Ci ho provato a fare sesso, ma non ci sono riuscito.

21 dicembre 2017 ore 21:42 segnala
Come un adolescente in cerca di qualcosa che non sa, mi ritrovo a scrivere queste righe davanti ad un asettico schermo di computer. Ammetto che avrei voluto parlarne con qualcuno che mi conosce veramente, ma il fatto che io non abbia foto, mi garantisce l'anonimato e la voglia di dire qualcosa senza filtri, ne remore, ne altro. Serve a me come sfogo.

Per la seconda volta in vita mia, ho provato un'avventura. Ne avevo fisicamente bisogno, dopo un lungo periodo di voluta astinenza, mi sono lasciato andare con un'amica.

Credo sia stato il peggior sesso della mia vita.

Senza amore, senza sentimento non funziono. Anche nell'atto in se, sembro uno alle prime armi. Imbranato, poco coinvolto e senza il fuoco dentro.
A distanza di quasi 12 anni dall'altra avventura che ho avuto, rimango della stessa idea. Io sono proprio una persona particolare. Diverso. Non è una questione di moralismo della serie "io non faccio sesso se non sono innamorato", è qualcosa di più immediato e primordiale. E' come un istinto che ho.

Buco rotondo, bastone quadrato. Non ci sta.

Se non amo non mi esprimo e non funziono.

Nei miei fidanzamenti, quando ero coinvolto sentimentalmente, non ho mai avuto problemi a letto. Penso di essere stato un normale essere umano, a volte in gran forma, altre volte da voto 6. Un paio di cilecche. Ogni tanto gagliardo veramente. Ma tutto come gli altri.

Invece se non c'è sentimento ma solo dell'attrazione fisica, niente. Non è per me.

Buco rotondo, bastone quadrato. Non ci sta.

Non mi snaturerò più. Non sarà qualche scopata in più a migliorare la mia vita. Lo sapevo, ho evitato altre situazioni perché mi conosco, ma stavolta mi sono lasciato andare e ho avuto la seconda conferma.

Buco rotondo, bastone quadrato. Non ci sta.
d8cf3f77-5321-4e5d-8b6d-91976a13f146
Come un adolescente in cerca di qualcosa che non sa, mi ritrovo a scrivere queste righe davanti ad un asettico schermo di computer. Ammetto che avrei voluto parlarne con qualcuno che mi conosce veramente, ma il fatto che io non abbia foto, mi garantisce l'anonimato e la voglia di dire qualcosa...
Post
21/12/2017 21:42:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. Illumia1 23 dicembre 2017 ore 15:58
    Forse sei uno dei pochi e questo ti fa onore,non devi snaturarti ed essere qualcuno che non sei..io lo capisco bene il tuo punto di vista perché oggi se uno è così quasi viene visto come un'extraeterrestre,quando alla fine sono loro a non essere normali che si accoppiano con tutti:-)
  2. JonathanLivingston83 26 dicembre 2017 ore 20:06
    Ehi ciao. Hai trovato questo blog :D Grazie per il tuo apprezzamento. Si è una cosa decisamente anacronistica quella che ho detto!!!!!!
  3. Polveree 18 febbraio 2018 ore 00:15
    Sei un grande! Apprezzo molto gli uomini che parlano di sé senza problemi. Mettersi a nudo in questo modo ( e qui direi che è proprio il modo di dire più azzeccato..:) ) non è da tutti. E un uomo che esprime le proprie fragilità e debolezze è solo da apprezzare. Anche se sono dell'opinione che questa , nello specifico, sia una forza. Donarsi senza coinvolgimento lascia il freddo dentro. Oltre ad essere anche piuttosto ridicolo, proprio in quel momento, il disagio che si prova.
    Sono d'accordo con te e nemmeno su di me funziona..
    Un saluto, chiunque tu sia :)
  4. JonathanLivingston83 18 febbraio 2018 ore 20:35
    Ciao Polvere. Non ho mai avuto problemi a parlare di me, anzi, dato che non sono misterioso, magari rischio di suscitare poco fascino nella maggior parte delle donne. La cosa non mi tange anche perché finché mi piacerà un tale lato di me, non sarò spinto a cambiarlo. E' importante per me esser degno di guardami allo specchio. Per non essere prolisso, riassumo il tutto dicendo che la maggior parte delle cose le faccio per autodisciplina. Quindi il mettermi a nudo, non mi crea problemi particolari, anche perché sebbene molti uomini giochino a fare i super uomini, sono esattamente come me. Hanno paure, difficoltà e problematiche. Magari diverse da me, ma non è che cambi granché. Certo non è che io spifferi le mie cose a tutti, anzi c'è un lato di me che condivido con disagio con le persone che secondo me se lo meritano.
    Il problema del donarsi, non so, ci ho pensato molte volte, ma penso che dipenda dal valore che ti dai. Se ti dai tanto valore, vorrai cose di valore.
    Ok, ti ho fatto un pippone infinito ma la cosa, almeno per me è piuttosto immediata. Non è che io ci pensi molto. :D
  5. Polveree 19 febbraio 2018 ore 12:58
    Più ti leggo e più mi piace leggerti... Se questo può consolarti.. :D

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.