slow life e sorpasso

09 ottobre 2018 ore 21:32 segnala


Procedere piano piano non sempre è la soluzione migliore che essere sicuri di arrivare a destinazione o per raggiungere un obiettivo, si corre sempre il rischio del "sorpasso"

La lentezza e la parsimonia nei pensieri e negli affetti possono delle volte essere confuse con "micragneria" sentimentale o con povertà d'animo e pavidità.

In un mondo di facile consumo chi viaggia piano, chi applica non solo lo slow food ma anche la slow life o lo slow sex non sempre trova lo spazio che merita.

Viene scavalcato dai cavalieri della velocità e del"tutto e subito", in una forma di futurismo post litteram.

Io non mi preoccupo dei sorpassi, io sono cosciente dei miei limiti e delle mie possibilità, io adoro prendermi i miei tempi e non solo.
Sono Mio e il primo modo di dimostrarlo è non cedere alle pressioni esterne, qualuque esse siano.
4721d258-62aa-40ab-8ac0-9b18e44cb8ac
« immagine » Procedere piano piano non sempre è la soluzione migliore che essere sicuri di arrivare a destinazione o per raggiungere un obiettivo, si corre sempre il rischio del "sorpasso" La lentezza e la parsimonia nei pensieri e negli affetti possono delle volte essere confuse con "micragner...
Post
09/10/2018 21:32:27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    4

a che gioco giochiamo

17 settembre 2018 ore 23:57 segnala


La vita è come una partita a carte : prima o poi ti troverai a fare i conti con le carte che hai in mano e decidere cosa mettere sul piatto:

dama di quadri o dama di cuori?
Fante o Re?

Qual è la posta in gioco? Alcune fiche(s) o qualche cosa che può cambiare il corso di una vita?

Basta il coraggio od occorre un pizzico di azzardo?

Richiamo una frase di Dostoevskij

“È forse possibile accostarsi al tavolo da gioco senza farsi immediatamente contagiare a superstiziosi presentimenti?”

Io aborro le superstizioni quindi....

meglio richiamare il motto riportato sulla bicicletta di un famoso ciclista

Take the risk or lose the chance


05425bdd-0999-4cc8-97cf-90bf180c73c6
« immagine » La vita è come una partita a carte : prima o poi ti troverai a fare i conti con le carte che hai in mano e decidere cosa mettere sul piatto: dama di quadri o dama di cuori? Fante o Re? Qual è la posta in gioco? Alcune fiche(s) o qualche cosa che può cambiare il corso di una vita? ...
Post
17/09/2018 23:57:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2

l'importanza della punteggiatura

13 settembre 2018 ore 09:20 segnala


Per l’appunto, ho deciso di puntualizzare senza fare contrappunti ciò che mi ero appuntato dopo averla spuntata nei confronti di chi mi aveva fatto un appunto sul mio comportamento,

Appunto, contrappunto, puntualizzare, appuntare, spuntare..

Quanti punti nella vita di tutti i giorni.
Ho letto qui una frase che mi ha colpito e che ha lato il là a questo post: “troppe virgole dove bastava un punto”.
Nella vita come in letteratura un errato utilizzo della punteggiatura altera il senso delle frasi, modifica i concetti ed è causa di fraintendimenti.
Tralascio grammatica e sintassi che sono ineluttabili tanto nella stesura di un testo quanto nella scrittura della propria vita.
La punteggiatura è basilare nell’analisi del periodo, serve per creare frasi principali, subordinate, coordinate, serve per mettere ordine.
Nella quotidianità sappiamo mettere la punteggiatura al punto giusto?
Usiamo i punti di domanda? Usiamo i punti esclamativi? Usiamo i due punti?
ma soprattutto sappiamo usare il punto G?
Se si lo facciamo a proposito e di proposito?
Credo proprio che ogni tanto dovremmo fermarci a fare una bella analisi del periodo ed una analisi logica....per capire se siamo in un buon periodo e per capire quanto siamo logici o illogici nel nostro comportamento
ed396b63-89f1-4058-9f89-8da156854c44
« immagine » Per l’appunto, ho deciso di puntualizzare senza fare contrappunti ciò che mi ero appuntato dopo averla spuntata nei confronti di chi mi aveva fatto un appunto sul mio comportamento, Appunto, contrappunto, puntualizzare, appuntare, spuntare.. Quanti punti nella vita di tutti i giorn...
Post
13/09/2018 09:20:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    12

l'emozione di una voce

07 settembre 2018 ore 15:42 segnala


Celentano cantava che l'emozione non ha voce. invece ce l'ha eccome.

