Paese che vai dimensione che trovi

07 maggio 2018 ore 00:20 segnala


L'uomo ha sempre sentito il bisogno di costruire ed elaborare mappe e cartine per conoscere il proprio territorio e tutto quello che c’è dentro. E' un modo per entrare in forte relazione con esso. Fa parte della sua natura, non c’è nulla di strano in questo. Ma creare una mappa mondiale dei peni, cioè catalogare paesi che vantano peni energetici e paesi caratterizzati da peni penosi (scusate il bisticcio delle parole) ad alcune nazioni è sembrato una vera e propria discriminazione cazziale. Non a tutti però. Il Congo, ad esempio, ha supportato la creazione di questa mappa. Grazie al cazzo,i congolesi hanno una cerbottana di 18 cm e stiamo parlando di media. Temo e tremo a pensare le punte più alte, i Rocco si sprecano in quelle latitudini.
In Italia i numeri si ammosciano, ahimè, di tre centimetri (15) che, però, tra i paesi occidentali è una misura di tutto rispetto. Ad esempio, i pennellos degli spagnoli sono di 14 cm. Qualcuno potrebbe pensare che dopo tutto un cm è solo un cm. Questo qualcuno è sicuramente una donna. Un uomo sa che si farebbe uccidere per avere un cm in più, a prescindere da quanto misura già. "L'abbondanza non fa mai carestia" pensa.

E’ dall’oriente invece che viene il detto “non conta la quantità, ma la qualità” (Ciao core). Forse non è trascurabile il fatto che i giapponesi hanno i loro kuàizi (bacchette) di 10 cm di media (Che musica, ragazzi, per le nostre orecchie occidentali, quando l’abbiamo saputo, abbiamo pianto di gioia). Addirittura, i coreani del sud scendono a 9,66. Pare che un’italiana di fronte a un coreano che si era spogliato nudo davanti a lei, abbia esclamato: “Cos’è una caccia al tesoro?

Ha ragione il Rocco nazionale quando disse: “Purtroppo a volte la dignità di un uomo si misura con i centimetri dell’uccello. Basta metter un uomo nudo e ha il pisello piccolo, beh… Diventa una nullità.

E’ vero, spesso a un uomo per sentirsi grande possono bastare venti centimetri. Il resto non conta.


5e9cd4e6-c81a-4d6a-9b1e-5e827044255d
« immagine » L'uomo ha sempre sentito il bisogno di costruire ed elaborare mappe e cartine per conoscere il proprio territorio e tutto quello che c’è dentro. E' un modo per entrare in forte relazione con esso. Fa parte della sua natura, non c’è nulla di strano in questo. Ma creare una mappa mondi...
Post
07/05/2018 00:20:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. R.ocknRolla 07 maggio 2018 ore 02:10
    Di fronte a chi di dimension si vanta
    non ti crucciare ma anzi canta
    che se accorciata si è la misura
    dovuto è certo alla sua usura! ;-)
  2. leonardo2018 07 maggio 2018 ore 09:27
    @ R.ocknRolla

    Confortante è la tua poesia
    E dimostra il tuo buon cuore
    Ma è certo una bugia
    E mi sovvien “ciao core”

    Se si riduce per troppa usura
    ahimè, non è nella mia natura
    Com’è che Rocco che l’ha sempre usato
    Ha il suo baobab affatto sciupato?

    La verità è che il fato è crudele
    E si diverte a sparger fiele
    Se fosse stato con noi più leale
    L’avrebbe dato a tutti uguale
  3. R.ocknRolla 07 maggio 2018 ore 09:43
    Ahahah bravissimo!
  4. felicementesposata 07 maggio 2018 ore 15:48
    Ubi maior minor cessat :-)))
  5. leonardo2018 07 maggio 2018 ore 21:49
    @R.ocknRolla
    Ci hai provato ad addolcire la pillola ma la verità viene sempre a galla
  6. leonardo2018 07 maggio 2018 ore 21:51
    @felicementesposata
    e con questo detto, il mito della superiorità della qualità sulla quantità è definitivamente crollato.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.