Meglio un rimorso o un rimpianto?

04 maggio 2018 ore 21:55 segnala


Sarebbe meglio non averli entrambi ma sono davvero pochi quelli che non li hanno mai provato sulla loro pelle. Scegliere tra l’uno o l’altro è un po’ come scegliere di che morte morire: entrambi sono sentimenti strazianti e tutti e due confluiscono alla fine alla foto che accompagna questo post.

Ma prima di dare una risposta è bene specificare cos’è l’uno e cos’è l’altro. Sembra infatti che siano molti i casi in cui si faccia confusione sul significato dei termini.
Rimorso viene da re-mordere, cioè mordere di nuovo. È un morso per qualcosa che in passato abbiamo fatto o detto e che invece non avremmo mai dovuto fare o dire. Abbiamo sbagliato. Però il fatto che abbiamo rimorso vuol dire che sia siamo pentiti. Il rimorso è quindi un pentimento. Se non lo fosse non avremmo rimorsi.
Rimpianto ha dentro di sé il verbo piangere. È un dolore per non aver fatto o detto qualcosa, per paura o vigliaccheria per lo più, e che oggi, se fosse possibile, lo faremmo subito. Solo che è troppo tardi. E ci è rimasto il rimpianto.

Quindi il rimorso è relativo a un’azione compiuta, il rimpianto è invece relativo a un’azione che non si è fatta. Insomma, o siamo scesi per strada ad affrontare pericoli e sbagli, ma anche emozioni oppure siamo rimasti affacciati alla finestra a guardare gli altri evitando così eventuali rischi.

L’ideale sarebbe liberarsi di entrambi. Andare indietro con il passato a flagellarci per ciò che abbiamo o che non abbiamo fatto è deleterio, purtroppo non è facile. Ma se proprio dobbiamo scegliere tra l'uno o l'altro, beh, una cosa è certa: Chi ha rimorso ha almeno provato a decidere il proprio destino e a vivere la propria vita. Al contrario, chi vive nel rimpianto, invece, ha lasciato che il destino decidesse per lui e ha la sensazione dentro di aver sprecato la propria vita. E questo è un tormento difficilmente tollerabile.
Diceva un intellettuale: “Mai avere rimpianti. Se è andata bene, è meraviglioso, se è andata male, è esperienza. Ogni volta che cadi, raccogli qualcosa.’’

Per alleggerire la tristezza che il post ha generato d, mi piace citare un adagio giapponese: "La donna infedele vive nel rimorso. La donna fedele vive nel rimpianto"

Uhm..meglio un rimorso che un rimpianto...
90e28c0a-ecb1-4aec-8598-fa79f7a1e18a
« immagine » Sarebbe meglio non averli entrambi ma sono davvero pochi quelli che non li hanno mai provato sulla loro pelle. Scegliere tra l’uno o l’altro è un po’ come scegliere di che morte morire: entrambi sono sentimenti strazianti e tutti e due confluiscono alla fine alla foto che accompagna ...
Post
04/05/2018 21:55:27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. felicementesposata 04 maggio 2018 ore 22:52
    "Living without groped means to stay with the doubt that you could do it."
    Vivere senza tentare significa rimanere col dubbio che ce l'avresti fatta- La cantava Jim Morrison, però lui ci è morto...
  2. leonardo2018 04 maggio 2018 ore 22:56
    Non è un buon incoraggiamento, però la vita non si dovrebbe misurare con gli anni ma con le emozioni che sei riuscita a crearti e Morrison la sua vita l'ha riempita fin quando è stato vivo.
  3. felicementesposata 04 maggio 2018 ore 22:58
    E' il solito quesito, meglio vivere un giorno da leoni o cento da pecora?
  4. leonardo2018 04 maggio 2018 ore 22:59
    99 da leone, un anno lo concedo..
  5. felicementesposata 04 maggio 2018 ore 23:03
    Anch'io.
  6. twin.soul 05 maggio 2018 ore 15:05
    Ottima analisi.
    Anch'io sono convinto che un rimpianto bruci di più e non ce ne liberiamo mai.
    Un rimorso, invece, è sola una sensazione passeggera che spesso si tramuta in un ricordo positivo perchè, come dici tu, l'abbiamo comunque vissuto !
  7. leonardo2018 06 maggio 2018 ore 17:57
    Grazie per "l'ottima"

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.