Forme astratte.

23 maggio 2017 ore 07:30 segnala
dare
a forme astratte
lineamenti e voci
raccolte nel mondo
mettere nell'arte
nuova follia
aprire lo spazio
alla mente
muoversi come
in un carosello
di immagini sfocate
diversamente tu
affossato nelle tue idee
cerchi pace dove
sei sicuro
infili perle e aspetti
eeb6d30a-f191-4812-8a7b-b0d1153128cf
dare a forme astratte lineamenti e voci raccolte nel mondo mettere nell'arte nuova follia aprire lo spazio alla mente muoversi come in un carosello di immagini sfocate diversamente tu affossato nelle tue idee cerchi pace dove sei sicuro infili perle e aspetti « immagine »
Post
23/05/2017 07:30:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Mi piacerebbe...........

20 maggio 2017 ore 10:40 segnala
A volte si sbaglia anche semplicemente per il solo gusto di sbagliare, anche se si ha la consapevolezza che si sbaglierà amaramente e che quello sbaglio porterà conseguenze imponenti. Il trucco è fare questi tipi di errori all'età giusta e al momento giusto della vita, così che questi errori possano essere giustificati e accusati in modo meno drastico. Quello che non potrò fare mai più io, perchè i fallimenti fondamentali della mia vita, che hanno come scopo quello di farmi maturare e crescere, non li ho ancora fatti e so che per forza di cose li dovrò compiere, perchè la vita è questa, è così per tutti. la cosa che mi terrorizza, che mi fa male prima ancora di sentire male sulla mia pelle è che so già in anticipo che li farò all'età sbagliata e nel momento sbagliato, perchè mi manca quel famoso "pezzo", perchè posseggo quel famoso "vuoto", quel trascorso della mia esistenza in cui "mi sono messa in stand-by" che mi porterò dietro per sempre, quel oblio di vita passata che mi manca e che sto cercando, bruciando nuovamente le tappe, di recuperare velocemente, per diventare ed essere una ragazza di vent'anni come tutte le altre, che hanno fatto le loro esperienze all'età giusta, che hanno avuto le loro gioie e le loro delusioni all'età giusta, che hanno sbagliato e pianto per quegli stessi errori quando dovevano. Quando penso a quest'idea di me, mi viene un pò da paragonare questa mia situazione ad un ragazzo che è indietro con il programma scolastico rispetto agli altri compagni di classe e che per mettersi alla pari deve recuperare con più fretta e più velocità degli altri quello che loro già sanno e conoscono, ma che hanno appreso nel modo giusto e con i tempi giusti, con calma e tranquillità. Mentre chi deve recuperare è nettamente svantaggiato, perchè deve sapere e apprendere tanto, tutto insieme, in un modo quasi innaturale, ma alla fine è l'unica maniera per mettersi alla pari con quelli che sono più avanti di lui. Non so se riuscirò a mettermi alla pari, a sapere quanto in teoria dovrei conoscere davvero, spero solo, siccome il modo in cui dovrò imparare è fuori tempo, di non farmi troppo male, di non soffrire più di quanto io abbia già fatto, perchè è quello che mi preoccupa, ma che ho già messo ben in preventivo, giusto perchè è da un pò che ho smesso di commettere l'errore di illudermi...
E tu che hai letto questo mie righe che pensi degli errori?? Che pensi del fatto che ci sia un età ed un momento della vita in cui gli errori vanno fatti??
Mi piacerebbe sapere la tua e confrontarci.

5ad65e46-1dce-494f-8e2f-a86f40dc47d2
A volte si sbaglia anche semplicemente per il solo gusto di sbagliare, anche se si ha la consapevolezza che si sbaglierà amaramente e che quello sbaglio porterà conseguenze imponenti. Il trucco è fare questi tipi di errori all'età giusta e al momento giusto della vita, così che questi errori...
Post
20/05/2017 10:40:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    4

E' ora di andare.

20 maggio 2017 ore 10:22 segnala
Questa me l'hai inviata tu tanto tempo fa magari neanche te lo ricordi..ma io l'ho cercata tanto..xchè l'avevo perduta..ora l'ho ritovata e me la tengo ben stretta...L'hai donata a me..quindi è mia..e nn me la puoi portare via..in nessun caso.......
Ti prego taci....taci...
Tu che sei
diversa
non ti dai
per vinta mai
corri e vai
nel vento
e via da me..
Tu che
sei diversa
non ti dai
per vinta mai
corri e vai
nel vento
e via da me..
per sempre...
per sempre
Si
queste parole sono per noi...
siamo noi
è ora di andare.......

