perchè scrivere un blog?

25 novembre 2016 ore 23:47 segnala


Perchè si scrive un blog?

Per ricerca?
Per edonismo ?
Per esibizionismo ?
Per solitudine ?
Per insicurezza ?
Per divulgazione ?
Per esposizione ?
Per confronto ?
Per conforto ?
Per dialogo ?
Per egoismo ?
Per qualunquismo ?
Per dare voce a chi voce non ha?
Per amore della scrittura ?
Per ricerca di amicizie?
Per sfizio?
Per soldi?
O lo si fa solo per “cuccare” ?

Qualunque sia il motivo per cui lo fa, chi scrive un blog si espone coscientemente al pubblico con le conseguenze del caso e con la possibilità di imbattersi in chi non la pensa allo stesso modo o in chi ne sa oggettivamente di più .

Un blogger ha scritto: “ Non puoi avere un blog se non accetti il confronto con altre persone, “… http://sumo.ly/rKAe via @ddonati79.

Questa affermazione tanto ovvia quanto sacrosanta in effetti non sembra essere così ovvia e neppure così scontata.

Nella breve esperienza maturata in questo sito mi sono reso conto che la percentuale di persone che non accettano il confronto pensando di avere il dono dell’unica e sacrosanta verità è statisticamente molto rilevante.

Costoro al primo cenno di contraddittorio o di contraddizione chiudono il dialogo o addirittura bloccano il profilo, costoro a mio avviso cercano “conforto” e non “confronto”, cercano adepti, cercano sostenitori, cercano conferme a loro stessi , soffrono di “meismo”.
Costoro non solo non cercano la “verità” ma la rifiutano pensando di essere depositari dell’unica verità possibile.

Se è vero che alla sintesi si arriva analizzando una tesi ed una antitesi, coloro che rifiutano il confronto “sintetizzano “ solo loro stessi.

In questo caso però l’aggettivo “sintetico” va letto nell’accezione di “artificiale” che guarda caso è l’esatto contrario di “vero”.

Leggendo
a306ec04-a713-4926-9bf3-c229112aa4cb
« immagine » Perchè si scrive un blog? Per ricerca? Per edonismo ? Per esibizionismo ? Per solitudine ? Per insicurezza ? Per divulgazione ? Per esposizione ? Per confronto ? Per conforto ? Per dialogo ? Per egoismo ? Per qualunquismo ? Per dare voce a chi voce non ha? Per amore della scrittura ...
Post
25/11/2016 23:47:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    14

Commenti

  1. oDiabolik 26 novembre 2016 ore 10:24
    Ciao. Personalmente scrivo per il piacere di scrivere, poi sono aperto a qualsiasi dialogo che sia costruttivo...
  2. leggendolamano 26 novembre 2016 ore 10:50
    chi scrive per il piacere di farlo dona piacere a chi legge.
    Questo è ormai assodato e tu ne sei ulteriore conferma, mi piace quello che scrivi e come lo scrivi.
  3. oDiabolik 26 novembre 2016 ore 10:52
    @leggendolamano :

    Grazie...Buona giornata
  4. Evelin64 26 novembre 2016 ore 14:15
    ... facevo parte di una sola di quelle categorie che elenchi...scrivevo per dare voce a chi non ne ha...forse per poter capire io stessa i tanti disagi di chi si è vista tolta la dignità...o forse per rendere "immortali" certe storie di vita che comunque insegnano ad ascoltare il prossimo.
    Scrivere un blog non è difficile, la difficoltà semmai arriva quando ti devi confrontare con i tuoi pensieri che lasci davanti alla finestra aperta, poichè nessuno puo' leggere e basta, ognuno tenta di affacciarsi da quella finestra insieme a te...quindi interpreta, attinge, si confronta, ti sfida, ecc... ma tutto è blog, anche solo un'immagine che per una persona significa qualcosa e per mille altre non significa nulla.
    Evelin :bye
  5. leggendolamano 26 novembre 2016 ore 15:26
    @Eveline64 Scrivere non è difficile per chi riesce a farlo, le difficoltà sono sempre ostacoli soggettivi.
    La sfida è insita nel blog. Nel momento in cui ti affacci al mondo e rendi pubblico un tuo pensiero il mondo lo riceve e reagisce . Quindi chi lo fa deve attendersi ogni forma di critica o di attacco che può essere portato con fini costruttivi o distruttivi. Sta a noi gestire la cosa in modo che non rechi nocumento e, nel peggiore dei casi, esiste la polizia postale.
    Non accetto però che un "piccolo" stolto e sciocco" possa togliere voce ad un "grande", esattamente come non tollero che il terrorismo possa condizionare la nostra vita.
    Se abbiamo delle idee dobbiamo vivere per queste, se abbiamo degli ideali dobbiamo batterci per loro, se abbiamo dei principi non dobbiamo abdicare.
    Farò una retrospettiva dei tuoi blog visto che non è possibile farne una lettura ordinaria.
    grazie per l'intervento
  6. LadyMestolo 26 novembre 2016 ore 15:37
    Scrivo semplicemente, perchè ci sono momenti in cui mi va' di farlo..
    Buon pomeriggio :bye :rosa Marta
  7. leggendolamano 26 novembre 2016 ore 15:49
    mi sembra un buon motivo... aggiungerò all'elenco....
    grazie
  8. JealousGuy 26 novembre 2016 ore 20:40
    Io credo che fondamentalmente si scriva per passione.
    E le passioni son quelle che si coltivano dentro e non muoiono mai.
    Certo, l'esibizionismo esite, inutile negarlo, ed è una brutta bestia, perchè tutto quello che fai lo fai per un secondo fine: te stesso.
    Ma gli esibizionisti alla lunga si smascherano, proprio perchè non hanno passione ma solo ego.

