Fuoco

15 novembre 2018 ore 11:15 segnala
La stanza buia, tutto tace, c' un profumo che riconosco, un profumo buono.
Profumo di fuoco. Quel fuoco vivo, che brucia emozioni. Quel fuoco che tu guardi e ti chiedi se lui ad alimentare il tuo cuore o se piuttosto il tuo cuore ad alimentare lui. Perch quel fuoco brucia con te, ti sente, quando sei l davanti a lui, immobile, ipnotizzato. E tu, se stai attento, lo senti mentre, affamato come se non mangiasse da settimane; estrae ogni goccia di combustibile da te, ogni pensiero, ogni emozione, che conservavi dentro per chiss quale motivo. E la vedi fluire fuori, come quando stai travasando il vino, e non ci puoi fare niente, sta uscendo, per Diana.
E quel fuoco se la mangia e divampa e brucia e si calma e scoppietta e ride e si allunga e si stira e urla e ti bacia.

Il fuoco spento ora, mi sembra. La stanza buia. Fa un po' freddo. Prima non era cos. Oh no. Prima la stanza era inondata di luce e di calore, che da quel fuoco raggiungevano ogni cosa. E ci sono le tracce, io le sento. Le sento nel profumo di cui pervasa la stanza; le sento nel buio stesso, cos denso. Il buio ha memoria. Il buio dove prima c'era luce diverso dal buio che stato lasciato marcire per troppo tempo. E in un attimo il buio che ancora non ha preso la forma dell'oscurit pu rischiararsi di nuovo, pu tornare luce.

Ecco. Succede. Lei apre la porta. Entra urlando come una pazza, al suo solito.
Io non la vedo, ma so che c', dietro di me. Con lei entra una folata di vento da fuori, siamo in autunno e comincia ad essere freddo. Mi stringo nelle spalle, per proteggermi. Nessuno protegge il focolare, dove poco prima ardeva la fiamma.
La fiamma si accende, gagliarda. Non era spento, allora. L'aria fresca, vitale, si insinua sotto le braci ancora calde e le fa divampare di nuovo.

Poi lei se ne va, trascinandosi dietro la pesante porta.

Ci vuole poco per mantenere il fuoco acceso, forse per sempre.



0ca5e950-29da-40c7-98f4-a0cebb44a875
La stanza buia, tutto tace, c' un profumo che riconosco, un profumo buono. Profumo di fuoco. Quel fuoco vivo, che brucia emozioni. Quel fuoco che tu guardi e ti chiedi se lui ad alimentare il tuo cuore o se piuttosto il tuo cuore ad alimentare lui. Perch quel fuoco brucia con te, ti sente,...
Post
15/11/2018 11:15:35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. ombra.dargento 15 novembre 2018 ore 13:50
    e per sempre colorer le foglie del sommacco e degli aceri, le bacche del sorbo, le morbide pellicce delle volpi, il cuore vermiglio dei pettirossi, i tramonti che arroventano il mare, gli acini d'uva e gli arilli di melagrana, gli infreddoliti nasini dei bimbi di fronte alla meraviglia dell'autunno... stagione di vita, buia o lucente, fredda o carica di passione, di quel fuoco immortale che non teme l'arrivo dell'inverno.
  2. kamiokande 15 novembre 2018 ore 14:53
    Ho dovuto chiudere gli occhi, per un momento. E vedere nella mente le bellezza delle tue parole. E ho visto anche lei, che cammina, in quella bellezza. Grazie di cuore @ombra.dargento : )
  3. ombra.dargento 16 novembre 2018 ore 09:10
    custodiscila con cura come faresti con una rara foglia rossa, tra le pagine di un libro...

    grazie a te :)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.