Cuore infranto.

30 novembre 2010 ore 17:11 segnala

Stasera mi sento stanca, stressata da una vita triste, grigia. Mi dimeno nel far finta che la vita sia meravigliosa, quasi volessi autoconvincermi che lo sia. Sono come un pesce fuor d'acqua, non riesco più a capire cosa le donne provino verso un uomo e nemmeno cosa un uomo possa provare nei confronti di una donna.

Sento raccontare dai ragazzi dei nostri giorni, cosa provano con le loro fidanzatine. Mi raccontano delle emozioni che provano, dell'immenso piacere che hanno quando vivono degli attimi di piacere stando con loro.

La passione di sentirsi amati e di amare.

Cosa mi sta succedendo? Ho un netto rifiuto per l'attrazione fisica tanto da non provare più quella reazione chimica che si scatena quando due persone stanno bene insieme.

Cosa si è spento dentro me? Per gli altri, trasudo amore da tutti i pori? E dentro me, non ho più nulla da darmi!

Quanta tristezza sento! Non mi piace vivere così, quasi dovessi sforzarmi di trovare pace.

E pensare che ero una bella donna, attraente, affascinante, gioiosa, solare.

La cura del mio corpo era sempre al primo posto; distinta ed elegante.

Ora io non sono, non mi accetto. Mi rifugio al buio dove nessuno mi vede, perchè non voglio essere vista.

Vorrei sparire, soprattutto per me stessa, perchè non c'è più amore per un angelo ed io ho dato tutto, anche a chi non meritava.

Non riesco più a volare e non rimane altro che far morire il mio interesse per professare amore, tanto io non lo proverò più.

11835956
Stasera mi sento stanca, stressata da una vita triste, grigia. Mi dimeno nel far finta che la vita sia meravigliosa, quasi volessi autoconvincermi che lo sia. Sono come un pesce fuor d'acqua, non riesco più a capire cosa le donne provino verso un uomo e nemmeno cosa un uomo possa provare nei...
Post
30/11/2010 17:11:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    22

L'ultimo bacio.

24 ottobre 2010 ore 19:21 segnala

Ti vedo ancora correre tra quegli alberi,

con i capelli color del sole, lievi e soffici, morbidi e freschi.

Sapevano di te, sapevano del tuo candore.

Sorridente e felice, per i tuoi anni,

per i tuoi sogni,

per i tuoi amori che tanto ti hanno legata a questo mondo.

Un mondo che per te, è stato ingrato.

Una ricchezza che Dio ci ha donato, ma che tu non hai potuto godere della sua bellezza più eterea.

Occhioni desiderosi di felicità e pace.

Una serenità che hai da sempre rincorso, appoggiandoti

alla tua innocenza.

Un candore che qualcuno ti ha rubato,

una dolcezza che ha fatto gola, a chi non l'ha mai avuta.

Fragile ragazzina, una delicatezza mai capita, mai compresa.

Lacrime disperate, di gioia e

magari, a volte sommesse.

Lacrime speranzose di una vita che cambierà.

Invidie, gelosie, ove tutto si tinge di nero.

Nessun colore ha mai  osato tingerti di un colore, quale non era il tuo... il bianco.

Bianco come il giorno soleggiato di una giornata estiva.

Come il nascere di un giglio in mezzo ad un prato verde.

Ora ... tu sei quel giglio tanto ammirato, ma un giglio profumato di amore.

Un odore incantevole ai sensi, perchè nella tua corsa verso il paradiso,

ti volgi indietro e con il tuo sorriso dolce e triste,

saluti chi ti ha veramente amata e comprendi che anche se

ti hanno tolto i sogni,

la vita, la gioia di essere una donna viva,

sai che ti attende il paradiso .

Ci guardi , corri libera nel vento,

i tuoi capelli ondeggiano... sorridi e canti e

ti avvii verso l'amore puro... puro come te.

11791997
Ti vedo ancora correre tra quegli alberi, con i capelli color del sole, lievi e soffici, morbidi e freschi. Sapevano di te, sapevano del tuo candore. Sorridente e felice, per i tuoi anni, per i tuoi sogni, per i tuoi amori che tanto ti hanno legata a questo mondo. Un mondo che per te, è stato ingra... (continua)
Post
24/10/2010 19:21:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    16

Leggiadra come neve.

13 ottobre 2010 ore 16:32 segnala

Volare alta nel cielo, accorgersi che non si è più soli.

Cadere così lievemente che par si che la terra voglia accarezzare il tuo volto.

