T come trascendenza

01 agosto 2020 ore 23:05 segnala


T come Trascendenza parola forte ed impegnativa
penultima dell'acrostico.

Come sempre prima di tutto la definizione:
TRASCENDENZA: Nozione in cui si identifica una forma di esistenza non riconducibile alle determinazioni dell'esperienza.
….in altre parole la trascendenza è la capacità o forse solo la volontà di andare oltre le esperienze pratiche ed immanenti:è trascendente tutto ciò che non è collegato ad esperienze pratiche.
Ma il sesso che di per sé appare come una esperienza estremamente pratica, materiale e fisica può portare ad un livello superiore che potremmo definire di estasi energetica?
Certo che può !

Lo fa attraverso la relazione profonda dei corpi e delle anime.

Ma a questo stadio può arrivare solo chi è totalmente presente nel corpo e non scisso da esso, solo chi ha in sé una condizione energetica tale da poter compiere un salto verso l’ignoto.
Quanto più il vostro corpo è capace di inoltrarsi nel piacere, tanto più potrà accedere alla dimensione trascendente.
Wilhelm Reich (che per chi non lo sapesse era allievo di Freud) distingueva due tipi di carattere:
  • il genitale capace di provare e cercare piacere e quindi di vivere la sessualità, come ogni altra esperienza della vita, in maniera libera e gioiosa
  • il nevrotico incapace di gestire il proprio essere e di autoregolare i propri bisogni e le proprie necessità che vengono sottomesse ad una morale coatta..
Già Reich distingueva il comune modo meccanico di fare sesso, nel quale non si entra nella dimensione dell’Amore e dell’Eros ma solo della sessualità fine a se stessa, rispetto al modo trascendente nel quale, invece, si sente il flusso della vita, si sente vibrare della sua energia lasciandosi sommergere dal flusso dei sentimenti.
La ricerca della comune esperienza di supremo piacere nella fusione completa di quei due fluidi sistemi di energia che chiamiamo uomo e donna, questa stessa ricerca e muto ritrovarsi nelle sensazioni dell’amato e in un vero brivido cosmico, è un puro piacere, limpido come l’acqua di un torrente di montagna e delizioso come il profumo di un bel fiore in un mattino all’inizio della primavera”.

Questo è quanto di più vicino possa esistere per descrivere il Mahamundra, l’orgasmo totale, lo stato in cui il corpo non è sentito più come materia ma come energia che pulsa, dapprima all’unisono con l’amato con il quale si dissolve, poi con il Tutto.

Purtroppo, la sessualità è molto più spesso una routinaria reciproca masturbazione assistita poco diversa rispetto a quella che potremmo praticare autonomamente.

La trascendenza del sesso è quella che deve portarci all “’unyo mistica” , quella unione tra due corpi e quindi tra due cuori, attraverso la risalita dell’energia primordiale che gli orientali definivano kundalini.

Il sesso trascendente è quello che deve consentirci di incontrare noi stessi nella nostra essenza, trascendendo la condizione umana e andando oltre all’oltre.
ff85e7f7-643d-4377-a057-04bffa34a612
« immagine » T come Trascendenza penultima lettera dell'acrostico. parola forte ed impegnativa Come sempre prima di tutto la definizione: TRRASCENDENZA: Nozione in cui si identifica una forma di esistenza non riconducibile alle determinazioni dell'esperienza. ….in altre parole la trascendenza è...
Post
01/08/2020 23:05:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6

Commenti

  1. FI.DELIA 02 agosto 2020 ore 08:50
    La sessualità umana conferma questa dimensione.TRASCEDENTALE,NON E SOLO SOGGETTO ALLE REGOLE biologiche.Essa e alla scoperta dell identità.La sessualità e un atto di libertà, uno scambio di parole.di desideri emozioni sublime.L UOMO e una creatura fatta di desiderio..e la trascendeza ci mette in relazioni con tutto.Se l amore ha uno scopo,in senso trascendetale,dovrebbe essere che nel su fuoco l uomo che continuamente si scompone in parte sempre più intime,si fonde in unica unità. Concludo , dicendo la trascendenza non è esistenza.L ESISTENZA SUSSISTE SOLO IN QUANTO C è COMUNICAZIONE.LA TRASCENDENZA E SE STESSA SENZA BISOGNO D ALTRO.
  2. leggendolamano 02 agosto 2020 ore 09:29
    Non posso fare altro che condividere appieno il tuo commento
    Grazie
  3. chissadoveequando 02 agosto 2020 ore 10:03
    Questo per me è il post più bello tra tutti i tuoi che ho letto. Si dice che il risveglio di Kundalini debba partire da cuore e testa, per evitare danni,ma tu parli di un'altra via. Molto interessante .
  4. leggendolamano 02 agosto 2020 ore 12:50
    Cuore e testa devono essere interconnessi non solo energeticamente ...la via che io indico è già stata Sperimentata e percorsa da personaggi ben più autorevoli. Io mi limito a portare una testimonianza sperando di non fare la fine del prigioniero che ritorna nella caverna di Platone
  5. ombra.dargento 02 agosto 2020 ore 19:08
    mi dicono sempre che ho un carattere del... "genitale", ma non credo che Reich c'entri qualcosa! :D

    post bello bello!
  6. leggendolamano 02 agosto 2020 ore 19:16
    mi hai fatto ridere sei troppo forte.....
    grazie
  7. No.moredrama 02 agosto 2020 ore 20:56
    Secondo me la sessualità include anche aspetti psicologici e biologici... mentre la genitalità si riferisce solo ai genitali e alla procreazione ... solo al sesso... il guaio è che spesso entrambi vengono mescolati... chissà perché ...

    Ciao, buonanotte, kiss :kissy
  8. leggendolamano 02 agosto 2020 ore 21:00
    esattamente ....
    grazie per il passaggio

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.