    Io ad esempio son tornato qui proprio perchè mi mancava il blog, gli amici, il confronto, la community.
    E infatti riaprire il blog è stata la prima cosa che ho fatto :D
  9. iocelafaro 26 novembre 2016 ore 21:24
    Io scrivo perchè per me è terapeutico, rileggendo ciò che scrivo inizio una fase di introspezione e così a superare qualsiasi trauma, anche se alla fine potrei tenere un diario e non far leggere niente a nessuno ma mi piace condividere e cercare fra tanti la sintonia...insomma rientro tra la categoria degli egoisti...scrivo per me stessa.
  10. leggendolamano 26 novembre 2016 ore 21:38
    @JealousGuy credo che il tuo sia lo spirito migliore con il quale affrontare un blog, viverlo per se stessi prima che per gli altri, viverlo con passione e scrivere per piacere.
  11. leggendolamano 26 novembre 2016 ore 21:39
    @iocelafaro
    Condivido quello che dici, scrivere è liberatorio e delle volte catartico ed il confronto è sempre crescita.
  12. JealousGuy 26 novembre 2016 ore 21:45
    @leggenlamano: scrivere è una delle mie grandi passioni.
    Poterlo fare in una community in cui il confronto è quotidiano lo rende ancora più piacevole.
    Il confronto tra idee è la base di tutto.
    Perchè c'è sempre da imparare qualcosa.
    Sempre :D
  13. Etty73 27 novembre 2016 ore 17:31
    Onestamente, vi invidio un po tutti, chi più chi meno riesca a scrivere ha un grande dono.La possibilità di confrontarsi è veramente una forma eccelente di comunicazione.Ovvio ci sono blog più o meno validi, comunque sempre interessanti, riescono a comunicarti sempre delle sensazioni. Trovo che @leggendolamano: abbia una particolare sensibilità ed un pizzico di esibizionismo, unito al suo ego, che lo porta a scrivere sempre con estrema acutezza e passione i suoi blog.
  14. leggendolamano 27 novembre 2016 ore 22:43
    Non amo parlare di me stesso ma accolgo con curiosità le sensazioni che i miei scritti inducono nei lettori.
  15. cheyenne.51 20 gennaio 2017 ore 16:55
    scrivere e' un piacere per colui che lo fa e per chi legge..si condivide una passione perche' anche scrivere e' una passione
  16. leggendolamano 21 gennaio 2017 ore 07:54
    @cheyenne: le passioni aiutano a vivere
  17. semplicemente.1965 23 gennaio 2017 ore 19:32
    Forse per tutti i motivi che hai elencato, la gamma dei sentimenti umani è così vasta. Mi convinco che per me sia importante la scrittura perchè sedimenta le emozioni e chiarifica il pensiero,anche attraverso il confronto. Tuttavia non sono immune dalla ricerca a volte di conforto, a volte dal desiderio di divulgazione e di dare voce a chi non ne ha. Sempre la scrittura mi consola, non solo la mia
    La tua anche.
  18. leggendolamano 23 gennaio 2017 ore 19:41
    @semplicemente.1965; Hai ragione e questo commento arriva con un tempismo eccezionale.
    Ho appena finito di scrivere un post che, involontariamente, può essere il mio punto di vista sul perchè scrivere un blog.
    Hai usato un termine che mi piace molto: sedimentazione delle emozioni.
    Concordo: le emozioni vanno e vengono, difficilmente trovano una collocazione stabile, ma la scrittura fa si che queste si sedimenti nell'animo e nel ricordo e che, trovino una loro collocazione stabile.: oggi, domani, fra 10 anni e per i più fortunati per un una vita o più vite...
    grazie per l'apprezzamento e grazie per avermi dato la possibilità di leggerti a mia volta.
  19. semplicemente.1965 23 gennaio 2017 ore 19:43
    Grazie a te. Ti ho scoperto da poco e penso che continuerò a leggerti con piacere
  20. leggendolamano 23 gennaio 2017 ore 19:45
    @semplicemente.1965 idem...... piacere reciproco.
    grazie
  21. s.hela 29 maggio 2017 ore 18:15
    E' un modo per esprimere i propri pensieri , che diversamente resterebbero chiusi , inscatolati in noi , una forma di sfogo personale , che può piacere o no , indipendentemente dal commentare.

