Ma l'età conta?

04 aprile 2018 ore 22:34 segnala

Anna ha 55 anni e motivi eccellenti per essere soddisfatta di sé stessa. Ha avuto due figli ma il suo seno è ancora morbido e caldo e la sua bellezza non è sfiorita, si potrebbe dire che resiste al trascorrere degli anni. Naturalmente ci sono delle rughe rivelatrici sul suo viso, ma con un attento make up sono appena visibili. Un evento le ha stravolto la vita. Due mesi prima era appena uscita da un negozio di alta moda e, prima di salire in macchina, si era fermata sul marciapiedi e si era accesa una sigaretta.

Un giovane camminava con la testa china sul marciapiedi dall’altra parte della strada. Era assorto in chissà quali pensieri. Casualmente guardò verso il marciapiedi opposto e la vide. D’un tratto non sentì più i rumori che lo circondavano. L’intera città sembrò fermarsi. Rimase a guardarla per un po’, poi attraversò la strada e accostandosi a lei accese una sigaretta fingendo di guardarsi in giro. Aveva 27 anni. Tirò un paio di boccate poi le disse:

- Siamo sempre di più esiliati noi fumatori.
Lei si volse verso di lui e guardandolo in viso rispose:
- Non mi fido di chi non fuma.
Lui ricambiò lo sguardo:
- Nemmeno io. Sono troppo compiaciuti di loro stessi.
Si avvicinò ancora di più e si presentò:
- Luca, piacere
- Anna, piacere mio.
- Posso invitarla a bere qualcosa?
Lei gli sorrise:
- Non oggi.
- Sta aspettando qualcuno? Una donna sicuramente…
- Perché una donna?
- Un uomo non la farebbe mai aspettare.
Lei sorrise.
Continuarono a parlare piacevolmente finché non si fecero le diciotto.
- Devo andare adesso. – disse Anna
- Oh… ok - rispose Luca, con evidente dispiacere.
- È stato un piacere – disse Anna, porgendogli la mano.
- Per me un grande piacere – rispose Luca.
Anna fece per andarsene, poi, fatto un paio di passi, si voltò:
- Venerdì prossimo, io sarò qui, alle sedici. Ciao. – Gli sorrise e andò via.
- C… ciao – pronunciò Luca in un lieve sussurro udibile a stento e un soffice calore riempì il suo petto.

Il venerdì seguente pioveva come se il cielo si fosse squarciato lassù e il vento soffiava forte. Per la strada c'erano pochissime persone che si proteggevano sotto grandi ombrelli grondanti. Quando Luca giunse all'appuntamento era fradicio. Temeva che il maltempo avesse impedito ad Anna di venire. Un paio di minuto dopo Lei arrivò e sorridendo disse:
- Ciao. Sono contenta che ci sia questo tempo.
- Perché? – disse lui stupito
- Piove e fa freddo. E sei venuto. Una donna deve sapere con che uomo ha a che fare.
Luca arrossì.
- Posso offrirti una cioccolata calda? – disse Luca.
- Ti dispiace se rimaniamo qui? - rispose Anna
- Come vuoi…

Sotto una pioggia battente, Anna e Luca si conobbero di più. Lei parlava e lui la guardava; Lei sorrideva e lui la desiderava. La sua mente viaggiava. Immaginava di baciarla, di stringerla tra le braccia, di sfiorare i suoi seni, piccoli come coppe di champagne. Lei avvertiva il suo desiderio, ne era lusingata e al tempo stesso attratta. Avrebbe voluto che lui la baciasse in quel momento, ma erano ormai le sei di pomeriggio e Anna doveva andare. Si sa, il tempo corre veloce, quando si sta bene.
- Ci vediamo venerdì prossimo? – disse lui.
Lei lo guardò fisso per diversi secondi senza dire nulla, poi con il suo bel sorriso sempre acceso, disse:
- Se vuoi sono libera ogni sera, tranne il weekend. Sempre dalle sedici alle diciotto.
eb94cf4a-f4c3-44fb-b964-31ac8a9f8516
« immagine » Anna ha 55 anni e motivi eccellenti per essere soddisfatta di sé stessa. Ha avuto due figli ma il suo seno è ancora morbido e caldo e la sua bellezza non è sfiorita, si potrebbe dire che resiste al trascorrere degli anni. Naturalmente ci sono delle rughe rivelatrici sul suo viso, ma c...
Post
04/04/2018 22:34:05
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.