Emoziona nell'emozione.

Vi invito leggere una poesia di ungaretti e ad ascoltarla dalla sua voce, forse così riesco a rendere l'idea di cosa intendo dire.

é la stessa differenza che si prova fra leggere le parole di una chat e sentire la voce di chi le scrive.
Fatto?

Ora provate ancora a dire che l'emozione non ha voce.
o meglio... che la voce non emoziona

Mi tengo a quest’albero mutilato
abbandonato in questa dolina
che ha il languore
di un circo
prima o dopo lo spettacolo
e guardo
il passaggio quieto
delle nuvole sulla luna

Stamani mi sono disteso
in un’urna d’acqua
e come una reliquia
ho riposato

L’Isonzo scorrendo
mi levigava
come un suo sasso

Ho tirato su
le mie quattr’ossa
e me ne sono andato
come un’acrobata
sull’acqua

Mi sono accoccolato
vicino ai miei panni
sudici di guerra
e come un beduino
mi sono chinato a ricevere
il sole

Questo è l’Isonzo
e qui meglio
mi sono riconosciuto
una docile fibra
dell’universo



114fddcb-4d6b-4a45-a0e2-2633baf274ce
« immagine » Celentano cantava che l'emozione non ha voce. invece ce l'ha eccome. Emoziona nell'emozione. Vi invito leggere una poesia di ungaretti e ad ascoltarla dalla sua voce, forse così riesco a rendere l'idea di cosa intendo dire. é la stessa differenza che si prova fra leggere le paro...
Post
07/09/2018 15:42:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    8

amare per non disprezzare

03 settembre 2018 ore 14:17 segnala


"Bisognerebbe amare follemente senza vedere ciò che si ama. Perché vedere è comprendere, e comprendere è disprezzare."

Mi è tornata in mente questa frase che credo sia attribuibile a Maupassant collegandola al fatto che si dice che l'amore sia cieco.

Credo ci sia una grande verità in questo questo pensiero perchè nel momento in cui l'amore lascia spazio al raziocinio e quindi alla comprensione, il passo verso la presa di coscienza e, sovente, verso il disprezzo, sia molto breve.
Non per nulla i rapporti si logorano quando alla passione subentra la ragione e alla susseguente presa di coscienza della distanza e delle differenze fra amato e amante.
L'amore è un ponte fra le sponde di due anime. Se crolla l'amore crolla il ponte, crolla il rapporto.
b779e78f-8c59-4acb-955b-b5b4812e5bae
« immagine » "Bisognerebbe amare follemente senza vedere ciò che si ama. Perché vedere è comprendere, e comprendere è disprezzare." Mi è tornata in mente questa frase che credo sia attribuibile a Maupassant collegandola al fatto che si dice che l'amore sia cieco. Credo ci sia una grande verità ...
Post
03/09/2018 14:17:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    18

Come mi piace essere virtuoso

21 agosto 2018 ore 14:35 segnala

gira che si rigira si finisce sempre allo stesso punto, come in un circolo vizioso.
Gira che ti rigira tutto per me alla fine gira attorno al sesso...come sono vizioso...
Già vivo in un circolo vizioso appunto.

Ma di vizioso cosa c'è nel vivere liberamente la propria sessualità?

Chiariamo:
Ecco La definizione di "vizio" tratta dal dizionario on line:
1. Pratica del male, intesa soprattutto come abituale incapacità del bene (è concetto diametralmente opposto a quello di virtù ).
2. Abitudine radicata che provoca nell'individuo il bisogno morboso di quanto per lui è o può essere nocivo: avere il v. di bere, di fumare, di giocare; in senso attenuato, cattiva abitudine, difetto.
.