Certo che...........!

15 maggio 2017 ore 15:42 segnala
Certo che le donne sono un’altra razza.
Con la bandana o gli sguardi catarifrangenti da Barbie, con le grandi pance davanti o con l’uomo sbagliato addosso, innamorate di un gatto o tradite dall’ombra della felicità, abbandonate all’angolo di una piazza o tagliate da un improvviso dolore, si fermano un istante per piangere, poi sollevano il capo e riprendono la strada.
Sono maestre di dignità le donne.
Non bisogna lasciarsi distrarre dall’ondeggiare dei fianchi se vogliamo capire qualcosa di loro, dobbiamo soltanto guardarle negli occhi perché i loro occhi dicono quello che le bocche sanno tacere.
Sì, le donne sono un’altra razza.
Spesso ci camminano a fianco così leggere che neanche ce ne accorgiamo.
Quasi sempre, però, ci precedono e basterebbe solo seguirle per capirne di più.
Seguirle con poco orgoglio e molto rispetto.
Per essere più uomini.
Un po’ più uomini, almeno
19bcc03e-2cac-410c-8d03-71039ef078b6
Certo che le donne sono un’altra razza. Con la bandana o gli sguardi catarifrangenti da Barbie, con le grandi pance davanti o con l’uomo sbagliato addosso, innamorate di un gatto o tradite dall’ombra della felicità, abbandonate all’angolo di una piazza o tagliate da un improvviso dolore, si fermano...
Post
15/05/2017 15:42:19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Quando........

15 maggio 2017 ore 07:24 segnala
Quando così ti sbianchi
quasi disfatta, incerte
parvenze hai d’antichissimi
sfocati volti.

Forse sgomenti spettri
sorpresi all’alba in fuga.

Quando t’arrossi torbida
sanguigne voglie fermenti
e forse hai mari in collera
furia di venti cinerini
nei cieli gonfi.

Fra bianchi abeti senti d’ululato
fai specchio il lago
e sgorghi nebbia azzurra nel silenzio
destandoci fantasmi di memorie
e infiniti abbandoni

lontanissima luna.
df05f8df-7671-4eec-8966-207be9fd4221
Quando così ti sbianchi quasi disfatta, incerte parvenze hai d’antichissimi sfocati volti. Forse sgomenti spettri sorpresi all’alba in fuga. Quando t’arrossi torbida sanguigne voglie fermenti e forse hai mari in collera furia di venti cinerini nei cieli gonfi. Fra bianchi abeti senti...
Post
15/05/2017 07:24:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Non c'è dubbio.

13 maggio 2017 ore 09:31 segnala
Quando la tempesta sarà finita..
probabilmente non saprai neanche tu...
come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo.
Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero.
Ma su un punto non c'è dubbio....
Ed è che tu, uscito da quel vento...
non sarai lo stesso che vi è entrato.
f4d93111-0ed8-4212-b7db-2cdebb0b1259
Quando la tempesta sarà finita.. probabilmente non saprai neanche tu... come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero. Ma su un punto non c'è dubbio.... Ed è che tu, uscito da quel vento... non sarai lo stesso che vi è entrato. «...
Post
13/05/2017 09:31:14
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    3

Messaggio.

