La Ricerca

12 maggio 2020 ore 10:47 segnala


Cosa voglio da sesso la terza lettera dell’elenco

R come Ricerca

Ricerca da di cosa? innanzitutto ricerca di equilibrio nelle nostre sfere personali principali:
Fisica, emozionale, mentale, sociale e spirituale.

Ricerca del lato oscuro e della nostra profondità dell’essere,

Ricerca del nostro lato luminoso e della nostra levità dell’essere.

Ricerca di armonia interiore che si può conseguire solo attraverso l’intimità.

Fisicità, emozionalità, pensiero, socialità e spiritualità, dove si può trovare tutto ciò contemporaneamente se non in un rapporto di coppia esplicitato attraverso una attività sessuale completa, cosciente e senza remore?

La difficoltà della ricerca sta nel riuscire a trovare contemporaneamente tutti questi ingredienti in assenza di uno solo dei quali il rapporto diventa monco e orfano.

E’ un dato di fatto che l’intimità fisica sia quella più facile da raggiungere ma è anche quella più povera e svotante. La sola fisicità fine a se stessa può essere un sollievo momentaneo per un desiderio superficiale, ma i desideri ed i bisogni profondi vivono nelle altre quattro sfere.

Quindi il sesso è ricerca, ricerca continua di intimità con se stessi e con altri
7defcb6a-20c4-46fe-a828-c5e395d6fa0d
« immagine » Cosa voglio da sesso la terza lettera dell’elenco R come Ricerca Ricerca da di cosa? innanzitutto ricerca di equilibrio nelle nostre sfere personali principali: Fisica, emozionale, mentale, sociale e spirituale. Ricerca del lato oscuro e della nostra profondità dell’essere, Rice...
Post
12/05/2020 10:47:18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    7

L'Amore

09 maggio 2020 ore 18:17 segnala


Cosa voglio dal sesso: seconda lettera dell'elenco: A come Amore

Ciò che si fa per amore è sempre al di là del bene e del male. (Nietzsche)

Impossibile descrivere l’amore in poche righe perché sull’amore è stato scritto di tutto.

La parola amore racchiude in sé troppi significati, troppe variabili e troppe sfumature per poterle descrivere tutte.

Per Platone l’amore sorge dal desiderio di scoprire e ammirare la bellezza passando e progredendo attraverso varie stadi di “ammirazione".

Il processo ha inizio apprezzando la Bellezza corporea: , per passare alla Bellezza dell'anima, a quella della saggezza ed infine alla bellezza fine a se stessa.

Noto che tale cambiamento (non uso volutamente il termine evoluzione) avviene anche con il passare degli anni seguendo l'andamento fisiologico umano.

L'amore quindi contiene due componenti : una concreta ed una astratta .Le due componenti sono inversamente proporzioni : Sale una e scende l’altra esattamente come al decadere della prestanza fisica si cerca di compensare con la crescita dell'intelletto.

E' un dato di fatto che la saggezza , l’esperienza e la presa di coscienza portano ad un maggiore apprezzamento per l’astratta sostanza.

E si perché anche l’astrazione ha una sua sostanza.

Per me l’amore ha il compito di astrarre dalla sostanza, quindi anche dalla carnalità del sesso, la bellezza interiore.

Amare un corpo è amare l’anima che racchiude, è amare il sentimento che consente la fusione carnale, è amare le pulsioni che spingono al desiderio, è amare il pensiero che ne scaturisce, è amare l’astrazione del femminile, è amare l’altro ed il diverso da sé.

Amare quindi per me è saper contemplare la bellezza della vita nel miracolo della relazione amorosa.

Questo tipo di amore non si corrompe e non si altera con il passare del tempo, cambia forse oggetto e soggetto ma si basa sull’apprezzamento delle idee, delle forme , dell'intellegibilità eterea ed eterna.

