Siamo in guerra

08 marzo 2020 ore 22:18 segnala


Volevo scrivere tutt'altro, volevo parlare del punto G, argomento sicuramente più intrigante, ma quello che sta succedendo mi impone un cambio di programma.
La situazione è paradossale, stiamo vivendo dal vivo un film di fantascienza, stiamo provando sulla nostra pelle quell che fino ad ora abbiamo visto solo sugli schermi.

Non ci stiamo rendendo conto della gravità della situazione o, al contrario, la enfatizziamo perché siamo condizionati da realtà cinematografiche.

Film come “virus letale” o “contagion” hanno rappresentato quello che oggi stiamo vivendo in modo che fino ad ora abbiamo ritenuto probabilmente fantascientifico e non reale.

Oggi ci stiamo accorgendo che la realtà è poco diversa dalla finzione cinematografica ed anzi, per certi versi, ne supera i limiti diventato più cinematografica della cinematografia.

Immagini di Milanesi in fuga, immagini dell’assalto ai supermercati, immagini di posti di blocco e abbigliamenti contenitivi, ed ora, ben più grave, il blocco delle attività e della libertà personale.

Siamo in guerra, in una guerra contro un nemico invisibile e saremo in guerra economica con il resto della Europa.

Il problema lo vedremo quando la crisi economica si farà sentire in modo drammatico per mancanza di lavoro: turismo bloccato, viaggi bloccati, eventi bloccati, trasporti bloccati… economia bloccata.

Di questo passo fra qualche mese vivremo in un dopo guerra; dovremo ricostruire un tessuto economico, dovremo ricostruire relazioni internazionali, dovremo rifarci una credibilità, dovremo rinascere.
Io sono convito che ce la faremo , sono convinto che vivremo un nuovo boom economico, ma per farlo dovremo uscire dal nostro microcerchio, dalla nostro individualismo e ritrovare l’orgoglio di essere italiani.
09346ca9-f7ba-435f-a4a0-9bf0b721446f
« immagine » Volevo scrivere tutt'altro, volevo parlare del punto G, argomento sicuramente più intrigante, ma quello che sta succedendo mi impone un cambio di programma. La situazione è paradossale, stiamo vivendo dal vivo un film di fantascienza, stiamo provando sulla nostra pelle quell che fino...
Post
08/03/2020 22:18:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. Sally.1957 09 marzo 2020 ore 21:00
    un brutto momento ma è in circostanze come queste che si vede la vera natura dell'uomo,pensare e agire tutti uniti ma da ciò che vedo nel quotidiano purtroppo e con molta tristezza ognuno pensa a se.E si sono sicura che ne usciremo e anche se con fatica ci rialzeremo. Ps orgogliosissima di essere Italiana.
  2. leggendolamano 09 marzo 2020 ore 21:21
    vorrei proprio risollevare l'orgoglio e far vedere all'europa di cosa siamo capaci
  3. Sally.1957 09 marzo 2020 ore 21:26
    ma questo dipende da chi ci governa,oltre che da noi popolo.sinceramente io uscirei subito dall'europa visto che non ci ha portato nessun beneficio entrarci ma questo grazie al signor Prodi.mah!
  4. leggendolamano 09 marzo 2020 ore 21:53
    io francamente non so se dare la colpa all'europa.
    Io ho avuto l'idea che noi italiani da anni ci siamo seduti su un presunto benessere, un pò come gli antichi romani che avevano cominciato a vivere di rendita e a pagare i barbari per evitare le invasioni (esattametne come oggi paghiamo la turchia per proteggerci dei profughi che loro stessi generano)
    dovremo impararare ad imparare dalla storia.
  5. Piccoletta70 12 marzo 2020 ore 16:22
    L'essere umano dimentica troppo facilmente... È questo che è tragico.
    Anche se sono convinta che per chi resta, il mondo dopo sarà un pò diverso... Non so per quanto tempo
  6. leggendolamano 12 marzo 2020 ore 16:24
    la situazione non è assolutamente bella. Spero solo che dopo il mondo possa essere più bello, anche se di poco ma più bello

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.