Sentirsi così pieni d'amore da sconvolgersi l’anima.

Credere che tutto è possibile nella tua misera vita e

che tutto l'universo ti appartenga.

Sentirsi liberi di esprimersi, di amare,

di gioire e di sentire, perché liberi da catene.

Pensare di essere sorella della neve, perché

tanta leggiadria e candore, somigliano alla tua anima.

Ballare mentre la neve  cade lentamente, volteggiare e guardare il cielo,

pensando che niente e nessuno può interromper l’incanto del momento;

capire che sei ancora capace di amare,

che ancora sai vivere, e

che sei ancora capace di far scorrere dentro di te,

quel sensazione in cui non credevi più, che potesse rivelarsi a te.

Credere di essere solo un fiocco di neve,

che nella sua caduta può essere delicato, ma che al soffiar di forti venti,

può scatenare  tormente di nefaste soluzioni.

Delicata, lieve …

leggiadra e candida neve,

dove nel tuo danzar trovo il mio meritato riposo.

 

11777956
Volare alta nel cielo, accorgersi che non si è più soli. Cadere così lievemente che par si che la terra voglia accarezzare il tuo volto. Sentirsi così pieni d'amore da sconvolgersi l’anima. Credere...
Post
13/10/2010 16:32:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    5

Un abbraccio.

22 agosto 2010 ore 10:06 segnala

Quanto è meraviglioso perdersi in un abbraccio!

Quel caldo tepore che nasce dal cingere le braccia intorno al tuo corpo, e

perdersi nella fantasia del tuo cuore.

Sentirsi amati,

non sentirsi mai soli,

volare con le nuvole...

e sentirsi così leggeri, tanto da non essere più corpo ma solo anima.

 

Quante sensazioni può sprigionare quell'attimo di affetto!

 

Un abbraccio, sembra una cosa da poco, invece ci fa così bene che non si ha più cognizione di luogo nè di tempo.

 

Come è bello stare tra le braccia di chi ami...

come è favoloso sentirsi dire: " Non sei sola, ci sono io che ... ti amo".

 

Innamorarsi del suo abbraccio, perchè sai che è lì che troverai la fiducia per andare avanti;

per andare avanti ed affrontare ciò che la realtà ci metterà davanti.

 

Abbracciare chi è solo, è la più grande manifestazioni di affetto e benessere che si possa mai fare.

Non ci si deve soffermare troppo sulle ragioni per cui abbracciare, e

nemmeno aspettare il momento opportuno per farlo; se ti va di dimostrare quanto sia importante quella persona che hai difronte, abbracciala... abbracciala senza un motivo o un occasione precisa, abbracciala soltanto perchè è quello il momento per farlo.

Il momento giusto per te, non vergognarti di dimostrare quanto bene provi, la reazione è contagiosa...

se tu abbracci, lei abbraccierà te con la stessa intensità con cui te lo hai fatto.

 

"Ho bisogno di essere abbracciata,

ho bisogno di perdermi in quel paradiso,

ho bisogno di essere stretta forte... perchè

non sono forte come il marmo, nè fredda come il ghiaccio.

Sono debole, sono una donna, sono di carne, ho debolezze .

Sono pianto,e sono gioia.

Sono semplicemente umana, imperfetta e

anche io ho bisogno di un semplice abbraccio".

11717194
Quanto è meraviglioso perdersi in un abbraccio! Quel caldo tepore che nasce dal cingere le braccia intorno al tuo corpo, e perdersi nella fantasia del tuo cuore. Sentirsi amati, non sentirsi mai soli, volare con le nuvole... e sentirsi così leggeri, tanto da non essere più corpo ma solo anima. Quan... (continua)
Post
22/08/2010 10:06:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

" La felicità non ha prezzo".

04 luglio 2010 ore 09:51 segnala

Quando si incontra gente che bene o male si conosce,

la prima cosa che ti chiede è:

"Ciao!... Da quanto tempo non ti vedevo! Come stai?"

La prima risposta è quella di :

"Si vive!... Sto bene e andiamo avanti!"

La risposta è sempre scontata ma , a mio parere, molto interpretabile.

Se si pensa bene, può essere ragionata come, di una persona rassegnata a subire ciò che la vita le propone.

Sicuramente non si allude ad alcuna felicità seppur nascosta.

La felicità non è un sentimento vero e proprio, ma una sensazione emotiva magnifica dovuta alla serenità, alla pace e alla gioia dell'anima e del cuore.

La soddisfazione "apprezzata" della propria esistenza.