11 maggio 2017 ore 08:38 segnala

Ho scritto un messaggio che vorrei riprendermi e gettare nel cestino, e non posso. Sarà già stato aperto mentre scrivo..o forse no. Per spiegare certe cose non è sufficiente un messaggio: risulta parziale, incompleto del pensiero che ci sta intorno e il più delle volte è facile fraintendere il senso delle parole.
Serve sempre farlo in contraddittorio, dando la possibilità a chi vuoi far sentire qualcosa, che la possa cogliere in pienezza e controbattere.
Certe spiegazioni è meglio tenersele dentro, quando già sai che sarà difficile che vengano comprese, e agire conseguentemente senza dirle.
A volte lo decidi, chiudi ogni rapporto.
Cancelli e cerchi di dimenticartene le parole dette. Ma il più delle volte, io almeno non ci riesco. Preferisco definire.
Nervosa e tesa, delusa? Sembra tutto facile qui, sembra di capire le persone, ma non è così.
Tutte le persone ti entrano nelle parole con una meta.
Sarà lo stesso anche da parte mia, non ne dubito, ma con la differenza che io mi do modo di capire, do modo all’altro di farsi capire e poi si sceglie se si può restare amici o lasciar perdere.
Si può ferire e si può essere feriti, per giudizi dettati da uno scambio di momenti. E’ nel conto.
E qui, in questo posto mio, non che non pensi le cose che scrivo, non che non le abbia in parte vissute, in parte sognate, ma adesso, a margine di un pomeriggio passato a rimuginare, penso che forse conviene avere un blog con belle ricette di cucina e saluti mattutini a tutti, buona notte serali con glitter…o postare senza commentare altri, senza intersecare le proprie emozioni..sì perché dare una parte di sé qui è esporre l’anima e la mente anche agli sputi o alle offese.. .
Nonostante sembri parli spesso della mia vita qui, non ne parlo molto in realtà, parlo di me, è una cosa diversa.
Gli scritti che lascio sono il mio modo di sentire le cose, che coincide parzialmente con il viverle.
Non rispondo a regole fisse. Specie quando scrivo qui. Non è un diario. Non è uno sfogo.
Non controbatto per scelta con post ad una discussione privata. Può capitare che i post ne subiscano le conseguenze,certo. Certo non scrivo della primavera che sboccia se mi hanno appena detto che sono una scema.
Certo, perchè tutto ciò che ci succede muove i nostri pensieri, i miei almeno e tramuta le pagine di un blog in specchio: nessuna cosa ci è indifferente nel mondo e ci influenza le giornate..
Alcuni che mi hanno letto e mi leggono, da molti mesi, alcuni da anni ormai e che mi hanno avvicinato lo sanno, e altri con cui ci sono stati equivoci o tensioni o trasporto, se ci tenevano al rapporto hanno chiarito e siamo andati avanti nello stabilire un rapporto.
Chi mi legge abbia la cortesia di sopportare una mia notte, in cui sono maledettamente insoddisfatta.Irrimediabilmente odiosa.
Non potevo finire che così questo giorno con un post che trasuda quasi tristezza se non fossi incazzata, tra queste pagine, tra donne e uomini che hanno certezze e paure come me, ma che si spaventano di quelle degli altri.
Sono stanca forse, stanca di difendermi da ciò che mi fa paura e da ciò che mi emoziona qui.
Ho scritto troppi “certo” in poche righe…..come se dovessi convincere me stessa o come per delimitare i pensieri.
Certo e con qualcuno sono incazzata, a torto, non importa mi serve un attimo di rabbia per sentirmi meno dieffembacchia.
Notte,,,,,,
fb900f0b-fa9f-43d5-8b89-f1c4e02300cf
« immagine » Ho scritto un messaggio che vorrei riprendermi e gettare nel cestino, e non posso. Sarà già stato aperto mentre scrivo..o forse no. Per spiegare certe cose non è sufficiente un messaggio: risulta parziale, incompleto del pensiero che ci sta intorno e il più delle volte è facile fraint...
Post
11/05/2017 08:38:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    6

Soltanto noi.

11 maggio 2017 ore 08:28 segnala
se io ... se tu ... fossimo soltanto un "noi"
noi ... che non saremo mai ... perchè non possiamo sia
perchè sempre non può essere ... e se è poco non ha senso
perchè il gioco è rischioso ... e rischiare non sia un gioco ... ci farebbe solo male
perchè il senso della vita è giocare con amore ... non giocare per piacere
noi ... che soltanto nel parlare ... ci sfioriamo con lo sguardo
con la voglia di scoprire ... come siamo e chi siamo
con quel tenero entusiasmo e il sorriso sulle labbra
noi ... che le semplici parole trasformiamo in sensazioni
e lasciamo che l'istinto abbia a volte il sopravvento
manteniamo le distanze ... perchè il gusto di scoprire è più forte del sapere
noi ... che se tutto quanto scritto fosse frutto del mio "io" ...
e che io ed io soltanto vivo un noi che è solo mio ...
diverremmo solo righe da me scritte per sognare ...
un insieme di colori sparsi dentro la mia mente ... che da tempo non vedevo ...
e neppure ricordavo
non importa! ... un significato ci sarebbe ...
il mio istinto ha fallito ... ma il mio cuore si è svegliato
troppo tempo assopito ... quanto tempo ho mai sprecato!
e se il mio "soltanto noi" non ha nulla di sentito ... e non è da divenire ...
nulla accade mai per caso ... ha un suo senso da scoprire

pensieri sparsi.

11 maggio 2017 ore 08:22 segnala
non sono che solo pensieri sparsi
non sono che solo sentimenti arsi
parole fuggono il mio torpore
vento trascina le mie emozioni
in un oblio irraggiungibile
le passioni posso arrestare
ma il tempo non si può fermare
non sono che solo momenti aspri....