Paese che vai corteggiamento che trovi

13 febbraio 2017 ore 00:26 segnala


Sono molte le donne che si lamentano degli uomini che non sanno più corteggiare. Il paradosso è che diversi studi attribuiscono proprio alla donna la colpa di questa “regressione” dell’uomo, e precisamente alla loro eccessiva aggressività che inibisce l’istinto da “predatore” dell’uomo.

La seduzione mal si combina con gli atteggiamenti spavaldi, a volte troppo sicuri di sé, delle donne. Secondo questi studi, si dovrebbe recuperare quel sottile gioco di sguardi, di sorrisi e di sensualità che da sempre ha caratterizzato il piacere del corteggiamento. Non si è morti fin quando si desidera sedurre ed essere sedotti, scriveva un poeta.

Naturalmente, e mi dispiace essere così crudo, ma la verità lo esige, gli uomini amano corteggiare perché hanno un fine ben preciso. Sì, è vero, avete letto libri d’amore, visto film d’amore, ascoltato canzoni d’amore in cui il sesso sembrava non esistesse. Siamo disposti a tutto per una scopata, persino di innamorarci. Sì, è vero, a volte diciamo, in poesia, che è bello ammirare le vette dei monti, le onde del mare, i corsi dei fiumi, il profondo degli oceani, la lune e le stelle, ma è un modo come un altro per giungere a cosa veramente vogliamo. Diceva Bukowski: “Io dico alle donne che la faccia è la mia esperienza e le mani sono la mia anima. Qualunque cosa, pur di tirare giù quelle mutandine.”
Un protagonista della lotta armata in Italia degli anni 60 e 70 confessò: “Abbiamo fatto il ’68, ma in realtà ci interessava il 69.”

Ma non tutti gli uomini hanno rinunciato al corteggiamento. Sono sempre di meno, questo sì, ma ancora ci sono e sono sparsi per il mondo, ognuno con i suoi modi. Quali? Beh..

Gli inglesi, ad esempio, hanno sempre avuto difficoltà a rapportarsi con le donne. Si sentono imbarazzati. Hanno bisogno di un qualcosa che li aiuti a comunicare con loro: la birra è un ottimo aiuto. Se un inglese vi fisserà un appuntamento (sarà quindi come minimo brillo per aver avuto il coraggio di proporlo) non sarà in un ristorante con una cena a lume di candela ma in un pub, davanti a un boccale di birra.

I Francesi sono diversi, molto più paraculi. Sanno trattare la donna come una regina, la fanno sentire unica, sembra che il sesso per loro sia l’ultimo dei pensieri. Il sesso? Che è? Jamais! No, loro, al massimo, “fanno l’amore”, la parola sesso non la menzioneranno mai. Sono molto aiutati dalla loro erre moscia.

Gli svedesi, danesi e norvegesi, non corteggiano più: E’ più facile che un cammello entri nella cruna di un ago che uno scandinavo corteggi una donna: “Avete voluto la parità? Bene, tocca a voi adesso corteggiarci.” Neanche se sono gonfi di birra, e lo sono spesso, fanno un passo in avanti. Ecco perché le loro donne sciamano lungo le coste italiche. Vogliono provare l’ebbrezza del corteggiamento.

Gli australiani considerano il sesso come un fatto del tutto naturale. Ti guardano in faccia e con fare aperto e giocoso ti chiedono se ti va di scopare.

Del corteggiamento degli italiani lasciamo parlare Erica Jong (“Paura di volare” l’ha scritto lei):

Sospetto, anzi credo che gli italiani siano gli uomini più affascinanti del mondo. I più capaci di sedurre una donna, perché capiscono in ogni caso, sempre, che alla donna piace essere sedotta con le parole oltre che con il contatto fisico. E queste parole gli uomini italiani li conoscono da secoli, fino dai tempi dei trobadour. Sanno parlare…”

Che fortuna che hanno le donne italiane ad averci accanto…


0fa5929b-af3a-4b25-9653-33ecfbcc9e04
« immagine » Sono molte le donne che si lamentano degli uomini che non sanno più corteggiare. Il paradosso è che diversi studi attribuiscono proprio alla donna la colpa di questa “regressione” dell’uomo, e precisamente alla loro eccessiva aggressività che inibisce l’istinto da “predatore” dell’uo...
Post
13/02/2017 00:26:11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. ellen.de 14 febbraio 2017 ore 22:47
    Eeh, ogni giorno ringraziamo il Signore per questa fortuna...
  2. leonardo2017 16 febbraio 2017 ore 13:25
    Quant'è bella l'ironia,
    che a molti sfugge tuttavia!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.