E' diventata cosa assai rara ed è per questo che chi è riuscito a trovare il proprio equilibrio interiore

non vuole perderlo.

Piccole emozioni, piccole soddisfazioni, piccole gioie,

piccoli sorrisi portano grandi felicità.

Mai aspettarsi grandi cose per trovare la grande felicità,

non esistono grandi garanzie per essere felici.

Vivere i piccoli eventi ed assaporare le sue posività,

fanno sì che portino grandi gioie.

L'essenziale è essere presenti mentre accadono!

Vivere il presente nel presente.

Le cose semplici sono la strada migliore per la pace con se stessi.

Le situazioni complicate vanno sminuite fino a vederle con gli occhi di un bambino, perchè solo così , vengono viste per come sono.

A parole sembra semplice, ma non lo è affatto e comprendo tali difficoltà, ma come ci sono riuscita io,

tante altre persone potrebbero riuscirci.

Oggi, in un mio momento di sfogo, ho detto a mio figlio:

" Come faccio a vivere???? Io voglio vivere e sentirmi viva!"

Sapete cosa mi ha risposto?

"Semplice mamma! Stai respirando, basta che respiri e vivi!"

Sembra una presa in giro, ma analizzandola bene, ho capito che la vita è un grande dono che  non riusciamo ad apprezzare fino a che un fanciullo non ci fa notare, quanto sia semplice dire: " Stiamo respirando!"

E' così semplice vivere!

respirare è come voler dire assaporare la vita... vivere! Nulla di più veritiero.

La felicità non ha prezzo,

la portiamo dentro di noi fin dalla nascita.

Essa non parla, si esprime solo nella semplicità con cui la viviamo e credetemi, è contagiosa!

Si ha piacere rimanere accanto ad una persona con la voglia di vivere, perchè non c'è momento che non si ringrazi Dio, per avercela messa sulla nostra strada.

Lei sorride e noi siamo sereni.

 

 

 

11668154
Quando si incontra gente che bene o male si conosce, la prima cosa che ti chiede è: "Ciao!... Da quanto tempo non ti vedevo! Come stai?" La prima risposta è quella di : "Si vive!... Sto bene e andiamo avanti!" La risposta è sempre scontata ma , a mio parere, molto interpretabile. Se si pensa bene, ... (continua)
Post
04/07/2010 09:51:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Non me lo chiedere... ti prego!

18 giugno 2010 ore 17:36 segnala

Quando pensi che tutto va dal verso giusto,ti crolla il mondo e vedere che chi hai amato intensamente e profondamente, ora stà amando qualcun' altro, soffri così tanto che il tuo dolore diventa soddisfazione per colui a cui avresti donato anche la tua vita.

E mentre si versano lacrime, gioisci per la punizione che stai subendo.

Chi ama amerà per sempre anche se non dovrà più farci caso, anche quando lui/lei, ti passerà accanto.

Ma il cuore non vuol sapere ragioni, palpiterà sempre fino alla fine dei suoi giorni.

Incontrarti è stato il più bel giorno della mia vita, perchè con te ho conosciuto l'amore.

Vivere quei pochi istanti insieme, mi hanno fatto capire, cos'è importante della mia vita;

L'amore è l'unico scopo che mi rende veramente viva, e tu ora, non ne fai più parte.

Nella mia serenità non ci sei più, nel mio cuore esiste solo un amore quello che provo per me.

Ma sappi che  nella mia indifferenza, il cuore non trova pace,

Mi fai male ... mi fa male sentirti felice.

Ti prego... non chiedermi di restarti solo amica,

perchè sai benissimo che non lo sarei mai come vorresti.

Nel buio dell'anima.

06 giugno 2010 ore 20:04 segnala

Quando la tristezza pervade il mio animo, mi sento tanto triste,

tiro le somme della mia vita mi sembra così povera!

Le persone che ho accanto, mi dicono che sono speciale, ma cosa avrò mai di così speciale?

Se ero un angelo, mi sono state tolte le ali!

Non mi è mai stato possibile volare;

librarmi in volo e assaporare la leggerezza dell'essere.

Sono nata per sbaglio,

uno sbaglio che ho dentro, così ancorato al cuore che nemmeno immaginate.

A volte mi sforzo di dimenticare di cosa sono frutto, ma quando divento solitaria,

quella triste parola torna nella mia mente.

Uno " sbaglio" a cui è stato negato di essere libero,

a cui è stata negata la scelta di vivere,

a cui è stato negato il diritto di essere felice.

