La domenica del conflitto

10 marzo 2019 ore 13:30 segnala
La mattina mi sveglia la guerra, lo specchio mi suggerisce la condizione. Cerco di assumere una presenza più formale, mentre nella testa iniziano a sentirsi gli echi delle prime scaramucce.
Essere un razionale sotto alcuni aspetti, te lo aspetti, ma sei pur certo, che per certi altri, sei l'opposto. Ora però chi la ferma quest'orda di Guelfi e Ghibellini che si smazzano per prevalere sull'equilibrio della contea della ragione?
Mal di testa, datemi un Moment per pensare, pochi istanti, i necessari per essere furioso senza che mi si chiami Orlando.
Fra i muri rimbalza "Mi sono rotto il cazzo" de Lo Stato Sociale, "pensate io", rispondo alle onde sonore. In questo non sono convenzionale, affatto direi.
Acredine, polvere da sparo e luccichio di baionette, lo scontro si fa serio, mentre il fumo del tabacco sale ricordando un saccheggio.
Time-out / Tregua / Un caffè perdio.
Le fazioni intonano un roboante urrà.
Ora vai a capire se per il caffè, o la nominazione d.o.c. (divinità di origine INcontrollata).
Poi c'è lui, che miagola, speranzoso. Confida che in tutto questo clangore mi ricordi dei suoi pasti e di quanto siano tutti importanti, dal primo agli altri cinque.
Certe volte mi ricordi un Hobbit, dovevo chiamarti Frodo, non Omega. Nome troppo nobile per tutti quei peli che hai sul culo. D'accordo sei bianco, sei nero, il dualismo, alpha & omega, ok, hai ragione tu.
Lo guardo e penso sia l'essere più elegante e tenero del mondo che conosco. Mi sciolgo, lo insulto amorevolmente.
Nella testa, nel frattempo, picchieri un po' picchiati e fucilieri misti si asciugano le lacrimucce dall'emozione della scena di amor felino. Scordando per un momento i contrasti, i perchè, i percome, probabilmente anche le divisioni, e mi lasciano tornare a me.
Sono un convenzionale perchè mi piace la comodità della cialda, ma il profumo della moka, ragazzi... peccato sia anche pigro. Ciao moka, ciao.
"Eh ma alloraa" (coro Ghibuguelfo)
"Keep calm and have a coffee" recita la scritta sulla tazzina, fra il bianco panna ed il verde speranza. Le Gatte si, che sanno che regali fare. Mi auguro tu stia bene, almeno lo spero, sorseggiando il tonico.
- Tonici anche voi li dentro, mi raccomando -
Silenzio.
- Anche per loro sarà importante il valore di una pausa -
Si, deve essere così.
A meno che... siano Hobbit anche loro, in tal caso sarei fottuto.


Ma torniamo a me, alla guerra che imperversa,
al lutto che non riesco ad assimilare.
Alla rabbia.
Alle speranze.
Ai saluti.
6421d6f5-8006-4e64-a5f1-ea6628dcc2a2
La mattina mi sveglia la guerra, lo specchio mi suggerisce la condizione. Cerco di assumere una presenza più formale, mentre nella testa iniziano a sentirsi gli echi delle prime scaramucce. Essere un razionale sotto alcuni aspetti, te lo aspetti, ma sei pur certo, che per certi altri, sei...
Post
10/03/2019 13:30:41
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.