geometria del femminile: l'arte di far quadrare il cerchio

13 ottobre 2016 ore 23:40 segnala
la geometria non è mai stata il mio forte!
non sono mai riuscito a far quadrare il cerchio della mia vita. Sempre uno spigolo di troppo, un angolo inaspettato, un segmento impazzito che si intrufolava nel compasso al momento sbagliato.
Morale, non ho mai quadrato cerchio.
Eppure quell'uomo vitruviano di Leonardo, così perfetto nel suo cerchio ... io avrei voluto essere così.....mai riuscito.


La perfezione non è il mio forte, l'approssimazione invece mi riesce bene.
Un concetto che ho capito bene è la dimensione degli angoli, e le donne mi hanno aiutato in ciò: ci sono quelle acute e ci sono quelle ottuse, ci sono quelle a 360 gradi e quelle che si limitano a 90.

Quali siano meglio non so.
Ci sono donne concave e donne convesse, donne accoglienti e donne debordanti.... e poi ci sono io che ho compreso il senso della complementarietà provando a far combaciare due caratteri (pur senza riuscirci) . Del resto si sa che fra il dire ed il fare c'è di mezzo il mare.
Goometria applicata ai rapporti umani.... ci sta...
Ci stà pure la geometria descrittiva se vogliamo guardare le cose in prospettiva e ci sta pure un pochino di "tecnica le costruzioni" se vogliamo far stare in piedi un rapporto come sta in piedi un palazzo.
Ma guarda te che adesso per instaurare un rapporto serve una laurea in ingegneria civile....
d8a787f8-e241-42bf-beec-fb9bde828a2d
« immagine » la geometria non è mai stata il mio forte! non sono mai riuscito a far quadrare il cerchio della mia vita. Sempre uno spigolo di troppo, un angolo inaspettato, un segmento impazzito che si intrufolava nel compasso al momento sbagliato. Morale, non ho mai quadrato cerchio. Eppure quell'...
Post
13/10/2016 23:40:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    11

Commenti

  1. cignonero999 14 ottobre 2016 ore 14:30
    Donne concave e convesse...bellissima immagine!
  2. leggendolamano 14 ottobre 2016 ore 14:38
    Le donne sono un universo, basta saperlo cogliere, puoi guardarle da lontano con un telescopio con stelle o da vicino con un microscopio come cellule ma sempre universo sono.
    Donne concave, sono quelle che accolgono, proteggono, soccombono ma fagocitano silenziosamente,
    Donne convesse, sono quelle che irrompono, erompono, .... rompono ma dalle quali ci si può difendere perchè dimostrano ciò che vogliono.
  3. cignonero999 14 ottobre 2016 ore 15:36
    E perchè difendersi? Scusami l'impertinenza ma credo di essere alquanto...concava! :bye
  4. leggendolamano 14 ottobre 2016 ore 15:42
    mai parlato di difesa, del resto adoro le donne concave
  5. iocelafaro 14 ottobre 2016 ore 17:06
    e le donne circolari? :p
    Le conosci?
  6. leggendolamano 14 ottobre 2016 ore 17:11
    quelle sono le donne che tornano sempre sugli stessi argomenti in loop, come un disco in vinile incantato.
    Sono diverse dalle donne tonde, le prime sono bidimensionali le seconde tridimensionali.
  7. fataignorante.RC 14 ottobre 2016 ore 17:57
    non mi piace essere concava o convessa e tantomeno circolare mi piace essere solo donna... e dentro cè tutto! Vero?
  8. leggendolamano 14 ottobre 2016 ore 18:01
    allora fai parte delle donne a 360 gradi
  9. iocelafaro 14 ottobre 2016 ore 18:24
    beh io parlavo di tondezza ma comunque parlami delle donne bi e tridimensionali.
    Comunque, nel mio caso, io sono io e non mi piacciono molto le categorie.
    Mi sa che usi parole come coriandoli tu eheheheheh :p
    ma va bene anche così.
  10. Njlo 14 ottobre 2016 ore 18:39
    Non ho mai capito questo voler incasellare le donne in stereotipi. Dissento totalmente, sono io e basta e sono come sono.
  11. leggendolamano 14 ottobre 2016 ore 20:43
    Speravo che il tono ironico e sarcastico del post consentisse una sua lettura leggera e divertita. Del resto quanto ho detto per le donne può essere pari pari riferito agli uomini e ai transgender (per par condicio).
    Mi rendo conto di aver dimenticato una categoria, le persone ( neutro) a quadretti.
    Grazie per m'intervento
  12. iocelafaro 14 ottobre 2016 ore 21:17
    io colsi e tu non te ne accorgesti tiratore di coriandoli. :ok
  13. vagarsenzameta 14 ottobre 2016 ore 21:19
    Si avra pure il diritto di essere libere,o no?
  14. leggendolamano 14 ottobre 2016 ore 21:37
    Liberissime .... certo .....
  15. tex.965 15 ottobre 2016 ore 06:46
    @leggendolamano:
    C'è sempre il mare di mezzo....
    Bellissima l'immagine e il contenuto :rosa
  16. leggendolamano 15 ottobre 2016 ore 08:55
    grazie per l'apprezzamento che apprezzo.
  17. fataignorante.RC 17 ottobre 2016 ore 00:18
    aihaih!! temo di perdermi amico mio!quanti pensieri hai smosso e magari quanti desideri...per la verità vorrei tanto essere una fata non ignorante ma quella di Matisse... con ciò. che ne consegue... mi riconosceresti anche se spegnessi la candela che tiene in ombra forse...un mistero?
  18. lupasogna 17 ottobre 2016 ore 02:40
    io donna con la coda, di geometrico ho ben poco, infatti pigliavo sempre 4... però ero un asso in biologia! :-)