Sempre pronta a risolvere i problemi degli altri, ma mai nessuno si è mai accorto dei miei occhi lacrimanti,

del mio cuore spezzato, sofferenze continue,

angoscie con cui vado a letto e mi rialzo alla mattina.

Non c'è conforto, non ho sole,

ne luna nè amore.

Una famiglia che si regge su di me, sulla mia pace interiore,

sui i miei sorrisi e le mie parole di coraggio,

ma chi si accorge di me?

Ho rinunciato all'amore vero,

ho rinunciato di esistere per me,

io sono solo un emblema su cui piangere.

Non ho amicizie accanto che mi sostengano,

non ho genitori,

non ho nessuno.

Completamente sola, per sempre.

Rassegnazione è l'unica prerogativa che ho per poter continuare ad esistere.

Non dovrò più ringraziare nessuno di esistere per me.

Affogo me stessa nei miei lavori quotidiani,

nei cruciverba, nei film polizieschi, nelle sigarette e

nello scrivere che è diventato assai importante.

Cosa mi importa di vivere?

Lo sto già facendo da 40 anni!

Lode all'amore.

04 giugno 2010 ore 14:57 segnala

Quando l'amore chiama... seguitelo,

anche  le sue vie sono ardue e ripide,

valgon sempre la pena di percorrerle.

 

E quando le sue ali vi avvolgono,

abbandonatevi a lui,

al suo caldo tepore.

 

E anche se la spada nascosta tra le piume delle sue ali,

potrebbe ferirvi,

sappiate che è sempre valsa la pena di viverlo,

perchè non esiste amore senza sofferenza,

senza speranza,

senza gioia.

 

Quando l'amore vi parla, credetegli,

anche se la sua voce può infrangere i vostri sogni.

 

Non si può credere di vivere

senza che l'amore sia esistito nei vostri cuori.

 

Meglio aver amato,sofferto e vissuto che

non aver mai amato.

Giorni, mesi, anni...

30 maggio 2010 ore 19:24 segnala

Mi ritrovo  nella mia stanza, sola e

tutto il mondo mi passa davanti come un lampo,

una folgore.

Giorni passati senza tristezza, senza solitudini,

senza lacrime.

Una canzone mi viene in mente, una melodia dove spesso ritrovo l'amore.

Giorni di silenzio,

mesi passati nell'oblio della vita,

pensando agli anni che passeranno senza te.

Ogni momento passato con te, ora è nostalgia

ogni musica ricorda il tuo viso,

ogni sorriso è dentro il mio cuore.

Amore passato, un cullar di onde,

morbide, leggere, dove il mormorio dell'infrangersi delle onde sugli scogli,

scuote il dolore del passato.

Non più 50.000 baci, ma 50.000 lacrime.

Pagine di vita, dove ho vissuto,

dove abbiamo vissuto.

Tutto passa, tutto viene lasciato alle spalle,

tu non ci sei più.

La tua assenza, non fa dimenticare l'amore che ho avuto per te.

L'uomo che ho amato, non esiste più, ma

nei miei sogni è ancora presente.

E  se dovesse tornare, sarà un estraneo per me, perchè colui che rapì il mio cuore,

non vive più la mia realtà .

Ho amato solo un sogno.

Vorrei vedere il sole.

25 maggio 2010 ore 05:18 segnala

Vorrei regalarti il mondo,

ma è troppo piccolo per dimostrarti tutto l'amore che provo per te.

Vorrei vederti sorridere sin dalle prime ore dell'alba,

per poter dare il tuo nome al sole.

Vorrei che gli uccellini con il loro canto,

non destassero il tuo sonno soave,

perchè lo vorrei fare io.

Vorrei che il calore di un mio bacio fosse il tuo risveglio,

la mia calda mano accarezzasse il tuo viso e

la meraviglia dei tuoi occhi fosse la mia luce.

Rischiara il mio cammino perso nella disperazione

di non sentirmi tua,

Voglio stare con te, quando il sole sorgerà,

voglio stare con te quando la natura si risveglierà,

voglio essere al tuo fianco quando la fatica del lavoro

si farà sentire, e

voglio essere con te, quando il sole tramonterà.

Le bellezze della natura, sono niente accanto a te,

Tutto tace se non ci sei tu,

e tutto brilla quando ci sei.

O mio sole sono niente senza te,

un cane randagio in cerca d'amore,

ma l'amore che vorrei è soltanto il tuo.

Vorrei solo te, perchè io ti amo.