Ebbene nel vivere serenamente la propria sessualità si pratica il male? se si quale? e a chi? Io non ne vedo proprio.....Il sesso fa bene e fa stare bene .....quest è un fatto innegabile
Il sesso è nocivo? Anche in questo caso la risposta è no! Anzi è terpeutico e stimolante.

La rivista «Medical News Today» ha raccolto gli studi scientifici più interessanti su come il sesso concorre a migliorare la nostra salute
Migliora l’immunità . Chi soffre di cuore puo' avere rapporti sessuali?
Fa bene al cuore, Abbassa la pressione del sangue, Allevia il dolore, Riduce il rischio di cancro alla prostata, Migliora il sonno, Allenta lo stress, Potenzia le capacità mentali, Allunga la vita, Aumenta l’auto-stima
(dal web)

Quindi cosa c'è di vizioso nell'essere viziosi del sesso?

Nulla !!

Ho capito da domani, anzi da subito lo chiamerò "circolo virtuoso".

Cavolo, Come mi piace essere virtuso...
a00123ee-619a-43fe-9470-963ddea3e76b
« immagine » gira che si rigira si finisce sempre allo stesso punto, come in un circolo vizioso. Gira che ti rigira tutto per me alla fine gira attorno al sesso...come sono vizioso... Già vivo in un circolo vizioso appunto. Ma di vizioso cosa c'è nel vivere liberamente la propria sessualità? Chi...
Post
21/08/2018 14:35:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    7

assonanze e dissonanze

17 agosto 2018 ore 11:38 segnala

lo stridore con il quale siamo vivendo questi ultimi giorni di vacanza, la scoperta che sotto un'apparenza di normalità esistono cancri nascosti, che come crollano i ponti crolla la fiducia, mi porta a pensare che le assonanze vacanziere diventano dissonanze la cui fragorosa tragicità soverchia la chiassosa ridancianeria.
Ci voleva un ponte crollato con tutta la sua tragicità a scoperchiare la fragilità di un paese?
Può una infrastruttura mettere in ginocchio una società?
Può una società inginocchiarsi alla speculazione finanziaria?
Possiamo noi continuare ad unirci al "Sonito di mille voci" o dobbiamo diventare voce fuori dal coro finchè il coro diventeremo noi?
Vorrei tanto che le attuali dissonanze possano diventare nuove assonanze e se un ponte crollato potrà consentire di scoperchiare il marcio nascosto sotto al cemento allora vorrà dire che quelle povere vite non saranno morte invano.
166322a2-5efe-4159-9c64-31d122c36b0d
« immagine » lo stridore con il quale siamo vivendo questi ultimi giorni di vacanza, la scoperta che sotto un'apparenza di normalità esistono cancri nascosti, che come crollano i ponti crolla la fiducia, mi porta a pensare che le assonanze vacanziere diventano dissonanze la cui fragorosa tragicità...
Post
17/08/2018 11:38:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    6

la forza nel nulla

01 agosto 2018 ore 19:49 segnala


delle volte mi chiedo se la forza del nulla sia la capacità di farsi scivolare addosso i problemi facendo in modo che non penetrino nella carne e nella mente,
come rivestendosi di domopack trasparente, sdrucciolevole ed impermeabile.
Riuscire a farlo in due sarebbe il massimo, protezione reciproca e calore avvolgente, in un isolamento totale dal mondo.
Estraniazione totale verso il nulla.
Fuga dalla realtà.

Ci penso e mi dico....."non fa per me"
credo che la forza del nulla sia in effetti la maggiore debolezza , il riconoscimento di un fallimento, dell'incapacità di vivere, convivere e condividere.
Il domopoack lo lascio alle fantasie e alle suggestioni.
Nella pratica ci avvolgo solo gli avanzi.