    Molto interessante il tuo blog .
    Un saluto Giulia
  22. leggendolamano 29 maggio 2017 ore 21:19
    @s.hela: grazie per il tuo intervento, io la penso come te, scrivo per scrivere e per comunicare e, possibilmente, provocare emozioni o semplicemente per indurre a riflettere o stimolare un dibattito.
    se ci riesco bene in caso contrario ho comunque manifestato me stesso.
  23. Crazly 01 giugno 2017 ore 20:14
    perche' veder materializzati sogni desideri, sentimenti ,sensazioni,emozioni...e' una cosa bellissimissima
  24. leggendolamano 01 giugno 2017 ore 21:10
    @Crazly : tanto bellissima quanto rara
  25. SensazioniSconnesse 05 aprile 2018 ore 11:14
    Soldi?Cuccare?
    Ahahahah
  26. leggendolamano 05 aprile 2018 ore 12:42
    soldi??? naaaaa
    cuccare ????? forse
  27. ROSE.64 19 aprile 2018 ore 22:51
    Io scrivo perché la mia più grande passione è la cucina.Al lavoro tutte le colleghe,mi chiedevano le ricette che io dovevo scrivere a mano,allora ho pensato di raccoglierle in un blog che poi sono diventati tre.La prima volta che mi sono seduta davanti al monitor,mi sono resa conto di non saper scrivere.Troppe lacune,troppi errori,non per ignoranza ma per altri problemi.Con questo non voglio dire che oggi io sia diventata una professoressa...ma spero di essere migliorata.Non ho mai cuccato qui,forse perché accendo il pc dopo la mezzanotte e a quell'ora,ci sono solo persone che cercano sesso e non certo una bella chiacchierata.Meglio non rispondere alle richieste. :-)
  28. leggendolamano 19 aprile 2018 ore 22:56
    Dvo dire che i tuoi post sono molto professionali lo leggo sempre con invidia perché nei dolci sono totalmente negato pure essendo considerato un discreto cuoco.
    Mai cuccato ? Strano visto che gli uomini si prendono per la gola e le tue “Esche” sono molto appetititose
    ;-) ;-)
  29. ROSE.64 19 aprile 2018 ore 23:07
    Con un uomo ci devi PARLARE,cosa vuoi condividere con un 20enne?Chi ha la mia età ha vissuto degli eventi importanti,siamo figli di chi ha fatto la guerra,di chi ha visto l'olocausto.I miei fratelli parlavano di politica a tavola,c'era voglia di cambiare il nostro paese,ci sentivamo protagonisti e forti per affrontare chi ci voleva opprimere.Questi ragazzetti che non hanno ne arte ne parte,non hanno combattuto per nulla,nemmeno per il posto di lavoro. Sono contenta che ti piacciono le mie ricette,grazie :-)
  30. leggendolamano 19 aprile 2018 ore 23:12
    Prima o poi troverò il coraggio di cimentarmi in Una di quelle....
    Ma ancora di più dovrei trovare il coraggio di dimostrare il mio sicuro fallimento. Ma se non si sbaglia non si impara.
    Quanto al gap generazionale sono d’accordo Con te
    Per parlare occorre avere esperienze d punti in comune altrimenti a breve andare il dialogo si inaridisce sempre che riesca a decollare ..
  31. ROSE.64 19 aprile 2018 ore 23:18
    Sai la prima volta che ho provato a fare il pane...era cosi duro che non riuscivo nemmeno a grattugiarlo.Poi mi sono cimentata con le fette biscottate,ci ho messo un anno per riuscire ad averle commestibili.di certo non mi lascio scoraggiare,ricordati che i grandi chef,pubblicano solo i successi,dei flop non ne parla nessuno
  32. R.ocknRolla 29 aprile 2018 ore 14:16
    Scrivo perché mi piace e credo di saperlo fare, amo le assonanze di alcune mie poesie ed i giochi di parole. Condividere questa fase ludica (ed autocelebrativa) con chi legge mi illude di strappare una risata e di aver contribuito a rendere il mondo un posto migliore :D
    Per quanto riguarda i miei post "tetri", condividere il mio disagio col lettore mi fa sentire meno sola, meno incompresa perché vero è il detto "mal comune mezzo gaudio" e racimolo così una virtuale pacca sulla spalla che fa molto bene al cuore.
  33. leggendolamano 29 aprile 2018 ore 16:21
    R.ocknrolla: hai una grande capacitá di rendere empatici i tuoi pensieri quindi continua a scrivere perche io saro fda i tuoi piu o meno silenti lettori.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.