    un saluto...
  19. leggendolamano 17 ottobre 2016 ore 08:27
    fata@ Pensieri smossi, desideri sopiti ma mai spenti, fuoco che cova sotto la cenere che vengono riattizzati da un alito o da un ricordo.
    Mistero? le donne sono mistero da che mondo è mondo, il più bel mistero da scoprire.
  20. apocalixx 17 ottobre 2016 ore 11:50
    ...e non solo quella... (laurea)
  21. leggendolamano 17 ottobre 2016 ore 13:02
    Sai, delle volte mi piacerebbe che un rapporto si potesse basare sull'analfabetismo reciproco, sulle sensazioni " a pelle" e sull'amore che non richiede spiegazioni ed analisi. Che la donna o l'uomo siano a righe a quadretti, tondi o conici poco dovrebbe importare. L'essenziale dovrebbe stare solo nell'"essere" punto e basta.
    E per essere non serve una laurea o un diploma....
  22. apocalixx 17 ottobre 2016 ore 14:21
    ...vero...ma sono le paure..e le ferite che ci hanno segnato..a disegnare quadri sgranati o righe storte alle quali spesso è difficile dare forma o significato...
    quando si hanno le stesse ferite..spesso tutto diventa + chiaro
  23. Semplicemente.ANNA 17 ottobre 2016 ore 19:03
    Sono una linea semicurva anche se nel posto sbagliato, così come sono sempre stati sbagliati i miei rapporti umani. Evidentemente sono io che non riesco a farli stare in piedi. Eppure con il lavoro che svolgo dovrei essere pratica di costruzioni ma noi umani siamo caratterialmente più fragili di un palazzo in cemento armato.
    Se poi parli di analfabetismo magari chissà, come lo trovi da me...nessuna mai e, la prima sensazione a pelle con te non era stata poi così male, è la seconda che è stata sbagliata. da parte di chi? Mia, tua, chissà. In quel caso ci fu addirittura un crollo di parole, un crollo da evitare in futuro se ci sarà :-)))
  24. leggendolamano 17 ottobre 2016 ore 19:06
    basta chiarirsi....
    poi lo scontro altro non è che un incontro un pochino più "energico"
  25. tiptoed 17 ottobre 2016 ore 21:23
    non esiste una teoria ....non e' un fatto di statica ,ma di intesa
    il mondo e' vario .....ed e' una fortuna trovare la persona giusta e la donna giusta , ed e' meraviglioso intendersi con uno sguardo..
  26. leggendolamano 17 ottobre 2016 ore 21:27
    non ho argomenti per controbattere sì valida teoria....

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.