25ae59fe-6def-48f3-b801-3b9c3735b303
« immagine » delle volte mi chiedo se la forza del nulla sia la capacità di farsi scivolare addosso i problemi facendo in modo che non penetrino nella carne e nella mente, come rivestendosi di domopack trasparente, sdrucciolevole ed impermeabile. Riuscire a farlo in due sarebbe il massimo, protez...
Post
01/08/2018 19:49:53
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    5

Lettura erotica

27 luglio 2018 ore 00:19 segnala

Da giorni sui muri delle grandi città campeggiano manifesti che ritraggono 50 quadratini grigi con la domanda “che cosa vi ricorda questa immagine”?
E così ovvio rispondere 50 sfumature di grigio ed è altrettanto ovvio il richiamo subliminale ad un messaggio erotico.
Bastano dei quadratini di un grigio diverso per stimolare retropensieri di tipo erotico più o meno fantasiosamente ricostruiti.

Le 50 sfumature sono quindi solo un pretesto di marketing per pilotare i pensieri di possibili acquirenti.
Lettura e letteratura erotica campeggiano anche fra le pagine di questo sito e le più accanite lettrici o autrici sono proprio le donne.

Alle donne non è dato di essere esplicite, rischierebbero di essere mal giudicate, ecco allora che l’erotismo resta sepolto, nascosto e mascherato. il pudore spudorato esce la dove può uscire e dove può fare meno danni: nella fantasia. Ecco perché i libri e letture erotiche trovano nel pubblico femminile la più vasta platea.
Le pagine di un libro diventano quindi le ali per volare oltre i limiti del lecito o di quello che viene ritenuto tale.


A me comunque hanno sempre insegnato che la pratica vale più della grammatica. Mai come in un caso simile questo detto trova gradevole applicazione pratica
98f8ee78-db6c-4eb5-b845-b9429c783753
« immagine » Da giorni sui muri delle grandi città campeggiano manifesti che ritraggono 50 quadratini grigi con la domanda “che cosa vi ricorda questa immagine”? E così ovvio rispondere 50 sfumature di grigio ed è altrettanto ovvio il richiamo subliminale ad un messaggio erotico. Bastano dei quad...
Post
27/07/2018 00:19:40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    3

la resilienza :la forza della debolezza

19 luglio 2018 ore 14:55 segnala


dunque, cosa è mai la forza?
Tralasciamo i concetti di forza intesa come grandezza fisica di cui "nun me pò fregà de meno" anche se è vero che molti rapporti umani, se non la quasi totalità, si basano proprio su questo.

Io parlo di forza interiore, parlo di capacità di stare al di sopra dei problemi e al di sopra delle complessità relazionali, parlo in altre parole di "resilienza" di capacità di adattamento al mutare delle condizioni di vita ed, ovviamente, delle condizioni relazionali.

Chi è sopravvissuto al "deep impact" che ha stravolto la terra milioni di anni fa?
non certo i fortissimi dinosauri che si sono estinti, ma gli animali piccoli che hanno saputo adattarsi agli stravolgimenti climatici ed ambientali.

"La resilienza, termine derivato dalla scienza dei materiali e indicante la proprietà che alcuni materiali hanno di conservare la propria struttura o di riacquistare la forma originaria dopo essere stati sottoposti a schiacciamento o deformazione, in psicologia connota proprio la capacità delle persone di far fronte agli eventi stressanti o traumatici e di riorganizzare in maniera positiva la propria vita dinanzi alle difficoltà. Non è quindi solo capacità di resistere, ma anche di “ricostruire”la propria dimensione, il proprio percorso di vita, trovando una nuova chiave di lettura di sé, degli altri e del mondo, scoprendo una nuova forza per superare le avversità." (cit)

Quindi la nostra forza sta nel viverci e ricostruirci per quello che siamo e per quello che vogliamo essere.
Se mi si chiedesse se penso di possedere questa forza mi avvarrei della facoltà di non rispondere.
9c542120-9bfc-48aa-8368-22bb36f14369
« immagine » dunque, cosa è mai la forza? Tralasciamo i concetti di forza intesa come grandezza fisica di cui "nun me pò fregà de meno" anche se è vero che molti rapporti umani, se non la quasi totalità, si basano proprio su questo. Io parlo di forza interiore, parlo di capacità di stare al di s...
Post
19/07/2018 14:55:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    9