Svegliarsi da donna

15 maggio 2018 ore 23:23 segnala

Mi sono svegliato più volte questa notte, non so perché, mi ero svegliato alle 2 e alle 4. Mi sentivo strano, diverso dal solito. Alle 6, barcollando, sono andato in bagno e ho alzato la tavoletta del water per fare pipì. Ho intrufolato la mano dentro il pigiama per tirarlo fuori e… non c’era più. Un attimo di terrore mi ha assalito, e sono rimasto senza fiato pervaso dalla paura e dall'angoscia per quello che era successo. Lui non c’era più. Ho infiltrato entrambi le mani e hanno toccato qualcosa che avevo già toccato ma mai su di me: Una patata!

Ho urlato, e mi sono accorto che la mia voce era già modificata dalla mia nuova condizione. Era una voce da donna la mia. Ho guardato giù dove prima c’era Lui e la mia vista è stata impedita da due protuberanze che sembravano le cupole di San Pietro. E in mezzo a loro una misteriosa linea che li separava. Sono uscito dal bagno e mi sono sdraiato sul letto: dovevo pensare, capire cosa fare, quale sortilegio mi era stato fatto… ho provato a calmarmi regolando il respiro e il battito del mio cuore ha cominciato a stabilizzarsi. Com’era possibile che mi trovavo dentro il corpo di una donna? Già… una donna… Ho voluto realizzare meglio e ho palpeggiato le cosce: lisce come la seta. Quasi istintivamente le mie mani hanno raggiunto insieme il punto dove le gambe si incontrano. Un calore mi ha pervaso ovunque, mi ha surriscaldato, arrivava alle tempie e pulsava, forte. Ho cominciato finalmente a capire meglio come funziona quella cosa strana che attrae noi uomini. Ma le mie mani erano avide di conoscenza e andarono su, verso quelle mammelle tenere come la notte e soprattutto verso quei boccioli all’estremità. Li ho sfiorati con i polpastrelli, li ho strizzati. Si sono induriti. Lì, in basso, stavo ribollendo. Scendo giù nuovamente. Mi sono sfiorata e piccole scosse di piacere si sono scatenate su tutta la mia pelle. Mi mordevo il labbro inferiore e mentre le mie dita facevano bene il loro lavoro, il mio cervello da femmina era fervido e si riempiva di fantasie sessuali spinte, di pensieri sporchi, di lingue e dita lì, tra le mie gambe.

Drin, Drin, la sveglia cominciò a suonare, era stato solo un sogno!

Ecchecazzo però, proprio adesso che ci avevo preso gusto..
9691fc97-a717-435d-8850-81a4ae2ef1a7
« immagine » Mi sono svegliato più volte questa notte, non so perché, mi ero svegliato alle 2 e alle 4. Mi sentivo strano, diverso dal solito. Alle 6, barcollando, sono andato in bagno e ho alzato la tavoletta del water per fare pipì. Ho intrufolato la mano dentro il pigiama per tirarlo fuori e… ...
Post
15/05/2018 23:23:48
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. twin.soul 16 maggio 2018 ore 13:29
    Divertente. Non ti metto il "Mi piace" altrimenti ti faccio (misteriosamente) calare il valore del coinvolgimento.
  2. leonardo2018 16 maggio 2018 ore 13:52
    Il "mi piace" è una trappola e molti ci cascano come pere cotte. Altra cosa è invece un commento. E', per parafrasare Giorgione Gaber, partecipazione.
    P.s. sto anche dubitando del numero dei lettori, che è la cosa che più mi interessa: Ogni mattina il numero aumenta in maniera sospetta. Tutti lettori notturni, semplice dietrologia oppure un contentino per aver scritto qualcosa?
    Grazie per il "divertente". L'intento era quello.
  3. R.ocknRolla 16 maggio 2018 ore 20:49
    Mi sono divertita anch'io... Uhm, non ero al corrente di quella cosa del "mi piace", eviterò.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.