Le donne soldato? Ma dai...

13 novembre 2017 ore 17:28 segnala


Nell’anno 2000 il Parlamento italiano diede il via libera all'ingresso delle donne nelle Forze armate. La maggioranza degli uomini era scettica. “Ma dai…” pensarono, e dissero, e scrissero. Alcuni sostenevano che la donna fosse fisicamente inferiore all'uomo, che non fosse portata per fare il soldato, che non avesse quella cattiveria che serve al soldato, che l'esercito è stato fin dai tempi antichi esclusiva maschile. Lo pensavo anch’io. Poi, una sera qualsiasi, cambiai idea. Ero in pizzeria con un amico quando ho visto alzarsi una donna dal tavolo di fronte al mio. Era una bella donna: poteva avere sui 45/50 anni. Capelli rossi, viso curato, ben vestita e seno prosperoso. (Facciamo finta di nulla ma un seno prosperoso, noi uomini, lo notiamo sempre). Con uno sguardo fiero e orgoglioso ha guardato le sue amiche sedute sul suo tavolo e ha fatto un cenno con la testa appena percettibile.
Queste, come marines di fresca nomina, si sono alzate di scatto e tutte insieme, come una falange macedone, si sono dirette verso un punto ben preciso: il bagno.
Se mi fossi alzato anch’io e avessi guardato il mio amico facendogli lo stesso cenno con la testa indicandogli il bagno, probabilmente mi avrebbe denunciato per molestie.
Con la coda dell’occhio le ho viste marciare strette e compatte. La donna con il seno prosperoso e due sue amiche sono entrate in bagno. Le altre due sono rimaste fuori e si sono posizionate a gambe leggermente divaricate e braccia conserte davanti la porta. Sembravano disposte a tutto pur di proteggere l’intimità delle tre amiche dentro il bagno.

Mentre le guardavo ammirato mi sono chiesto: Perché le donne vanno in bagno insieme? Sembrerebbe che il detto “ chi non piscia in compagnia è un ladro o una spia” sia stato creato appositamente per loro. Cosa fanno dentro un piccolo bagno due, tre, dieci, mille donne? Neanche l´area 51, la base segretissima americana, possiede un mistero di questa portata.
E mentre addentavo la mia 4 gusti, ho provato ad azzardare delle ipotesi:

Mentre una piscia, le altre cantano per stimolarla;
una piscia, le altre chattano su chatta;
una piscia, le altre controllano se ci sono telecamere o cimici;
una piscia, le altre fanno dello stretching;
una piscia, le altre scrivono frasi sulla parete, tipo “ogni lasciata è persa” o roba del genere.
una piscia, le altre si truccano;
una piscia, le altre fanno pari e dispari su chi deve prendere il suo posto quando si alzerà.

Qualche amica mi ha dato delle spiegazioni, ma credo sia stato un modo per distogliermi dalla verità. Ecco cosa mi ha detto:

una piscia e le altre aspettano diligentemente il turno;
una piscia, le altre reggono la maniglia della porta;
una piscia, le altre le fanno compagnia;
una piscia, le altre l´aiutano ad aprire la borsa (sappiamo tutti che la borsa di una donna ha la stessa capienza di quella di Eta Beta).
Voi ci credete? Io no!

Qual è dunque il vero segreto che si annida al di là della porta di un bagno per donne? Qualunque sia, la toilette segna una differenza sostanziale fra l´amicizia tra uomini e quella tra donne: In un bagno, infatti, le vere amiche si vedono nel momento del “bisogno”. Gli amici invece si dicono: cazzi tuoi.
2557ad5c-89e7-4166-a6b7-9994d128fa7e
« immagine » Nell’anno 2000 il Parlamento italiano diede il via libera all'ingresso delle donne nelle Forze armate. La maggioranza degli uomini era scettica. “Ma dai…” pensarono, e dissero, e scrissero. Alcuni sostenevano che la donna fosse fisicamente inferiore all'uomo, che non fosse portata pe...
Post
13/11/2017 17:28:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.