite costanti e movimentate possibilità che il vivere può condurci verso strade insospettabili, in qualsiasi momento. semplice no...?
4e36c2b5-e244-48a3-a78b-b68080138553
Primordialità in conflitto che nasce dalla modernità indotta, quella che devi subire per forza.. letteralmente infilata con un imbuto in noi, da un certo punto in poi della nostra evoluzione e fino ad ora.. non si fermerà, purtroppo. Conflitto interiore, che ti piaccia o no..è questo che ti fa...
Post
28/07/2014 04:04:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Regina di picche

25 luglio 2014 ore 03:08 segnala
Nella sua effimera dignità
si aspetta e trova sguardi istintivi
da chi neppur s'accorge di appagarla
nel modo in cui di solito si fa.
in una selva di rami avvizziti come braccia sterili
...ma è gia andata
s'affretta con bel passo, in apparenza
a fuggir forse da incaute brame, una ad'una.
e mentre quell'oscuro cuore si intossica della sua vana gloria..
la notte si preannuncia a dirmi il vero, poi trionfa
nel suo segreto ed elegante furore.
J69


f550ef48-666d-45cd-b8f0-ff73b4fcfea5
Nella sua effimera dignità si aspetta e trova sguardi istintivi da chi neppur s'accorge di appagarla nel modo in cui di solito si fa. in una selva di rami avvizziti come braccia sterili ...ma è gia andata s'affretta con bel passo, in apparenza a fuggir forse da incaute brame, una ad'una. e mentre...
Post
25/07/2014 03:08:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    1

fermo immagine, pausa.

24 luglio 2014 ore 03:28 segnala
mi soffermo a riflettere
come saranno le emozioni,
domani

e a domani
che è ormai l'oggi e così via...
dal mio posto sul sentiero, ancor più fonda è la memoria

che il tempo ceda il passo
ad'ora e ancora.
J69

d86f8dd3-d797-46ad-8169-83849d4741f8
mi soffermo a riflettere come saranno le emozioni, domani e a domani che è ormai l'oggi e così via... dal mio posto sul sentiero, ancor più fonda è la memoria che il tempo ceda il passo ad ora e ancora. J69 « immagine »
Post
24/07/2014 03:28:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment