Il matrimonio: prima e dopo 2°

09 giugno 2018 ore 15:33 segnala


L’amore è cieco, chi non lo sa? Quello che non si sa è che il matrimonio ti fa recuperare la vista. In poco tempo ci vedi di un bene come mai nella tua vita.

Bisogna riflettere su quanto disse il compianto Massimo Troisi: “Non è che sono contrario al matrimonio, però mi pare che un uomo e una donna siano le persone meno adatte a sposarsi.” O, come ha detto un filosofo: “Se i coniugi non vivessero insieme, i buoni matrimoni sarebbero più frequenti.”

Insomma, per farla breve, il matrimonio è come un libro i cui primi capitoli sono
scritti in poesia mentre gli altri sono in prosa. (Posto che io amo la prosa, molto più della poesia.)

A questo punto mi viene il sospetto che, se Beatrice fosse stata la moglie di Dante, non l’avrebbe messa in paradiso; E se fiammetta fosse stata la moglie di Boccaccio, Laura di Petrarca e Silvia di Leopardi, non credo che i rispettivi poeti avrebbero scritto le poesie per loro e noi a scuola avremmo studiato altro. E ora che ci penso, perché Ulisse stette 20 anni in giro per il mondo prima di ritornare da sua moglie Penelope? Davvero fu per il gusto dell’avventura o c’è altro sotto? E se Manzoni, dopo avere scritto “i promessi sposi” avesse scritto il seguito dal titolo: "Il matrimonio di Renzo e Lucia", avrebbe potuto far dire ai protagonisti: - Cazzo, aveva ragione Don Abbondio quando disse che “questo matrimonio non s’ha da fare”

Come ogni matrimonio, anche quello della coppia del post precedente ha avuto nei primi tempi un susseguirsi di esaltazioni, eccitazioni, brividi e sesso bollente. Poi, lentamente, anch’esso è scivolato in una mortifera routine.

E’ il rischio di sempre. Lo diceva già Balzac nell’ottocento:” Il matrimonio deve continuamente combattere contro un mostro che tutto divora: l'abitudine.”

È naturale, anzi, fatale. La routine finisce per togliere l’alone di mistero e ogni partner diventa prevedibile, scontato, senza sorprese. E questo è male: uno scossone è necessario.

Sì, ma che tipo di scossone?

Come si può arrestare la crisi del matrimonio? C’è un rimedio vero, concreto, realistico o il matrimonio è destinato a morire? E’ questa la domanda che ci si porrà nei prossimi anni.
deef48c4-c3d1-4d0c-92e1-876c30ab379d
« immagine » L’amore è cieco, chi non lo sa? Quello che non si sa è che il matrimonio ti fa recuperare la vista. In poco tempo ci vedi di un bene come mai nella tua vita. Bisogna riflettere su quanto disse il compianto Massimo Troisi: “Non è che sono contrario al matrimonio, però mi pare che u...
Post
09/06/2018 15:33:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.