tempesta perfetta

03 novembre 2018 ore 22:44 segnala


Generalmente amo guardare avanti, oltre gli ostacoli del cuore e della mente, non amo avere siepi che tanta parte dell’ultimo orizzonte lo sguardo occludano.

Non amo porre limiti alla mia fantasia e alle mie ambizioni lasciando che la vita fluisca incanalata nei rivoli e nei canali che ho creato.

Il problema si verifica quando le condizioni ambientali vanno oltre “il prevedibile “ a causa di un mutamento climatico inatteso.


Ecco allora che i rivoli, i canali, gli argini non bastano più a regimentare la furia delle emozioni, ecco che la tempesta con consente più di guardare oltre e che ha già del miracoloso riuscire a non mettere i piedi in fallo nell'immediato.

Tempesta perfetta, tempesta dei sensi
c3d7bde7-8ade-4a8f-a853-8f389f78b958
« immagine » Generalmente amo guardare avanti, oltre gli ostacoli del cuore e della mente, non amo avere siepi che tanta parte dell’ultimo orizzonte lo sguardo occludano. Non amo porre limiti alla mia fantasia e alle mie ambizioni lasciando che la vita fluisca incanalata nei rivoli e nei canali ...
Post
03/11/2018 22:44:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10

Commenti

  1. dodicicmdidonna 04 novembre 2018 ore 14:12
    Fantastico post....mi piace molto.
    Parole intense e piene di significato che vanno oltre il panorama climatico.
    Grz di scrivere.
    Buona domenica
  2. leggendolamano 04 novembre 2018 ore 14:18
    Grazie ... non faccio altro che provare a mettere in parole ciò che provo... con risultati delle volte discutibili. Amo le metafore e la tempesta delle volte si abbatte inattesa e ti colpisce frantumandoti è metafora perfetta.
  3. dodicicmdidonna 04 novembre 2018 ore 14:37
    Esattamente.....tempesta perfetta= metafora perfetta!
  4. Evelin64 04 novembre 2018 ore 17:37
    ...tutto cio' che non sappiamo arginare o mutare.... si trasforma in qualcosa di perfetto... forse perchè lo affrontiamo comunque, per istinto o per volontà :-)
  5. leggendolamano 04 novembre 2018 ore 17:41
    Ma quandi intervengono agenti esogeni di potenza impensabile tutto si sballa e ci possiamo dire fortunati ad uscire solo con qualche “ossa rotta”
  6. Evelin64 04 novembre 2018 ore 17:43
    di ossa ne abbiamo oltre 200.... uno in piu', uno in meno.... :ok
  7. kamiokande 11 novembre 2018 ore 16:46
    E a volte sei tu stesso che volontariamente segui il rivolo, che poi si fa torrente, che poi si fa tumultuoso e non ne esci nemmeno se vai incontro alle rapide, subito prima della cascata. Sono bellissime le cascate.
  8. leggendolamano 11 novembre 2018 ore 16:49
    Bellissime si .....viste da fuori .....

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.