Nell'immagine un particolare del Ratto di Persefone del Bernini esposto alla galleria Borghese.
a9189e91-6534-432b-9761-a3a5a4a81fdc
« immagine » Cosa voglio dal sesso: seconda lettera dell'elenco: A come Amore Ciò che fa per amore è sempre al di là del bene e del male. (Nietzsche) Impossibile descrivere l’amore in poche righe perché sull’amore è stato scritto di tutto. La parola amore racchiude in sé troppi significati, tr...
Post
09/05/2020 18:17:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    3

il piacere

07 maggio 2020 ore 09:23 segnala

Il Piacere
Inizio ad analizzare quello che voglio dal sesso
P come piacere.
Che cosa strana sembra essere questa che dagli uomini viene chiamata piacere; e come sorprendentemente essa, per sua natura, si trova con quello che sembra il suo contrario: il dolore. Ed essi tutti e due insieme non vogliono coesistere nell’uomo, ma se poi qualcuno insegue l’uno di questi e l’afferra, egli, in un certo modo, è obbligato a prendere anche l’altro, come fossero attaccati ad un sol apice, pur essendo due.
Platone

Viene quindi da chiedersi cosa sia il Piacere se chi lo cerca deve accettare come se “fossero attaccati in un solo apice"anche il dolore ed ancora chiedersi se vale il contrario e se quindi chi cerca il dolore poi trovi, perche attaccato ad un solo apice, anche il piacere. Forse Platone aveva visto lontano sulle cause del masochismo.

Ma cos’è il piacere: elenco qualche definizione reperita sul web
  • Sensazione di appagamento fisico, estetico o intellettuale SIN diletto, gioia: provare, sentire
  • Cosa che procura diletto, godimento
  • Stato fisico e psichico di godimento, originato dalla soddisfazione dei sensi, dell'intelletto, del gusto:
  • Senso di viva soddisfazione che deriva dall’appagamento di desiderî, fisici o spirituali, o di aspirazioni di vario genere
Ho usato volutamente il termine “piacere” e non “godere” perchè il godimento è una componente del piacere e non costituisce una categoria a parte.

Il godimento porta al benessere psicofisico che a sua volta contribuisce al senso di appagamento e, coseguentemente, alla voglia di vivere.

Il piacere è una delle esigenze primarie della vita ed il sesso, inteso nella sua complessità emotiva e relazionale, è una delle vie maestre per raggiungerlo.

L’importante è non cedere al piacere di piacere solo per il piacere
faa8c10c-4fa1-4e7c-a682-0b8c0765f2e0
« immagine » Il Piacere Inizio ad analizzare quello che voglio dal sesso P ciome piacere. Che cosa strana sembra essere questa che dagli uomini viene chiamata piacere; e come sorprendentemente essa, per sua natura, si trova con quello che sembra il suo contrario: il dolore. Ed essi tutti e due in...
Post
07/05/2020 09:23:32
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    4

cosa voglio dal sesso parte terza

04 maggio 2020 ore 15:19 segnala


Ho provato a scrivere la lista di cosa voglio dal sesso.

Ne è uscita sorprendentemente (non tanto) il seguente acronimo

Parole non dette
Dal sesso voglio comunicazione ed ecco perchè:

P iacere: è la base di tutto, laddove l’
A more e la
R icerca dell'intimità e dell'
O rgasmo portano alla
L ibido e all’
E rotismo. Il tutto per il gusto della

N ovità con o senza
O stentazione della
N udità. Basilare la

D iscrezione anche in presenza di
E sibizionismo fatto con
T atto per arrivare alla
T rascendenza dei sensi e alla
E mozione pura
86ed5654-eaac-4f02-8c04-907775337ce6
« immagine » Ho provato a scrivere la lista di cosa voglio dal sesso. Ne è uscita sorprendentemente (non tanto) il seguente acronimo Parole non dette Dal sesso voglio comunicazione ed ecco perchè: P iacere: è la base di tutto, laddove l’ A more e la R icerca dell’ O rgasmo portano alla L ibert...
Post
04/05/2020 15:19:31
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    10

Cosa voglio dal sesso parte seconda

02 maggio 2020 ore 11:11 segnala


Cosa voglio dal sesso
Il problema di oggi è quello di capire SE voglio sesso.
Dopo due mesi di pressochè totale solitudine e di totale assenza di contatti fisici mi sto rendendo conto che la solitudine alimenta se stessa.
Questi due mesi stanno mettendo a dura prova la mia resistenza fisica ed emotiva, due lunghi ed interminabili mesi nei quali sono stato costretto a bastarmi in tutti i sensi senza sapere quando e come questa reclusione possa terminare.

Capisco o meglio, comincio a comprendere i carcerati che, prima di essere privati della loro libertà sono privati della loro fisicità.

La solitudine è come una patologia che crea una assuefazione.
Per autolegittimarsi, reclama se stessa, ti culla ma ti lacera, ti coccola ma ti consuma, ti alimenta ma si nutre di te , ti fa sentire vivo ma piano piano ti conduce alla morte interiore.
Ma quando si è costretti a bastarsi , il farlo diventa una forma di sopravvivenza che nasce nella sfera emotiva ma che col tempo pervade anche aspetti meramente fisiologici e funzionali.
Ed è così che il fisico reagisce diminuendo la libido, mascherando o cancellando i bisogni carnali e sopprimendo le passioni erotiche.

In altre parole il corpo per resiste alla solitudine si adatta limitando le necessità fisiologiche che nascono dalle relazioni.

Quindi cosa voglio io dal sesso oggi?

Oggi non voglio sesso; oggi ho bisogno di sentire che esisto nella esistenza di chi amo, ho bisogno di una abbraccio, di una carezza, di un bacio, di tutto ciò per cui il fisico è stato pensato e realizzato dalla natura: ho bisogno di far parlare il mio corpo e non il mio spirito.
ascoltate questa poesia di Pasolini ...bellissima...

5cc8885d-0a2d-49d7-b55f-b6de4bff44c2
« immagine » Cosa voglio dal sesso Il problema di oggi è quello di capire SE voglio sesso. Dopo due mesi di pressochè totale solitudine e di totale assenza di contatti fisici mi sto rendendo conto che la solitudine alimenta se stessa. Questi due mesi stanno mettendo a dura prova la mia resistenza...
Post
02/05/2020 11:11:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    15

adoro i simboli

30 aprile 2020 ore 09:04 segnala

Adoro i simboli ed il simbolismo,
adoro i messaggi subliminali che arrivano diritti al cervello,
adoro vivere di emozioni vere,
adoro i segnali mediati dall'intelligenza
adoro la femminilità velata
adoro l'erotismo elegante
adoro la malizia sensuale
adoro la donna che sa di essere donna e non ha bisogno di dimostrarlo
adoro la donna che non mostra ma dimostra.
adoro il coraggio dell'essere
adoro cercare gli indizi che segnino inizi.
Si ....
Adoro i simboli ed il simbolismo
Ma soprattutto adoro chi sa farne buon uso.
dbb0df66-0a22-4868-9092-f9b23f829166
« immagine » Adoro i simboli ed il simbolismo, adoro i messaggi subliminali che arrivano diritti al cervello, adoro vivere di emozioni vere, adoro i segnali mediati dall'intelligenza adoro la femminilità velata adoro l'erotismo elegante adoro la malizia sensuale adoro la donna che sa di essere do...
Post
30/04/2020 09:04:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    5

cosa voglio dal sesso ?

28 aprile 2020 ore 09:32 segnala


Riprendo il mio post precedente partendo dal punto “amore e cura” e dalla “manutenzione del rapporto" utlizzando una frase presa in prestito da J. Fox

"Il segreto di un buon matrimonio è tenere le liti pulite e il sesso sporco"

Lo stesso vale ovviamente non solo per i matrimoni ma per tutti i rapporti di coppia.

Eppure esistono tantissime coppie in cui il sesso è una componente totalmente assente o esercitato per mero dovere coniugale.

Ma se è vero come è vero che il sesso piace a tutti, allora perché ciò accade?
Perchè lo si si cerca in relazioni esterne?

Probabilmente perchè :
1) il sesso è una esigenza primaria;
2) la coppia non ha più nulla da dirsi.
Quindi è evidente che, come ripeto spesso:

“il sesso è una forma di comunicazione da usarsi quando le parole non bastano e da evitarsi quando le parole non servono”.

“Il sesso, infatti, non è solo ricerca di piacere fisico ma anche la maniera più diretta ed efficace per trasmettere all'altro quel senso di accettazione profonda che ogni persona ricerca. Attraverso il sesso vengono legittimati gli aspetti di ognuno apparentemente sporchi e vergognosi, le fantasie più trasgressive e i desideri insoliti ed indicibili. (..omiss..) Tramite il sesso si ristabilisce la fiducia tra i due partner ed esso, il sesso, pone fine a quel senso di solitudine che ognuno sperimenta nel corso della vita e della giornata” Dal web

Faccio mio il consiglio di un noto psicoterapeuta:

provate a scrivere cosa volete dal sesso, sarà un buono spunto per capirvi e per farvi capire.
Basta un elenco tipo quello della spesa, ma compilato esattamente secondo i bisogni della vostra ricetta, senza pudori o ipocrisie.

Se poi ne avete la forza o il coraggio mandate questo elenco al vostro/a partner. Sarà l’inizio di una sorta di autoanalisi di coppia che, in caso di crisi, potrà farvi capire se esistono i presupposti di base per continuare la relazione o no.

Negare il sesso è negare il rapporto stesso.
cab2d6e4-6077-4334-8c45-02860597c207
« immagine » Riprendo il mio post precedente partendo dal punto “amore e cura” e dalla “manutenzione del rapporto utlizzando una frase presa in prestito da J. Fox "Il segreto di un buon matrimonio è tenere le liti pulite e il sesso sporco" Lo stesso vale ovviamente non solo per i matrimoni ma p...
Post
28/04/2020 09:32:05
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    6

nomadismo affettivo

26 aprile 2020 ore 15:39 segnala

Regole per costruire un rapporto

Per costruire un rapporto durevole prima di tutto serve un progetto, serve selezionare accuratamente i componenti, occorre assemblarli con cura studiandone preliminarmente relazioni ed interazioni.
Occorre individuare spazi e assetto distributivo delle funzioni e delle competenze e realizzare un modello tridimensionale di prova.
Poi occorre scegliere accuratamente lo spazio dove erigere il tutto, evitando nel limite del possibile terreni o aree oggetto di dissesto idrogeologico, di eventi tellurici o naturali estremi.

Ma progettare non basta.

Poi occorre costruire.

Occorre cementificare i legami, saldare i contatti, indirizzare i flussi e distribuire le energie .

Da ultimo serve manutenzione ordinaria e straordinaria.
Opporre eliminare la ruggine degli screzi, occorre disincrostare le morchie dell’astio, impermeabilizzare le perdite affettive e ridipingere la propria anima con i colori della serenità, non solo in facciata, ma anche all’interno.

Tutto ciò si racchiude in due parole: amore e cura.

SE non si riesce a fare ciò dobbiamo rassegnarci ai crolli, dobbiamo rassegnarci a vivere in tendopoli e ad essere dei perenni nomadi affettivi.
6341bd61-f1d9-4f6a-a813-77250b98b680
« immagine » Regole per costruire un rapporto Per costruire un rapporto durevole prima di tutto serve un progetto, serve selezionare accuratamente i componenti, occorre assemblarli con cura studiandone preliminarmente relazioni ed interazioni. Occorre individuare spazi e assetto distributivo del...
Post
26/04/2020 15:39:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    11

sturm ung drang : incubi e sogni da isolamento

23 aprile 2020 ore 09:58 segnala


In questi ultimi 46 giorni sono uscito solo due volte per fare un pò di provviste.
Nella mia solitudine forzata ho avuto tanto tempo per pensare e per interrogarmi.

Sono diventato una specie di orso che ha mantenuto contatti con l’esterno esclusivamente attraverso la virtualità.

In questi giorni sto sperimentando il vero significato della “dematerializzazione” tanto decantanta dalle nuove tecnologie.

La carta non serve, ci dicono di pensare agli alberi prima di stampare….. vero…
Il contatto fisico non serve: le riunioni si possono fare via telematica…vero…
Si può fare anche sexting telematicamente ….vero..
I sentimenti sono già dematerializzati del loro…..vero…

Ma io proprio non riesco ad abituarmi alla assenza del contatto materico con cose e persone.

Un testo prima di leggerlo devo toccarlo, una persona la devo poter annusare e percepire nella sua spazialità, la sessualità la devo vivere nella sua carnalità.
Solo i sentimenti restano dematerializzati ma anch’essi hanno bisogno della materia per rafforzarsi e per stimolare emozioni.

Emozioni.
Inquietudine, eccitazione, controllo, tentazione, volontà, pudore, passione, lascivia.
io vivo di questo, vivo di tempeste emotive vivo e voglio vivere come in un nuovo
e perenne Sturm und Drang.

La pace dei sensi è il preludio della morte interiore.
Per questo vivo, nel mio isolamento ma vivo, aprendomi al mondo e alla vita.
5fceb806-9869-4135-ab5c-fc7bad4f5286
« immagine » In questi ultimi 46 giorni sono uscito solo due volte per fare la spesa nella mia solitudine forzata ho avuto tanto tempo per pensare e per interrogarmi. Sono diventato una specie di orso che ha mantenuto contatti con l’esterno esclusivamente attraverso la virtualità. In questi giorni...
Post
23/04/2020 09:58:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    5

invidia e gelosia

21 aprile 2020 ore 15:41 segnala


Invidia e gelosia
Sono due sentimenti che spesso vanno di pari passo e che in alcuni casi si sovrappongo.
Non parlo gelosia sentimentale ,che parte dal presupposto di temere la perdita di una relazione sentimentale, quanto di gelosia relazionale e di leadershep, quella che si prova quando si teme di perdere la propria supremazia di gruppo, la propria posizione “alfa” all’interno di una comunità o di un rapporto di coppia.
Questa gelosia è tipica delle donne o degli uomini coloro che vedono la loro presunta superiorità minata da rivali ritenuti inferiori ma che, nonostante ciò, ottengono successi a loro negati.
In questo caso la gelosia si trasforma in invidia.
Purtoppo l’invidia è dolorosa e non può essere accettata come tale , perché è una sensazione di velenosa inadeguatezza che l’invidioso non può accettare.
Quindi automaticamente l’invida nei confronti dell’invidiato si trasforma in astio e l’astio in odio nei confronti, non tanto dell’invidiato, quanto del soggetto/oggetto del contendere.
In altre parole:
La donna A) e la donna B) desiderano entrambe l’uomo C.)
La donna A) considera la donna B) inferiore e quindi si sente vincitrice della sfida
L’uomo C si mostra maggior interesse nei confronti della Donna B rispetto alla donna A)
Automaticamente la donna A) proverà gelosia nei confronti dell’uomo C) che considera già suo ed invidia nei confronti della donna B) che sembra ottenere quello che a lei viene negato. In questo modo alimenta odio ed astio nei confronti entrambi che manifesterà attraverso le armi del dileggio, dell’insulto e della denigrazione.
Ecco perché qui dentro pullulano incroci di malelingue e di cattiverie reciproche, ecco perché invece di essere un luogo di aggregazione questo diventa un luogo di disgregazione.
Credo che a tutti voi sia capitato di imbattervi in situazioni simili.
Riconoscerle consente di mantenere il dovuto distacco fisico ed emotivo.
34f72c93-447c-4bd2-b8f3-fefff30a33c5
« immagine » Invidia e gelosia Sono due sentimenti che spesso vanno di pari passo e che in alcuni casi si sovrappongo. Non parlo gelosia sentimentale ,che parte dal presupposto di temere la perdita di una relazione sentimentale, quanto di gelosia relazionale e di leadershep, quella che si prova q...
Post
21/04/2020 15:41:33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    10