Fortuna: si può attirare?

07 gennaio 2017 ore 14:48 segnala
Si può attirare la fortuna o solo alcune persone possono essere considerate fortunate?



La calamita della fortuna

È possibile attirare momenti propizi nella nostra esistenza o solo alcune persone possono essere considerate fortunate?

Tu fai parte di chi non la merita o pensi che essa possa un giorno bussare alla tua porta?

Certo che la fortuna esiste e, come ho detto prima, tu ne sei l’artefice. Spetta a te manifestarla nella tua esistenza. Com’è possibile?

Questo fenomeno è possibile creando un’onda emozionale di risonanza sintonizzata sulla fortuna.
Spesso facciamo il contrario: ci sintonizziamo sull’onda delle disgrazie! Un evento nefasto inaugura la nostra giornata e, grazie allo stato emotivo negativo, ne attiriamo altri a cascata.

Se iniziamo male la giornata, continua ad andare male per qualche altra ora.

Invece, cosa succede se sperimentiamo lo stesso stato emozionale che si prova quando si è fortunati?

Puoi innescare un’onda sintonizzata sulla fortuna in modo da attirare eventi propizi a cascata. Se mi chiedi di darti una prova concreta di questo fenomeno, non posso. Quello che posso fare con te è farti riflettere: un fenomeno del genere ti è mai capitato, sia nel bene che nel male? Penso proprio di sì. Si tratta di fare affidamento sulla propria esperienza per credere al funzionamento di certi meccanismi.

Il primo passo per generare questa risonanza consiste nell’elencare le situazioni più fortunate e significative che ti sono capitate. Non venirmi a dire che non ne hai mai avute, ti prego! Fermati un attimo a pensare e sono sicuro che te ne verranno in mente diverse, scrivile se è necessario. Quando focalizzi la tua mente su di esse, prova a riviverle sentendo le emozioni che hai provato quando ti “è andata bene”.

Esplora i vari eventi e “vivi la fortuna”. In questo modo stai sperimentando lo stato adatto per generare la risonanza necessaria: più è forte l’emozione, più la risonanza funziona.

Quando sperimenti quello stato emozionale fortunato, sei pronto per vivere la giornata. Per migliorare quest’approccio puoi usare una tecnica chiamata ancoraggio, in modo da attivare la risonanza a comando. Procedi in questo modo.

Come fare Oponopono – Chiarimenti su teoria e pratica del Ho’ Oponopono

Un lettore ci ha scritto: Scusa Sebastiano, ma la pratica di HO’OPONOPONO non consisteva solo nelle quattro parole indirizzate al Divino in Noi?! E cioè: Mi dispiace, Perdonami, Grazie, Ti Amo. Da ripetere come un mantra? Ciao e Un Cordiale Saluto.




UN CHIARIMENTO INTELLIGENTE

Grazie Luigi. Ottima domanda. Me l’ero posta anch'io tempo fa. Infatti, che senso avrebbe ripetere ininterrottamente le quattro parole Ho'oponopono: Mi dispiace, Perdonami, Grazie, Ti Amo? Sono quattro parole della lingua italiana. Sono anche parole di uso comune: quante volte al giorno si dice Grazie, o Scusami, o Mi dispiace, o Perdonami, o Ti amo, o Ti voglio bene, e non succede niente di particolare.

HO'OPONOPONO: NESSUNA MECCANICITA'

Evidentemente non sono parole magiche. Potresti ripeterle 24 ore su 24 senza che cambi niente nella tua realtà. Queste parole acquistano la loro valenza soltanto all'interno di un processo Ho'oponopono, applicato in un caso particolare.

Mi spiego: dire "Grazie!" può avere un suo valore solo se colui che dice "Grazie" sa cosa vuole dire dicendo "Grazie!", e lo stesso vale per le altre parole H0'oponopono.


FACCIAMO UN ESEMPIO

Un esempio: un collega di lavoro mi infastidisce col suo atteggiamento. Io potrei reagire mentalmente con due parole Ho'oponopono: Grazie! Ti Amo. Ora, qual'è il significato in codice che io assegno a queste due parole per questa particolare situazione? Perchè se io ripeto sempre il mantra Grazie, Ti Amo, Mi Dispiace, Perdonami come un registratore, è molto facile che non cambi niente nella mia realtà.

