La previsione dell'ultima volta

28 luglio 2018 ore 00:23 segnala
È arrivato il momento di fermarmi e riflettere.
Dovrei pensare a me, al mio comportamento e ai miei desideri. Invece penso alla probabilità che Alberto mi abbia preso in giro.
Innanzitutto la chat,  le sue presenze assidue, ci sentivo quasi il suo interesse del passato. Non so se giusto o se era ciò che desideravo vedere. Comunque il punto è quel suo interesse era ... finalizzato, aveva uno scopo. È come se fosse una continua manipolazione per portarmi ad accettare ciò che non riesco a superare: la sua fuga dopo il sesso.
Io ricordo di essere stata chiara all inizio. Gliel avevo detto che non ci potevano essere margini di avvicinamento e ho il dubbio di aver alimentato false speranze col mio comportamento.  Lo cercavo, lo consolavo, mi preoccupavo per lui... è l'effetto collaterale dell amore, anche se non mi sento giustificata.
Avrei dovuto essere più forte, più distaccata. Non ce l ho fatta. Non ce la faccio mai.
Non so cosa voglio ma sono sicura di ciò che non voglio. Non voglio rimanere sola dopo aver fatto sesso con lui perché mi indebolisce molto, mi fa male. Adesso meno che mai, ho la forza per affrontare tutto questo dolore.
Parto da qui per analizzare pensieri e desideri repressi. Vediamo...
Vorrei... ho tantissima voglia di fare l amore con lui. Penso a giorno e notte a tantissimi particolari: le sue mani, il suo petto, i suoi baci, quelle labbra morbide, il profumo della sua pelle dopo l amplesso, all intimo che indosserei per lui, a come vorrei sentirmelo sfilare,  ai suoi bellissimi occhi che fissano il mio corpo, al suo corpo a come lo vorrei accarezzare e baciare, con quanta dolcezza e desiderio, al suo se...so, buono, perfetto, bellissimo, a come entra tra le mie carni con forza e decisione, al piacere che provo e quel senso di completezza come se lui fosse la chiave giusta, quella che entra perfettamente e apre le porte della passione..., al piacere che vorrei donargli e al piacere che lui dona a me coi suoi gemiti, la sua voce.. i suoi sospiri; al letto, la doccia, lo specchio... alla porta che si chiude alle nostre spalle, al rumore della chiave, al fruscio degli abiti che cadono sul pavimento,  agli sguardi,  alla paura ...
Senza parole nell ascensore, parole vuote,  sorrisi forzati, la sensazione di ascoltare per l ultima volta la sua voce, di respirare il suo profumo. Allora respiro più velocemente, lo vorrei portar via tutto, guardo le sue mani, non voglio perdermi il minimo movimento.  Dio quanto mi piacciono... quanto mi piace ma..., da domani sarà tutto finito.
Lui in fuga, io sola che per un giorno mi consolo col suo profumo che ho ancora sulle mani, ai ricordi vivissimi, al pensiero felice che è successo per davvero.
Sogno ancora un giorno e ci resto aggrappata con tutta la forza che ho. Da domani dovrò fare i conti con l amara consapevolezza di cose già viste e vissute nell attesa e nella speranza che tutto questo amore in circolo, cessi il suo diabolico effetto.

Milano 29 ottobre 2017


739dd17b-cbbb-4298-9d2f-312ba61f2bc8
È arrivato il momento di fermarmi e riflettere. Dovrei pensare a me, al mio comportamento e ai miei desideri. Invece penso alla probabilità che Alberto mi abbia preso in giro. Innanzitutto la chat,  le sue presenze assidue, ci sentivo quasi il suo interesse del passato. Non so se giusto o se era...
Post
28/07/2018 00:23:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.