OGNI SITUAZIONE E’ UNICA


Io che uso l’Ho’oponopono, debbo assegnare un particolare significato alle parole-mantra per ogni diversa situazione.

Cioè, se uno mi infastidisce ed io dico mentalmente Grazie! , e tutto finisce qui, sarebbero solo parole vuote come se ne dicono tante durante tutto il giorno. Però, se dietro la parola-simbolo Grazie! c’è tutto il significato che io le assegno, allora io sto veramente facendo un' Ho'oponopono efficace. Nell’esempio suddetto, io dicendo Grazie intendo dire: “i sono grato, amico, per avermi informato che in me c’è un qualcosa che sta contribuendo a creare questo tuo comportamento, grazie, e ancora grazie.

Perciò una cosa è ripetere grazie solo per ripeterlo, un’altra cosa è ripetere grazie, ma pensando al suo significato che ha per me IN QUESTA SITUAZIONE. Nel secondo caso sto facendo l'Ho'ponopono correttamente, perchè dicendo Grazie io mi sto rendendo conto che in me c’è un qualcosa che ha creato questo problema col mio collega, di conseguenza, riconosco che io sono responsabile di questa situazione, e che posso anche cancellare quelle credenze erronee in me, che hanno consentito che si manifestasse questo problema.

Quindi adesso io sono consapevole che dicendo Grazie, pur non conoscendo a livello cosciente la causa del problema, so però di aver messo in moto un potente processo Ho'oponopono che cancellerà in me (nel mio Subconscio) quelle mie memorie erronee che hanno permesso che si manifestasse questo problema. Allora, se dietro la parola Grazie c’è un discorso di questo genere, io sto andando in direzione della soluzione del problema, altrimenti sto sprecando inutilmente energie mentali.


HO'OPONOPONO E LA MALATTIA


Lo stesso procedimento può essere applicato in caso di una infermità. Supponiamo che si manifesta una malattia, da una semplice influenza passeggera a qualsiasi altro tipo di infermità. Qual’è la reazione Ho'oponopono? Potrebbe essere di questo tipo: Ti Amo, Grazie, Mi Dispiace, Perdonami.

Esempio: “Ti amo caro stomaco ( o caro ginocchio, o quello che sia l’organo del corpo interessato dalla malattia), ti ringrazio di avermi servito fedelmente fino ad oggi, Mi Dispiace perchè c’è in me un qualcosa che ha contribuito al manifestarsi di questa malattia, Per favore, Perdonami.

Ecco, io dovrei iniziare il processo Ho'oponopono inquadrandolo a larghe linee, attribuendo un significato particolare alle parole Ti Amo, Grazie, Mi Dispiace, Perdonami, in riferimento a questa particolare situazione (in questo caso un’infermità). Poi, una volta che mi è chiaro il procedimento che sto facendo, potrei anche ripetere soltanto le parole ho'oponopono come un mantra, ben sapendo però che cosa vogliono significare in questa particolare situazione. Perchè è chiaro che Ti Amo, Grazie, Mi Dispiace, Perdonami assumeranno significati diversi per situazioni diverse.


UN PO’ DI TEORIA

Ho’oponopono è una terapia Hawaiana che dice che per cominciare a ripulire dalla negatività il mondo dobbiamo essere responsabili al 100% dei nostri atti, dei nostri pensieri e delle nostre parole; e non solo, dobbiamo anche essere responsabili delle azioni, dei pensieri e delle parole degli altri, perché tutti insieme, noi siamo quelli che creiamo e manifestiamo la nostra realtà.

Una volta assunta questa responsabilità, attraverso la pulizia del nostro materiale subconscio, otterremo la Pace Interiore dentro di noi e in coloro che ci circondano. Se riesci ad assumerti questa grande responsabilità, le cose cambieranno e ti renderai conto che tutto quello che vedi, tocchi, mangi o esperimenti proviene da te, perché semplicemente sta già in te e nella tua vita.

Questo significa che i problemi di delinquenza, terrorismo, economia o qualsiasi altro tipo di conflitto che ti circonda, si sta manifestando e coinvolgendoti, affinchè tu lo guarisca. E’ come se non fosse realmente lì, semplicemente è una proiezione del tuo Interiore. E così, come tu influisci per rendere possibile la sua manifestazione, così puoi anche influire affinchè tutto questo sparisca e cambi. Il problema non è in loro, ma in te, e per risolverlo devi cambiare tu per primo.



LA PRATICA DEL HO’OPONOPONO

Questa terapia è talmente potente che un terapista Hawaiano, chiamato dr. Ihaleakala Hew Len, fu in grado di guarire un gruppo di criminali in un Ospedale Statale delle Hawai senza nemmeno visitarli personalmente. Ti potrebbe sembrare impossibile, ma non lo è. Ci sono prove di come questi criminali furono sciolti e messi in libertà. Com’è possibile che una persona sia stata in grado di operare un cambiamento tanto profondo in dei criminali, servendosi della tecnica Ho’oponopono?

Ciò che Ho’oponopono insegna è che devi guardare dentro di te per vedere come stai manifestando la tua realtà in un’altra persona. Questo terapeuta leggeva soltanto le cartelle cliniche dei criminali, e si domandava in che modo egli aveva influenzato e creato quell’infermità mentale nei suoi pazienti, e dopo chiedeva perdono, ripetendo le quattro famose frasi della filosofia Ho’oponopono:

TI AMO MI DISPIACE PERDONAMI GRAZIE …

Mentre egli si ripuliva interiormente, i suoi pazienti cominciavano a migliorare e
guarire. Il dr. Ihaleakala Hew Len ripeteva queste frasi continuamente, senza fermarsi, con ognuno dei pazienti, e nella misura in cui egli si ripuliva dalle sue negatività, il paziente migliorava. Miracoloso, no?


PERCHE’ CI SI RIVOLGE A DIO?

Queste frasi si rivolgono a Dio o alla Divinità, non perché Dio abbia bisogno di udirle, ma perche sei TU che hai bisogno di udirle.

TI AMO MI DISPIACE PERDONAMI GRAZIE …

QUANDO SERVIRSI DEL HO’OPONOPONO?

L’ho’oponopono lo puoi praticare con qualsiasi problema. Per esempio, se c’è qualcuno che ti infastidisce, l’unica cosa che devi fare, invece di combatterlo o mandargli vibrazioni negative, è dire Ti Amo, Ti Amo, Ti Amo, Ti Amo, Ti Amo … mentalmente. Dopo chiedi a Dio che cosa hai fatto per manifestarsi questa reazione verso di te in quella persona. Quindi ripeti le quattro frasi Ho’oponopono ancora per un po’. Comincerai a calmarti e a poco a poco comincerai a notare il cambiamento nell’altro. E’ incredibile.

QUANDO PRATICARE L’HO’OPONOPONO

L’Ho’oponopono si pratica giornalmente e varie volte al giorno per poter ottenere dei risultati visibili. Riassumendo, si dovrebbe praticare sempre. Dovrebbe diventare il tuo stile di vita. Queste richieste Ho’oponopono aiutano a ripulire paure, rabbia, sofferenze, etc. Ripuliscono in nostro subconscio dalle tante negatività accumulate nel corso della vita. Queste sono frasi che puoi ripetere in ogni tempo, quando hai un problema, quando litighi con qualcuno, o solo per essere grato all’Universo per le cose buone che hai.

Per favore, Perdonami per ciò che c’è dentro di me e che sta manifestando questo problema Ti Amo Mi Dispiace Perdonami Grazie

Che cosa sta succedendo in me che ha influito in questa persona in tal modo da provocare questo problema? Ti Amo Mi Dispiace Perdonami Grazie

Questo atteggiamento si può applicare anche alle cose quotidiane della vita. Per esempio, a volte mangiamo e siamo preoccupati che il cibo possa farci male. In questo caso, prima di mangiare, mentalmente dici al cibo che lo ami: Ti Amo. Ti Amo. Ti Amo.

La pratica del Ho’oponopono è realmente una benedizione.


A proposito di fortuna e o sfortuna, oggi qui siamo sommersi dalla neve ed è impossibile muoversi da casa io poi abito sul cucuzzolo della montagna per cui per non annoiarmi navigo sul web....







E non è finita...i fiocchi continuano a scendere dolcemente. Che spettacolo!

Ho trovato un film molto carino che potrebbe piacervi.



0379a9e5-4a68-4119-95f0-cbf00e889f08
Si può attirare la fortuna o solo alcune persone possono essere considerate fortunate? « immagine » La calamita della fortuna È possibile attirare momenti propizi nella nostra esistenza o solo alcune persone possono essere considerate fortunate? Tu fai parte di chi non la merita o pensi che...
Post
07/01/2017 14:48:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.